giovedì 11 ottobre 2012

IL MASSAGGIO EROTICO



Il Massaggio EroticoNella lunga serie dei preliminari che conducono all‘estasi tantrica, il massaggio svolge un ruolo fondamentale: il tatto, infatti, può aiutare a rinsaldare il legame di una coppia meglio di tante parole. L‘essere umano ha un innato bisogno di carezze, nell‘infanzia così come nell‘età adulta, e la mancanza di contatto fisico provoca una serie di disturbi, sia negli uomini sia nelle donne, a riprova di quanto siano importanti i massaggi in un rapporto sentimentale.
Il massaggio può essere costituito anche da semplici carezze e lievi sfioramenti eseguiti sul corpo del partner con tocco leggero, senza basarsi su una tecnica precisa e seguendo semplicemente il proprio intuito.
È consigliabile in ogni caso l‘utilizzo di un olio per massaggi e la consultazione di testi specialistici dedicati a quest‘argomento. In ogni caso tenete ben presente che al
massaggio non deve necessariamente seguire l‘atto sessuale completo: l‘obiettivo del massaggio è semplicemente quello di creare un‘atmosfera d‘intimità profonda nel corso del quale la coppia si regala sensazioni piacevoli senza avere uno scopo secondario e inutili ansie da prestazione.
Chi pratica il massaggio muove le mani in senso orario e ―impasta‖ quasi a voler ammorbidire i muscoli del partner allungandoli e allargandoli. Chi riceve il massaggio invece sente i propri muscoli espandersi, come se il volume da essi occupato nello spazio fisico lievitasse aumentando a vista d‘occhio.
L‘unico risultato da ottenere durante una sessione di massaggio è l‘espansione della percezione, il rilassamento e l‘equilibrio della mente.
Talvolta si sottovaluta l‘importanza del contatto fisico con il nostro partner, non solo come stimolante prima del rapporto sessuale, ma come fonte reciproca di piacere, di armonia, di relax profondo e completo. Recenti studi hanno messo chiaramente in luce come uno dei motivi del deteriorarsi nel rapporto di coppia sia proprio dovuto a un‘eccessiva trascuratezza nella ricerca d‘intimità.
Spesso, infatti, il contatto fisico ricercato dai partner coinvolge esclusivamente la zona genitale, ed è finalizzato perciò al raggiungimento del solo orgasmo, in modo troppo frettoloso, superficiale e incompleto.
È un grosso errore pensare che la sensazione di piacere fisico dipenda unicamente
all‘atto sessuale penetrativo: si può ottenere infatti una gratificazione fisica altrettanto soddisfacente mediante la pratica del massaggio reciproco di tutto il corpo, comprese le zone più remote e apparentemente non collegate in alcun modo all‘eccitazione sessuale, per esempio:
• La testa e il viso
Gli avambracci e i bicipiti
• I palmi e le dita delle mani
• L‘incavo delle ginocchia e dei gomiti
• L‘interno delle cosce
• I polpacci
• Le piante e le dita dei piedi
• Tutte le zone del corpo dove l‘epidermide è più sottile e le terminazioni
nervose più sensibili.


Il massaggio in queste zone peculiari e troppo spesso trascurate, può essere molto piacevole in quanto coinvolge punti che sono raramente stimolati, e il cui contatto provoca un‘immediata sensazione di benessere e di abbandono.
Carezze, coccole e massaggi permettono di recuperare l‘emozione e il piacere del contatto totale dei corpi e di riscoprirsi, pelle contro pelle, liberi di vivere la propria sessualità in modo diverso, senza per forza arrivare alla penetrazione.
Considerate dunque il messaggio come una vera e propria cerimonia. Scegliete dunque il momento giusto, quando non siete troppo stanchi e presumete di potervi dedicare completamente a voi stessi e al partner.

L‘ambiente inoltre deve essere caldo e rilassante: l‘ideale sono le luci soffuse e una musica rilassante come sottofondo.
Cercate di armonizzare il vostro respiro e di concentrarvi su quello che state facendo,
allontanando gli altri pensieri e le preoccupazioni della giornata. Fate risalire la vostra energia e visualizzatela come un fluido che potete trasmettere al partner mediante le vostre dita.
Il massaggio deve concentrarsi inizialmente sulla parte interna del corpo (e cioè
l‘interno delle gambe, delle braccia, la zona del busto e il vi so e il movimento delle mani del massaggiatore è ascendente.
La seconda fase del massaggio consiste nella manipolazione, questa volta in senso discendente, lungo tutto il lato esterno del corpo, ovvero la nuca, il dorso, i glutei, l‘esterno delle gambe e delle braccia.
Un massaggio di questo tipo, che parte dai piedi e risale lungo le gambe e il busto, gira dietro la nuca e infine ridiscende, serve a eliminare il carico di stress e le tensioni che ostacolano il libero fluire dell‘energia sessuale. Il massaggio che invece procede nel senso inverso, partendo dalla zona della nuca, per poi scendere fino ai piedi raggiungendo la parte anteriore del corpo, aiuta a raccogliere e a concentrare l‘energia.

Massaggio ed emozioni
Usate il massaggio per esprimere al partner le vostre emozioni e i vostri sentimenti. Sia una profonda manipolazione muscolare, sia il semplice sfioramento della pelle sono piacevoli ed efficaci, Il vero segreto di un buon massaggio non risiede tanto nella tecnica usata, quanto nell‘intenzione, nella concentrazione e in una buona stabilità emotiva da parte del massaggiatore, e nel totale abbandono e nella fiducia in esso da parte del ricevente.
Massaggio thailandese

Il massaggio thailandese 
ha alle spalle una tradizione millenaria e la sua peculiarità è quella di essere effettuato con ogni parte del corpo: innanzitutto il corpo del massaggiatore e del ricevente vengono lubrificati con oli profumati o sapone,
dopodiché chi massaggia strofina il corpo dell‘altro utilizzando i gomiti, le ginocchia, le cosce, i seni, I mento, la fronte ecc. Il confine tra piacere ed erotismo e pressoché inesistente: questa forma di massaggio sensuale, dunque, può concludersi col coito, ma può anche considerarsi un atto amoroso già completo ed appagante di per se. 

Massaggio del viso
I massaggi facciali sono indicati per stabilire un rapporto di intimità e fiducia tra i partner ma anche per stimolare i sensi, in quanto agiscono sui numerosi meridiani energetici che, secondo lo shiatsu, attraversano la testa. Per eseguirlo in maniera ottimale potere usare l‘olio di mandorle che e particolarmente indicato per i massaggi alla testa, alle tempie e alla zona intorno agli occhi.
 

fonte Tantra di Massimo Fornari

Nessun commento:

Posta un commento