domenica 25 giugno 2017

NON POSSIAMO GUARIRE NIENTE AL DI FUORI SE PRIMA NON LO GUARIAMO DENTRO DI NOI,

GENTILI.....AMATI E AMATE : NON POSSIAMO GUARIRE NIENTE AL DI FUORI SE PRIMA NON LO GUARIAMO DENTRO DI NOI, PERCHE' E' LA STESSA COSA . ET NON POSSIAMO DOMINARE NIENTE ALL'ESTERNO SE PRIMA NON LO DOMINIAMO ALL'INTERNO, PERCHE' E' LA STESSA COSA . ESISTE UN'UNICA NATURA, UN UNICO MONDO, UN UNICO SPIRITOMATERIA ET FINCHE' CONTINUEREMO A CREDERE IL CONTRARIO NON COMBINEREMO UN BEL NIENTE : OK ?! CERCATE LA VERITA' DI VOI STESSI PERCHE' QUANDO L'AVRETE TROVATA ( Et nessuno può farlo al posto vostro ) SCOPRIRETE DI NON ESSERE STATI MAI SEPARATI DALLA CREAZIONE.....DALLA CONOSCENZA ......DALLA BENEDIZIONE ET DALLA GIOIA. SCOPRIRETE DI NON ESSERE AFFATTO FIGLI DELLA COLPA MA FRATELLI DELLA LUCE ET DELL'ETERNO......SCOPRIRETE CHE E' PROPRIO IL CORPO AD ESSERE CONTEMPORANEAMENTE L'UNIVERSO \ IL SUO CONTENITORE ET IL SUO CONTENUTO !!! E IN QUEL PRECISO ISTANTE NON POTRETE CHE SCIOGLIERVI IN UN INFANTILE RISATA ( ESPRESSIONE ESTATICA DELL'INFINITO )

......NON POTRETE CHE RESTARE IN BALIA DEL SORRISO INCANTATO PER UN TEMPO INDETERMINABILE INQUANTO SARETE FUORI DAL TEMPO E IN UN PUNTO IMPRECISATO DEL MIRACOLO CHE SIETE ! MA POI METTERETE PER LA PRIMA VOLTA NELLA VOSTRA VITA I PIEDI SULLA TERRA VERA, VIVENTE..... ET I VOSTRI OCCHI NON POTRANNO PIU' FINGERE DI NON VEDERE.....ET NON VORRETE PIU' IN ALCUN MODO SOTTRARVI AL DOVERE DI FAR SENTIRE LA VOSTRA VOCE....DI MOSTRARE LO STUPORE IMPRESSO SUL VOSTRO VOLTO MENTRE GLI UOMINI E LE DONNE - EGO STANNO PORTANDO L'UMANITA' VERSO LA CATASTROFE !!! COSI' E'.....FRATELLI, SORELLE MIE E DEL DIO BAMBINO CHE SIAMO OLTRE CIO' CHE PENSIAMO DI ESSERE : NON POSSIAMO PERMETTERCI DI PERDERE PIU' UN SOLO ISTANTE SENZA ( IN QUALSIASI MODO POSSIBILE ) DAR VOCE ALLA TESTIMONIANZA.....AL LAMENTO DEL " PIANETA MADRE " CHE STA SOFFRENDO A CAUSA DEL COMPORTAMENTO DI COLORO CHE " NON SANNO QUELLO CHE FANNO "

......QUINDI OGNI VOLTA CHE POTETE DATE UN BACIO O UN CAREZZA A UN ALBERO, A UNA PIETRA, ALLA VOSTRA MANO, AL VOSTRO GINOCCHIO.....ALLA FOGLIA PORTATA DAL VENTO.....A VOSTRO PAPA', A VOSTRA MAMMA, A VOSTRO FRATELLO, AI VOSTRI FIGLI.....AL VOSTRO AMICO E AL VOSTRO NEMICO ( se si lasciano baciare et accerezzare ovviamente...ahahahahah !!! ) MA I VOSTRI BACI E LE VOSTRE CAREZZE NON SARANNO PIU' I SOLITI BACI E LE SOLITE CAREZZE PERCHE' AVRANNO IL SAPORE NUOVO DELL'INCONDIZIONATO.......ED' E' PROPRIO QUESTA LA CHIAVE CHE APRE LA PORTA AL CAMBIAMENTO DI COSCIENZA COLLETTIVO CHE IN UN PAIO DI SECOLI ( Parola mia, Parola di Elia ) RIPORTERA' IN TUTTI LA CONSAPEVOLEZZA DI ESSERE " 

L'UNO,L'ETERNO, IL DIVINO "......PACE, PACE, PACE........AMEN.....AMEN.....AMEN : OM PENSO , SI PENSO, PENSO, VIVO E SONO OM ( ELIA NATA BABA )..........GENTILI, AMATI E AMATE : SRI SRI AUROBIDO DESCRISSE COSI' IL SUO PRIMO INCONTRO CON LA VERITA' DELL' ESSERE : D'IMPROVVISO FUI PROIETTATO IN ALTO, IN UNA CONDIZIONE SENZA PENSIERI, INCONTAMINATA DA QUALSIASI MOTO MENTALE O VITALE ( desideri ) . NON C'ERA PIU' EGO, NESSUN MONDO REALE......SOLO UN " QUALCOSA " CHE GUARDANDO ATTRAVERSO I SENSI IMMOBILI PERCEPIVA E SOSTENEVA NEL PROPRIO ASSOLUTO SILENZIO, UN MONDO DI FORME VUOTE, OMBRE SMATERIALIZZATE SENZA VERA SOSTANZA . NON C'ERA NE' L'UNO, NE' I MOLTI : MA ESCLUSIVAMENTE E ASSOLUTAMENTE " QUELLO SOLTANTO ".....SENZA FORMA NE' RAPPORTI: PURO,INDESCRIVIBILE ,IMPENSABILE, ASSOLUTO.....EPPURE ASSOLUTAMENTE E UNICAMENTE REALE !!!! 

NON SI TRATTAVA DI UNA REALIZZAZIONE MENTALE, NE' DI UNA PRECEZIONE AD UNA QUALCHE ALTEZZA....." NIENTE ASTRAZIONI ", MA DI UNA REALTA' POSITIVA, L'UNICA REALTA' POSITIVA ( Anche se di un mondo fisico senza spazio ) CHE PERVADEVA, OCCUPAVA O PIUTTOSTO INONDAVA E SOMMERGEVA QUESTA SEMBIANZA DI MONDO FISICO, NON LASCIANDO LUOGO NE' SPAZIO PER NESSUN'ALTRA REALTA' ALL' INFUORI DI SE STESSO, NON CONSENTENDO ASSOLUTAMENTE A NIENT'ALTRO DI APPARIRERE REALE, POSITIVO O SOSTANZIALE : QUEL CHE PORTAVA ERA UN' INESPRIMIBILE PACE....UNO SUPEFACENTE SILENZIO....UN 'INFINITO DI LIBERAZIONE E DI LIBERTA' !!! ( SRI SRI AUROBINDO ) SHANTI SHANTI SHANTI OM <3 <3 <3
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 23 giugno 2017

La Morte è soltanto il rovescio della medaglia della nascita

Quando siamo entrati, la distorsione della materia ci è apparsa come una sorta di sogno, un brutto sogno. Adesso è tutto quanto sappiamo, nulla più. Alla disperazione rapidamente subentra l’inconsapevolezza. Io non posso più comunicare con l’altro lato del velo, anzi non c’è alcun velo.

Uno degli aspetti più affascinanti dei ricordi di incarnazione è che, se non avvenisse con queste modalità, non esisterebbe il timore della morte. E’ proprio la dimenticanza, che segue di pochissimo la sensazione di grande disagio dell’incarnazione, a determinare de imperio, la paura della morte. Anzi a ordinarla. La Morte è soltanto il rovescio della medaglia della nascita. Sei un essere che ha condotto una ricerca spirituale complessa ed evoluta? Hai capito che la morte non ti appartiene? Fratello/sorella, non ti dimenticare che non ti appartiene nemmeno la nascita!

Nascita e Morte sono i confini della inconsapevolezza, come 20 – 20khz sono i confini dell’udito e rosso e viola sono i confini del visibile; oltre ad essi: il multiverso. Gli Alieni. Cioè gli altri. Il tutto.

http://allediecidellamattina.altervista.org/dolores-cannon-dallaldila-impianti-abduction-e-linganno-del-salvataggio-dellumanita/
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 22 giugno 2017

VIDEO LUMIRA Interrompi il processo di invecchiamento



I segreti del Rinnovamento Cellulare
La sciamanna russa Lumira ci rivela le tecniche olistiche per il ringiovanimento del corpo e il rinnovo cellulare.

Interrompi il processo di invecchiamento con la ricetta segreta russa, priva di effetti collaterali e molto efficace!

La sciamana russa Lumira ci rivela le tecniche olistiche per il ringiovanimento del corpo e il rinnovo cellulare. Secondo i principi della guarigione sciamanica, l’autrice ci spiega l’interazione tra corpo, mente e anima e rivela sorprendenti possibilità di rigenerazione degli organi.

Dimenticate tutto quello che pensavate sull’invecchiamento e sulla malattia! Diventate voi stessi i vostri guaritori e createvi una nuova consapevolezza del corpo e dell’anima.

Il programma di esercizio energetico proposto e ideato da Lumira offre una vasta gamma di esercizi facili da applicare mentalmente, fisicamente e spiritualmente per rigenerarsi completamente e connettersi con la propria vera età interiore.

Tu hai l’età che ti senti!

Il processo di invecchiamento viene interrotto, i capelli ritrovano rinnovata elasticità, le rughe scompaiono, così come i chili in eccesso - senza sostanze chimiche o additivi dannosi.

Le tecniche di esercizio di Lumira bloccano il codice di ringiovanimento fisico nel nostro DNA consentendoci di fermare e combattere i danni dell’invecchiamento.
Estratti dal Libro

“Ti dà fastidio avere sempre meno energia e perdere colpi ogni giorno che passa. È qualcosa che non riesci più a sopportare, perché dentro di te senti il tuo spirito che è rimasto giovane e attivo. Proprio così, è solo il tuo corpo che non riesce a stare al passo, e poiché ne sei intimamente convinto, questo è il libro giusto per te”.

“Qui troverai un programma su misura per te, che ti permetterà di far riacquistare al tuo corpo la sua vitalità originaria, conoscere i tuoi organi in maniera del tutto nuova e comunicare con loro attraverso una modalità amorevole e positiva”.

“Ho scritto questo libro per chi osa andare in cerca di nuove dimensioni della propria esistenza, per coloro che riscoprono se stessi, riconoscono e sviluppano i propri talenti, per chi vuole riprendere ad avere percezione di sé, in una parola: per tutte le persone che scelgono se stesse.
È infatti possibile ringiovanire il corpo dall’interno di ogni singola cellula, rinnovare completamente il proprio essere e diventare il creatore responsabile della propria esistenza”.
Anteprima - Rigenera le tue Cellule - Il fondamento energetico del programma di ringiovanimento

Ora ti presenterò le basi della rigenerazione e della guarigione energetica. In questo capitolo troverai gli strumenti universali da utilizzare per essere sano e vitale: la forza della focalizzazione, la formulazione di un chiaro intento e il sistema dei cinque corpi. Grazie a quest'ultimo, scoprirai che la guarigione avviene su tutti i piani e che è importante coinvolgerli tutti per ottenere una trasformazione stabile. Non appena sarai in grado di formulare correttamente la tua intenzione, imparerai a comunicare e a lavorare con i tuoi cinque corpi.



http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 19 giugno 2017

CREA IL TUO GIARDINO

parlando con un'amica gli chiesi, usi qualche tecnica per addormentarti meglio? no disse, semplicemente
visualizzo spiaggie tropicali posti naturali giardini, montagne sogno le vacanze.
Bhe credo che questo sia un buon metodo per addormentarsi positivamente, invece di pensare a tutti i problemi della giornata, visualizzare dei posti stupendi dove hai fatto vacanze o dove vorresti passare delle stupende giornate, immaginarsi sotto le palme davanti a un mare azzurro sentire le onde del mare,
la frescura sulla pelle, il profumo del mare e della natura.

io consiglio anche di passeggiare ( Visualizzando ma quando hai il tempo per farlo  con calma) in un bellissimo giardino fiorito, fermati ad annusare i fiori sentine il profumo, vedi il colore, passa in rassegna tutti i colori dei fiori, il fiore rosso, arancio,giallo,verde, azzurro o rosa blu e viola ogni fiore ogni colore risveglia qualcosa di buono in te. abituati a creare ogni sera prima di addormentarti il tuo giardino perfetto, un magico giardino

anche durante la giornata visualizza una rosa ( o ill tuo fiore preferito ) sentine il profumo e vedi il colore, una rosa fiorita e ti apri al sorriso del cuore

IvanoV Antar Raja

http://divinetools-raja.blogspot.it 
La Via del Ritorno... a Casa

domenica 18 giugno 2017

ORO

I giapponesi con gli oggetti rotti, abbelliscono i danni riempiendo le fessure d'oro. Essi credono che quando qualcosa ha subito danni e sofferto ha una storia e diventa più bello

Siamo tutti stati spezzati e riaggiustati, Tutti avremo rughe e capelli grigi. Tutti noi abbiamo passato qualcosa di critico . Questa è la bellezza nella vita... significa che stiamo vivendo!

non aver paura di far vedere il tuo ORO






http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 17 giugno 2017

LE PERSONE CHE MERITANO DI PIU', DI REGOLA, SONO SOLE.


Ogni giorno, comunicando con varie persone, si stupisce del fatto che quelle più degne sono sole.
Hanno un carisma, una bella presenza, una mente analitica vivace, una buona educazione, buone maniere, e uno sguardo forte, nel quale traspare un po' di tristezza.


Cercano la "loro" gente: per comunicare, per la compagnia e un piacevole svago... per l'amore, per la famiglia.

Si sbagliano più spesso, soffrono di più, rimangono più colpiti dagli insuccessi.
Ma ogni volta, dopo un "incendio", rinascono dalle loro ceneri diventando ancor più perfetti, ancor più forti.
E ricominciano daccapo.

Sono estranee agli stereotipi della società moderna, a loro non si può imporre un'opinione. Siano uomini o donne, cercano una persona accanto alla quale si potrà stare al caldo e in pace.

E questa pace non è l'assenza delle liti, dell'adrenalina o delle forti emozioni. Vogliono avere accanto una persona che non tradisce, alla quale poter credere incondizionatamente... della quale essere sicuri al 200%.

Advanced Mind

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 12 giugno 2017

COME CONTATTARE LA DIVINA SAGGEZZA

Quando avete domande importanti da fare, quando siete incerti sul da farsi, potete chiedere alla saggezza divina,vi espongo di seguito una tecnica che ho imparato in un corso di channeling.

predisponetevi alla sacralita' della tecnica,centrate la vostra attenzione nel cuore ponete le mani sul cuore, la vostra attenzione è nella zona del cuore,emettete un suono che vi aiutata a centrarvi nel cuore,

io consiglio humming semplicemente emettete il suono mmmmmm e sentitelo nel cuore.

quando vi sentite connessi al cuore passate all'Hara due centimetri circa sotto ombelico, ripetete humming mmmmm sentitevi connessi all'Hara

ora create con l'immaginazione una linea luminosa che scende dal cielo e connette tutti vostri chakra

e scende dentro alla terra

ora visualizzate una sfera luminoso sopra la vostra testa circa 10 dita questa zona nelle tradizione egizie è chiamato Ka, e ripetete le parole "ka io ti offro tutti i miei chakra" ora lascia che la sfera luminosa dal Ka scenda e si connetta a tutti i chakra dal settimo al primo,

ora in questa fase ripeti " colmo di amore e di desiderio, sono qui in attesa della tua presenza divina

vuoi discendere dentro di me" aspetta fino a che sentirai dentro di te una trasformazione una santa presenza. Ringrazia

quando senti dentro di te la presenza divina , puoi porre la domanda che ti sta a cuore.

per esempio, in questa situazione particolare come ritieni che mi debba comportare?

ascolta la risposta che viene a te ...



IvanoV Antar Raja


http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa

domenica 11 giugno 2017

I AM THE LIGHT



I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am not the things my family did
I am not the voices in my head
I am not the pieces of the brokenness inside
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am not the mistakes I have made
or any of the things that caused me pain
I am not the pieces of the dream I left behind
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am not the color of my eyes
I am not the skin on the outside
I am not the my age
I am not the my race
my soul inside
is all light
all light
all light
all light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am Light
I am divinity defined
I am the god on the inside
I am a star
a piece of it all
I am Light


Read more: India Arie - I Am Light Lyrics | MetroLyrics 









http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

Che cosa è L’ILLUMINAZIONE ??? “Sgretolare via la NON VERITA'”

Non c’è da girarci intorno a questo: non c’è una via facile verso l’illuminazione, che è un processo distruttivo, che non ha niente a che fare con il diventare migliore o piu’ felice…”

David Icke sostiene che la “illuminazione” non è da cercare perchè già siamo “illuminati”, poichè altro non siamo che Coscienza Infinita, semmai ci sono da togliere gli strati della dimenticanza e della consapevolezza di questo ed io sento piu’ vicina questa versione. L’autore che traduco nel seguito, mostra un’ altra “vibrazione ” sul tema … ma a veder bene ci sono comunque profonde convergenze sul tema. Dato che in questi tempi difficili e per certi versi disperati, certe esperienze di buio possono essere frequenti, ho pensato potesse essere di ispirazione ascoltare chi il baratro lo ha “usato” diversamente, per “un viaggio dentro” , periglioso ed estremo e senza gli zuccherini dei guru, le “luci”, i Maestri, i livelli di iniziazione etc etc…

Una proposta di riflessione sull’Essere, sulla integrità – un potere piuttosto che astratto idealismo. Ma questo viaggio, qui condivido pienamente, non è per tutti…
Un suo passaggio importantissimo: “la Grazia è dentro”, non la fuori…
“L’illuminazione è un processo distruttivo, che non ha niente a che fare con il diventare migliore o piu’ felice. L’illuminazione è sgretolare via la non verità. E’ vedere attraverso la facciata della finzione. E’ sradicare completamente tutto cio’ che immaginavamo essere vero”. Adyashanti

Non farti illusioni: il risveglio non è una passeggiata nel parco. E’ un passaggio attraverso l’inferno. E’ strappare via tutte le credenze a te care e tutto cio’ che pensavi di te. E’ dover entrare nelle terre dell’ombra e confrontarci faccia a faccia con le nostre ombre. E li’ che vegono fatte a pezzi le nostre false idee di chi siamo. E’ li che vengono distrutte le nostre false credenze . Dobbiamo affrontare le false nozioni e vederle per cio’ che sono. Questo è l’unico modo per guarire, per tornare ad essere integri e vivere in integrità

Mio caro amico che leggi, Julie Anne ha dato una buona descrizione di questo processo, in Enlightenment. E’ un arrendersi totale, un processo di brutale onestà verso se stessi . Una via di totale accettazione della verità, non importa quanto difficile sia sopportarla. Ancora ricordo quanto fosse vivida.

Viviamo la vita con cosi tante false nozioni: del mondo, della spiritualità, di noi stessi. Mettiamo su maschere e crediamo alle facciate . E’ tutto una farsa. E’ tutto basato su illusione e inganno. Ci inganniamo in ogni momento e anche il mondo ci inganna in ogni momento. Viviamo in perpetua dissonanza cognitiva, giustificando le cose piu’ assurde nelle nostre menti. Mentiamo continuamente a noi stessi… e ci crediamo.

Per risvegliarti alla verità che cerchi, devi abbattere le menzogne. Le menzogne… a cui siamo cosi tanto attaccati. Vogliamo aggrapparci alle illusioni e allo stesso tempo illuminarci. E’ impossibile. Ma ci sono centinaia di guru fasulli e “maestri spirituali” che ti diranno che è possibile. Ti offrono processi per diventare felice, realizzato, calmo, trovare la tua anima gemella, essere positivo, avere il lavoro giusto per te, far molto denaro, riequilibrare i chakra, essere in piena salute e altro ancora che desideri. Tutto questo non ha nulla a che fare con il risveglio: è solo lustrare l’ego. Costoro ti riportano dritto nella matrix . Puoi persino essere abbastanza fortunato ed avere una gabbia dorata, ma è pur sempre una gabbia, in cui tu resti imprigionato in schiavitù. Questa è la via che la piu’ parte della gente sceglie di seguire e che è ben trafficata dal gregge.

Ci vuole coraggio, discernimento e onestà con se stessi per incamminarsi lungo la strada di Siddhartha verso la libertà e la verità. Non sono in tanti ad averli. Siamo stati indeboliti dall’attacco violento della programmazione sin dalla nostra infanzia. La piu’ parte della gente vuole restare nel gregge: lì trovano consolazione in compagnia di altre anime illuse. Occorre essere un certo tipo di individuo per fuggire dal gregge. La via di Siddhartha non è facile. E’ infida e manderà in mille pezzi la tua esistenza. Si, ci vuole proprio un certo tipo di persona per camminare lungo quella strada, una persona disposta a rinunciare a tutto per trovare il suo vero Sè.

La mia storia è stata una di quelle attraverso molte vie… che non portano da nessuna parte. Deviazioni, vicoli ciechi , precipizi. Ho anche dovuto essere tirato fuori, calciando e urlando attraverso l’abisso della Grazia stessa, perchè infine mi risvegliassi. Era semplicemente il mio tempo.



Ora la cosa strana di tutto questo, è che le cose peggiori mi erano successe prima, dunque perchè ora questi colpi cosi duri? Credo che fosse perchè era pensato che mi trasformassi. Presi tutto molto piu’ duramente di quanto avessi mai fatto prima. Non solo, tutto arrivò schiantandosi all’improvviso. In passato ero forte, avevo mantenuto il senso di me, o almeno cosi pensavo. Ma questa volta rinunciai al senso di me stesso o almeno cio’ che credevo che fossi. Smisi di cercare di essere forte. Semplicemente crollai.

Si, mi ricordo bene. Tutta la mia storia di vita crollò in una notte. La ragazza con cui stavo da 5 anni, se ne andò con un altro. E viveva dall’altra parte della strada. Quindi ogni mattina guardando fuori dalla finestra vedevo il furgone del suo amico. Continuavo a dirmi: “Deve esserci uno scopo per tutto questo” . La mia salute crollò, così il mio business e coloro che pensavo fossero i miei amici e non lo erano. Ero solo. Cercai di negare la cosa, attaccandomi a pagliuzze mentre venivo trascinato nell’abisso. Tutto il mondo intorno a me crollò e cosi anche la mia autostima e il mio falso ego. Mi sentii abbandonato e non amato. La mia storia di vita andò in mille pezzi.

Venni lasciato nell’oscurità per un po’ di tempo, 4 mesi. In quel tempo lentamente venivo demolito dato che dovevo guardare in faccia i fatti nudi e crudi. Ho dovuto essere brutalmente onesto con me stesso. Poi sono arrivato al punto in cui mi sono reso conto di odiare il mio corpo a pezzi, il mondo , me stesso e dio.
Si ero molto arrabbiato con lui. Mi aveva abbandonato. Sentivo che tutto il mondo mi aveva abbandonato. Non era una bella cosa. Dalla mia casa buttai fuori tutto cio’ che era spirituale. Stavo affrontando la mia oscurità con brutale onestà. Le sono stato seduto davanti per un po’ . Immagina la disperazione di vedere cosa c’è nascosta nella tua “persona” (maschera), dietro le menzogne che ti racconti ogni giorno.

E poi una voce potente mi parlò. Non so da dove venisse, ma disse: “Arrenditi alla sofferenza” Ecco, cosi fu. Mi resi conto di non accettare cio’ che mi stava accadendo
Lo stavo combattendo. Stavo cercando di allontanare la sofferenza, ma ovviamente non funzionava. Quindi seguii il messaggio e mi arresi alla sofferenza.

Questo continuò per due settimane, proprio durante il Natale. Mi sentivo cosi rifiutato, abbandonato, solo. Come il dolore di essere denudato nel freddo gelido senza nessuna speranza in vista. Ma accettai cio’ che stava accadendo, non cercavo piu’ di allontanarlo. La sofferenza sembrò infinita, ma riuscii a sopportarla. Non so nememno come spiegarlo. Poi la mattina del 1° gennaio 2004, mi svegliai. Non ad un nuovo anno, ma ad una nuova vita.

La sofferenza se n’era andata, tutto era perdonato ed io ero in pace. Una pace che non avevo mai conosciuto prima. Quella che pensavo non potesse piu’ esistere. La mia falsa percezione del Sè…svanita. Mi ricordo il cinguettio degli uccelli, il sole che entrava dalla finestra e vedevo tutto intorno a me sotto una nuova luce : una luce di stupore e sbigottimento. La mia mente smise il chiacchericcio: stavo sperimentando una pace profonda.

E poi tutto cominciò… ondate di rivelazioni, di profonde conoscenze. Cominciai a sveglliarmi a cio’ che Sono. Diventai acutamente consapevole che l’Io Sono è eterno e sovrano. Ogni ondata mi risvegliava sempre piu’ al mio profondo Sè. Ogni ondata faceva crollare le illusioni e gli inganni del mondo. Risvegliandomi, i miei occhi videro un mondo diverso. Tutti i pezzi del puzzle si ritrovavano. Un giorno descriverò le molte rivelazioni che mi travolsero. Ho già scritto molto su questo.

L’ondata piu’ grande arrivò un paio di settimane dopo. Stavo meditando ed entrai in profondità, seguendo il fiume della vita nelle profondità del mio Essere. Ero vuoto, ma poi da questo vuoto, sprigionò un potente amore divino, inondando tutta la mia mente e corpo. Questo amore è incondizionato. Da me si diffuse ovunque. Tutti gli insetti, le lucertole, glu uccelli, le piante, gli alberi, tutto era inondato di questo amore. Non potevo dire dove finivo io e dove cominciavano gli altri Esseri. Eravamo tutti intrinsecamente collegati a questo amore, ma nonostante questo restava il mio Sè individuale.

Non ero gli insetti, gli uccelli o le piante, ma il collegamento era cosi profondo, che li sentivo come fossero una parte di me. C’era allo stesso tempo separazione e non separazione. Non è facile descriverlo, ma questo amore divino non è nulla dell’amore di questo mondo.

Ma quando ti risvegli e vedi il mondo con nuovi occhi, presto ti rendi conto che nessuno vede la stessa cosa. Cercai di dire ad un paio di persone cosa mi era successo,
Costoro pensarono invece che mi ero rotto sotto la pressione della sofferenza e che ne ero uscito pazzo. Nessuno voleva sapere cio’ che dicevo poichè questo metteva a nudo le loro false credenze. Cosi rimasi quieto per 8 anni.


“Mi risvegliai solo per scoprire che il resto del mondo stava ancora dormendo.” Leonardo daVinci

Come posso spiegare qualcosa di cosi profondo, oltre la mente, dove la gente non ha concetti o comprensione? Cio’ a cui mi sono svegliato, lo chiamo “Conoscenze”, opposto alla conoscenza. La conoscenza viene da fuori del Sè, sia dal mondo o “da là sopra” . Le conoscenze sono cio’ che sei. Non è una nuova informazione, piuttosto un risveglio al tuo vero Sè. Chi non si è risvegliato al vero Sè ha difficoltà a capire. Credono che sia semplicemente conoscenza, una serie diversa di credenze . Percio’ le persone dicono cose come: ” questa è la tua idea di Verità. E’ diversa dalla mia.” Oppure “non c’è una verità assoluta, ma solo verità relative”



Costoro pensano che siano solo delle mie credenze. Non ha senso spiegare questo alla gente, perchè tutto cio’ che sanno sono credenze. Quindi resto solo, solo con pochi amici che hanno fatto la loro esperienza della buia notte dell’anima e si sono risvegliati al loro vero Sè, anche se a volte è solo un barlume. Questo è tutto cio’ che occorre per vedere che c’è una profonda coscienza separata dalla stragrande maggioranza della gente.

Quando uno decide di prendere la via di Siddhartha verso il Sè, si rende presto conto di essere solo sulla via. Il gregge va nella direzione opposta . Bisogna essere preparati a questo, per trovare conforto nell’essere soli e non compresi dagli altri. Non c’è un merito che posso prendere per il mio risveglio… sono stato trascinato, calciando e urlando e attaccandomi alle pagliuzze. Non mi prendo meriti E’ stata solo la Grazia.

“La Grazia è con te. La Grazia è il tuo Sè. La Grazia non è qualcosa che puoi acquistare dagli altri. Se è esterno è inutile. Tutto cio’ che serve è sapere che esiste in te. Non sei mai fuori dal suo operato” Ramana Maharshi

Quindi la scelta è in ognuno di noi . Nessuno puo’ farlo per te. Tutto cio’ che io o chiunque altro puo’ offrire sono segnaposti, che indicano la direzione. Ma tu e solo tu, devi prendere quella strada. Non fa molto bene solo leggere cio’ che scrivo, senza agire di conseguenza, senza incamminarti per la via. Altrimenti stai solo passando del tempo sui segnaposto, credendo di essere già arrivato a destinazione.

La via non è per il timido o il debole di cuore, per niente. Ma non ce n’è un’altra. Nessuno agiterà una bacchetta magica su di te. E’ una via di distruzione e la domanda e’:
” Quanto sei disposto a rinunciare? Quanto sei in grado di sopportare?”

Perchè su questa via, devi mollare tutto. Ogni pezzo di te crollerà . Puoi sopportralo?. Come ha scritto il grande Bhaktivinode Thakur : “Devi morire per vivere”
Allora quanto stai prendendo seriamente la cosa? Quanto la vuoi? Quanto pagherai per essa?

– Greg Calise

fonte: http://riverbankoftruth.com/2014/07/22/awakening-is-a-destructive-process-by-greg-calise/

traduzione Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

Fonte : http://www.thelivingspirits.net/una-nuova-cultura/il-risveglio-e-un-processo-distruttivo.html




http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

OSHO IN SINTESI

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 10 giugno 2017

l’intera esistenza sta danzando

Ad eccezione dell’uomo, l’intera esistenza sta danzando. L’intera esistenza vive in un ritmo estremamente rilassato: certo, esiste il movimento, ma è estremamente rilassato. Gli alberi crescono e gli uccelli cantano e i fiumi scorrono e le stelle danzano nel cielo: tutto si muove in maniera estremamente rilassata. Nessuna fretta, nessuna furia, nessuna preoccupazione e nessuno spreco… ad eccezione dell’uomo. L’uomo è caduto vittima della sua mente.

OSHO




http://darshanshaktipat.it/2017/06/10/osho-lintera-esistenza-sta-danzando/


http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 9 giugno 2017

Non c'è salvezza nel tempo

Non puoi essere libero domani, né laggiù.
La presenza qui-e-ora è la chiave per la libertà, perciò puoi essere libero solo in questo momento e solo in questo posto.
Non c’è mai un tempo in cui la tua vita non sia questo momento e non puoi mai occupare uno spazio più grande della superficie dei tuoi piedi.
Anche vent’anni fa, stavi comunque vivendo sempre l’istante presente ed eri sempre in un solo punto nello spazio, qui, che è dove sei anche adesso.


«Cosa dovrei fare allora per svegliarmi?»
Il semplice desiderio profondo, portato avanti con costanza e in maniera sistematica, conduce alla meta. È la vera motivazione che conta, non la forma.
Dalla meta si viene attratti come da un magnete.
È d’importanza cruciale il fatto stesso di ricordarsi sempre che si sta compiendo un percorso sacro. Con determinazione e perseveranza, nonostante la noia, la disperazione e, talvolta, la totale mancanza di convinzione.
Rammenta che la macchina biologica non vuole svegliarsi e troverà mille scuse.
Puoi anche non fare niente, quindi, ma devi ricordarti in continuazione che il tuo scopo è il risveglio. E questo, in realtà, ti richiede uno sforzo continuo.
La pratica spirituale – ridotta all’essenziale – è solo l’intenzione continuamente riaffermata.


Ci sono due vie. Una è quella che ti ho appena illustrato, si fonda esclusivamente sul ricordarti chi sei e cosa sei venuto a fare.
La seconda è quella del mago/alchimista. Si fonda sul dominio di sé, sulla padronanza degli stati interiori: il sesso, le emozioni e i pensieri. Più acquisisci potere interiore, più ne acquisisci all’esterno. Il continuo perfezionamento, per mezzo del dominio delle singole parti della macchina biologica.
Il tuo amico Gurdjieff le utilizzava entrambe.
D’altronde sono da percorrere entrambe se vuoi avere accesso alla città di Ubik e presentarti al cospetto del meta-conte, Sanat Kumara, il quale presiede all’attività dei Signori del Vril, anche detti Signori della Fiamma.
Chi volta le spalle a una delle due, diverrà un illuminato senza potere o un mago poco illuminato.

Chi non è audace non accetterà il reale neppure quando gli verrà offerto.


Se io ti dicessi da dove vengo, il tuo respiro si fermerebbe e il tuo corpo sarebbe scosso da un fremito. Ma se io ti dicessi dove vado, il tuo cuore esploderebbe e la tua mente verrebbe invasa da una sacra follia. Allora ti dico dove sono: sempre e solo Qui, sempre e solo in questo istante.


Tira fuori il cuore dal tuo petto e mettilo sul palmo della mia mano, ché io possa farne ciò che voglio. Dal centro del mondo sono venuta per essere il tuo sepolcro, come puoi dire che non ti amo, se sono disposta a ucciderti?


Io guardo il mondo da dove il mondo non può guardare.
Io sono la goccia che è traboccata dal vaso.
Io sono la porta aperta sull’Abisso.
Nei solchi delle tue lacrime seminerò la gioia.


[da una conversazione con Victoria Ignis]


Salvatore Brizzi
(professione: cane di Dio
D.O.G. = Dogs Of God)


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

QUANDO VI TRADISCONO

Quando vi tradiscono, vi mandano ad un livello energetico superiore.
Significa che vi fanno andare oltre.


Con l'abbandono dei vecchio programma di vita si aprono le nuove possibilità. Ogni volta che si sperimenta il picco massimo di dolore, si arriva alla massima beatitudine.
Le sofferenze fisiche ci aprono le guide astrali, e le sofferenze emozionali, quelle mentali.
Una delusione mentale apre la porta spirituale, e, rispettivamente, una delusione spirituale fa accedere ai mondi ancora più sottili, e così all'infinito.
Molti rimangono a lungo invischiati in una situazione, e solo attraverso il dolore e la sofferenza è possibile spostare la loro attenzione su una banda di frequenze più ampia.
Non soffrire?
Non è possibile, è scritto nel DNA. La sofferenza porta all'ascesa (o alla discesa, senza una via d'uscita) dell'anima e al suo attivo sviluppo.
Ogni volta quando vogliono farci crescere, scoprire la nostra essenza interiore, noi perdiamo qualcosa...

Ma perché? Si tratta di scegliere tra il passato e il futuro. Abbiamo paura di perdere qualcosa di comodo, conosciuto, abituale... dobbiamo sempre scegliere tra la Paura e l'Amore. Se una persona non ha fiducia in Dio, inizia i giochi con se stessa.
La costruzione delle strategie non concordate con il programma del Creatore porta alla delusione, alla perdita del senso della vita. I piani crollano, ed è una nuova sofferenza. L'uomo è costretto a prendere una nuova tela e i nuovi colori, per ridipingere la sua vita daccapo.

Ed è di nuovo la paura... la tensione. Il dolore esisterà finché esisteranno gli attaccamenti e i condizionamenti.

Perciò, un tradimento è un esame per accedere alla fiducia nel vostro Sé Superiore.
Un tradimento significa: si passa nelle mani di Dio. E quando si è accompagnati, non c'è altra scelta: la paura deve cedere il posto all'Amore.

Advanced Mind institute



http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 5 giugno 2017

LA TERRA E' UN "VIVAIO" PER LE ANIME?

Esiste questa ipotesi: il nostro pianeta Terra sarebbe un vivaio per le anime. Le condizioni di permanenza nel "vivaio" sono severe: gli studenti non ricordano le loro incarnazioni né i periodi vissuti tra le incarnazioni; se mai, potrebbero ricordare qualcosa nel corso dell'insegnamento. L'esistenza nel mondo 3D limita la percezione, e l'acquisizione dei superpoteri è una delle finalità del corso.
Vivono in una realtà duale dove agiscono le forze sia amichevoli sia nocive. Gli studenti devono imparare ad interagire in modo corretto con entrambe le forze.
Probabilmente, anche l'esistenza di un sistema parassitario che frena lo sviluppo delle anime e "rimanda" coloro che non brillano a scuola, fa parte del processo dell'insegnamento.
Noi in questa realtà avremmo davanti agli occhi numerosi suggerimenti sotto forma di alcuni monumenti dell'antichità. Studiandoli e svelando i loro misteri potremmo sviluppare molte capacità.
Come scrive un autore: "Gli ultimi Custodi, prima di smaterializzare i loro corpi, disattivarono i reattori, sigillarono le piramidi, mascherarono e nascosero le testimonianze e le biblioteche. Sulla superficie terrestre rimasero dei rebus, dei grattacapi... risolvendoli l'umanità ritroverà il filo d'Arianna per la ricerca dell'armonia e dell'abbondanza. Gli dei nascosero la loro presenza anche dentro il nostro inconscio che conserva l'informazione sui molti misteriosi eroi e popoli del passato. Gli dei vivono dentro di noi.."


Le civiltà del passato ci hanno lasciati i segni della loro presenza, ma per conoscere ciò che sembra inverosimile serve un'apertura mentale. Forse proprio qui si trova la chiave per passare ad altro livello. Il nostro risveglio inizia dall'abbandono del modo "ortodosso" di pensare.
Solo a questa condizione è possibile capire il semplice fatto di trovarsi dentro un Matrix - scuola.

Naturalmente, il sistema parassitario che vive nei mondi del Matrix, oppone resistenza al nostro risveglio perché necessita, per vivere, dell'energia delle anime che "studiano". Per questo è stata creata una ragnatela che distrae l'attenzione, che confonde le coscienze con i dogmi e gli stereotipi... molte anime poco sviluppate restano nella ragnatela per decine e centinaia di vite.

Ma la nostra coscienza nasconde anche le capacità di superare i miraggi del Matrix, di uscire al di fuori della cornice della percezione alterata che ci è stata imposta. Coloro che si sentono pronti, si risvegliano, altri possono continuare a seguire le regole del gioco. A voi la scelta.

(http://michael101063.livejournal.com/)

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 3 giugno 2017

il vostro mondo è l'Infinito

"L'uomo, così com'è adesso, non può adeguarsi alle infinite richieste che gli fa la vita. Non perché è ignorante, o piccolo, o debole, ma perché vive per se stesso. Non si può chiudersi nell'ego, così non si capisce nulla.

Volete gestire le circostanze della vita, ma tutto vi arriva dall'Infinito, e non lo conoscete.
Volete conoscere e capire la gente, ma ogni persona è un universo, e questo universo cambia e si trasforma ogni secondo: che cosa potreste dirne?
Volete essere padroni di voi stessi, ma sapete che cos'è il vostro mondo interiore?

Vi risponderò: il vostro mondo è l'Infinito. Questo Infinito è in ognuno di voi, perché è Uno. Il vostro mondo è l'eterna armonia dell'essere, l'infinita libertà, la beatitudine, l'amore. Il vostro mondo è il mondo del Creatore, del suo potere e della sua potenza, delle sue illimitate possibilità. Il Creatore è in voi. Riconoscendo la vostra unita con questa meraviglia, uscite dal guscio dell'egoismo, scoprite in voi una presenza divina, e allora capirete cosa significa vivere in armonia con tutto."

(Allan Chumak)

Advanced Mind Iinstitute


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

martedì 30 maggio 2017

SETTE PASSI VERSO L’APERTURA DEL TERZO OCCHIO

E’ una tecnica di Dorin Verche.

1. Prima di tutto, dovete convincervi che tutto ciò che vedrete è assolutamente sicuro. Pronunciate questa frase alcune volte e se sentirete una leggera sensazione di paura, fate dei respiri profondi. Espirando, realizzate che la vostra paura di “vedere le cose” se ne va.

2. Prendete nella mano dominante un cristallo di quarzo trasparente (mano destra se suste destri e sinistra se siete mancini). Immaginate un raggio di luce bianca entrare nella cima del cristallo. Questa luce pulirà il cristallo da ogni eventuale negatività.

3. Avvicinate il cristallo al centro della fronte, sopra le sopracciglia. Il vostro dito medio deve trovarsi sul cristallo all’altezza del terzo occhio.

4. Collocate il dito medio dell’altra mano sopra la cima della testa (senza toccarla).

5. Immaginate che da questo dito medio esca una vite robusta e molto luminosa. La vite arriva al terzo occhio e termina dal dito medio dell’altra mano. Così chiudete il cerchio, e ora la vostra mano principale (quella che tiene il cristallo) manda l’energia all’alta mano. Passando per la testa, questa energia eliminerà la spazzatura psicologica per aprire il terzo occhio.
Di solito questo processo dura 1-2 minuti; potrete avvertire una leggera pressione nella testa, un formicolio, un calore nelle dita. Sono delle sensazioni normali quando si lavora con le energie.

6. Mettete la mano destra sull’orecchio destro, continuando a tenere il cristallo nella mano dominante. Mettete la mano sinistra sull’orecchio sinistro. Immaginate una luce bianca scaturire dal dito medio della mano dominante.
Contemporaneamente, spostate lentamente entrambe le mani verso la parte superiore della nuca. Ritetete questo movimento 7 volte. Conservate il desiderio di toccare il retro del Terzo occhio, nella parte della nuca (per sapere come si presenta il retro del terzo occhio, visualizzate il retro del normale bulbo oculare).
Qui si trova quell’area del cervello che registra le immagini ed è responsabile della loro lettura. Assomiglia ad una piastrina semicircolare, posta alla base della parte posteriore del cranio.

Con l’aiuto della luce bianca aprite una grande area larga 12 cm che si estende dal retro del terzo occhio fino al lobo occipitale. Questa cavità trasmette l’informazione ricevuta tramite il terzo occhio, a quella parte del cervello che elabora l’informazione visiva.
Cos’ potrete capire meglio ciò che vedrete. Avevo lavorato con molte persone dal terzo occhio aperto, e tutti si lamentavano di non essere capaci di chiaroveggenza. Il fatto è che non basta avere il terzo occhio aperto! Se manca il collegamento tra questo e il lobo occipitale, una persona non saprà mai di avere il suo terzo occhio aperto, oppure non capirà ciò che vedrà.

7. Il passo conclusivo: mettete il dito medio della mano dominante sulla parte superiore del cristallo e portatelo al terzo occhio. Adesso toglierete ciò che eventualmente lo oscurava. Fate dei movimenti leggeri, diretti all’insù, come se cercaste di tirare su una tapparella. Non dimenticate di respirare.
Ripetete questa azione minimo 7 volte oppure finché non sentirete il velo scomparire.

Fate l’esercizio più volte per avere un risultato.

A.M.I




http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

domenica 21 maggio 2017

UNA MONACA ZEN PARLA DELL'AMORE

QUESTA CHE SEGUE E’ UNA LETTERA CHE HO RICEVUTO ANNI FA DA UNA MONACA ZEN
PARLA DELL’AMORE:

Caro Felipe,
grazie per la tua lettera, non ho avuto problemi nel tradurla.
Quando abbiamo una relazione con qualcuno, noi dobbiamo capire quella persona. Se capiamo profondamente come è lei, siamo sicuri di amarla profondamente.
Invece di dire “TI AMO”, dovremmo dire “IO VOGLIO CAPIRTI!!”, perché se non capiamo è impossibile amare.
Se lei ha scelto te, e tu hai scelto lei, questo vuol dire che avete scelto anche le difficoltà, come anche le cose belle. Tu hai scelto i suoi fiori come anche la sua spazzatura, e lei ha scelto i tuoi fiori, come anche la tua spazzatura.
Voi dovete imparare insieme a trasformare la spazzatura in fiori.
Un essere umano è impermanente, e non ha un sé separato, tu non sei mai la stessa persona, cambi ogni momento, come anche lei.
Devi guardarla molto attentamente, così vedrai il suo corpo, le sue sensazioni, le sue emozioni, la sua mente : tutto questo in lei cambia ogni momento.
Guardala in profondità e vedrai cose meravigliose in lei. Tu dovresti farle conoscere quante cose belle si nascondono in lei, dovresti dirle quanto la apprezzi, così lei avrà più confidenza in se stessa e crescerà più forte e indipendente.
Non dovresti dirle quello che deve fare, ma dovresti incoraggiarla ad essere quello che già è.
Forse le potresti chiedere aiuto, potresti dire : “Ti prego, dimmi quando ti rendo triste, quando ci sono momenti in cui faccio o dico cose che tu non capisci : ti prego, chiedimi di spiegarti quando faccio qualcosa che non capisci. Se mi rendo conto di quanto ti faccio soffrire, sarò determinato a cambiare. Allo stesso modo, se tu farai o dirai cose che non capirò, mi lascerai chiedere?”.
Quando due persone si amano, le emozioni e i sentimenti dovrebbero avvolgerli come il sangue circola nel nostro corpo quando è in buona salute; ecco perché il dialogo è così importante.
Lei dovrebbe chiederti spiegazioni quando qualche cosa non va, così come tu dovresti fare con lei.
L’unico modo utile per aiutarla è nella tua trasformazione.
Amare qualcuno non è sempre facile, ma se c’è vero amore c’è sempre gioia: fai spazio nel tuo cuore per la gioia!
Non puoi dire a lei che deve cambiare, tu devi cambiare per primo.

MOMENTO PRESENTE, SO CHE SEI MERAVIGLIOSO.

CON AMORE
Sister Annabel

From Felipe Guerra FB


http://divinetools-raja.blogspot.it 
La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 19 maggio 2017

GUARDA NEL MAL DI TESTA

La prossima volta che hai un mal di testa, prova questa semplice tecnica di meditazione, solo in forma sperimentale; in seguito potrai usarla con malattie e sintomi più gravi.


Quando hai mal di testa prova questo piccolo esperimento. Siedi in silenzio e osservalo, guardalo in profondità: non come se stessi tenendo d'occhio un nemico, perché se lo consideri un nemico, non riuscirai a osservarlo nella giusta prospettiva. Lo eviterai: nessuno guarda un nemico negli occhi; lo evita, si tende a evitarlo.


Guardalo con gli occhi dell'amicizia. E un tuo amico, ti sta aiutando. Ti sta dicendo: «Qualcosa non va: cerca di scoprire cosa». Siedi in silenzio ed entra nel mal di testa, non con l'intenzione di arrestarlo, ma senza il desiderio che scompaia, senza conflitti, senza lottare, senza essere in antagonismo. Limitati a osservarlo: guarda di cosa si tratta.


Osservalo, e se nasconde in sé un messaggio te lo potrà trasmettere. È un messaggio in codice. E se lo osservi in silenzio, rimarrai stupito...


Se lo osservi in silenzio, accadranno tre cose. Innanzitutto: più ci vai dentro, più diventerà intenso, tanto che ti sorgerà un dubbio: «Come potrà essermi d'aiuto se sta diventando sempre più doloroso?». Ti farà più male perché finora lo hai evitato. C'era anche prima, ma tu lo evitavi; lo reprimevi già: anche senza usare l'aspirina, lo stavi reprimendo. Quando lo osservi bene, la repressione scompare. Il mal di testa si farà sentire nella sua intensità reale. Ti sarai stappato le orecchie, ora potrai sentire il suo messaggio.


All'inizio diventerà più intenso. Se il dolore aumenta, puoi esser certo che lo stai osservando nella giusta prospettiva: se non aumenta di intensità, vuol dire che non lo osservi; ancora lo stai evitando. Osservalo da vicino: diventerà più intenso. Questa è la prima indicazione che lo stai osservando nel modo giusto.


Nella fase successiva si localizzerà in un punto preciso, non sarà più diffuso in tutta la testa. All'inizio pensavi: «Mi fa male la testa ». Ora vedrai che non è tutta la testa, ti fa male solo un punto molto circoscritto. Anche questo indica che lo stai penetrando in profondità.


La sensazione di dolore diffuso è ancora un trucco, è un modo per evitare il male. Se questo è concentrato in un punto, sarà più doloroso; quindi ti crei l'illusione che sia tutta la testa a dolere. Lo espandi a tutta la testa, cosi non è eccessivamente forte in nessun punto: cosi continuiamo a ingannarci!


Osservalo in profondità e nella seconda fase diventerà sempre più circoscritto e si definirà sempre di più. A un certo punto sarà solo la punta di un ago: molto affilato, acutissimo, dolorosissimo. Non hai mai provato un dolore simile alla testa. Ma è del tutto delimitato in un punto piccolissimo. Continua a osservarlo.


E infine entri in una terza fase, la più importante: se continui a osservare questo punto man mano che diventa più doloroso e delimitato e concentrato, a tratti lo vedrai scomparire. Quando lo metti a fuoco perfettamente, scomparirà. E quando scompare, intuirai da dove veniva, qual era la causa. Quando l'effetto scompare, ne vedrai la causa.


Accadrà molte volte. Il dolore ricomparirà: la tua messa a fuoco non è più così perfetta, cosi concentrata, cosi attenta, e il mal di testa ritornerà. Ma ogni volta che osserverai realmente quel punto, scomparirà; e scomparendo svelerà la propria causa. E sarai sorpreso: la tua mente sarà pronta a rivelarti qual era la causa.


E ci possono essere mille e una causa. L'avvertimento che ricevi è sempre lo stesso perché si tratta di un sistema d'allarme molto semplice. Nel corpo non ci sono molti sistemi d'allarme. Scatta lo stesso allarme per cause diverse. Forse negli ultimi tempi sei stato in collera e non l'hai espressa. All'improvviso te la troverai di fronte, come una rivelazione: vedrai tutta la collera che ti sei portato dentro cosi a lungo... come un pus nel tuo essere.


Ora non ne puoi più e quella collera vuole trovare uno sbocco. Ha bisogno di una catarsi. Abbandonati a una catarsi, e immediatamente vedrai il tuo mal di testa scomparire. Non avevi affatto bisogno di aspirina, non serviva prendere una medicina.


Voi siete la vostra rovina, voi siete l'ostacolo. Meditazione è quando non esiste colui che medita.


Osho.

http://oshoite.blogspot.it/2015/12/guarda-nel-tuo-mal-di-testa.html


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 18 maggio 2017

... sei nello stato del non nato.



Il tuo atteggiamento, il tuo cuore
trasforma il mondo in un ashram.
L’intero universo è l’ashram di Dio.
Devi diventare la presenza che rende sacro un ashram,
ma tu sei anche Quello che è consapevole
della presenza stessa.
Non troverai molti che ti aiuteranno
ad arrivare a questa profonda realizzazione.
Quando sei nella posizione di osservare
la coscienza e la presenza,
sei nello stato del non nato.
Sei nel luogo della Consapevolezza non nata.
Là non ci sono biografie né autobiografie,
non ci sono religioni.
Non ci sono dharma né karma là.
‘La’ non è là.
Là è qui, ora e sempre.


~ Mooji

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 15 maggio 2017

PADRONE DI TE STESSO

"Buddha stava passando per un villaggio e la gente si mise a insultarlo. Usarono tutte le parole più insultanti che conoscevano, le più pesanti. Buddha rimase fermo, ascoltando in silenzio, con grande attenzione, e poi dichiarò: 'Grazie per essere venuti da me, ma purtroppo vado di fretta. Devo andare nel villaggio vicino, dove mi stanno aspettando. Non posso dedicarvi del tempo oggi, ma domani quando ripasserò di qui, avrò più tempo. Vi potete riunire di nuovo, e se avrete ancora qualcosa da dirmi che non siete riusciti a dire oggi, potrete farlo. Ma oggi dovete scusarmi'.


Quella gente non riusciva a credere ai suoi occhi e alle sue orecchie: quest'uomo era rimasto completamente imperturbabile, impassibile. Uno di loro chiese: 'Forse non ci hai sentito? Ti abbiamo insultato più che potevamo, e tu non hai nemmeno risposto!'

Buddha replicò: 'Se volevate una risposta, siete arrivati troppo tardi. Dovevate venire dieci anni fa, e allora vi avrei risposto. Ma in questi dieci anni ho smesso di essere manipolato dagli altri. Non sono più uno schiavo, sono padrone di me stesso. Agisco secondo il mio essere, non quello di qualcun altro. Agisco in base ai miei bisogni interiori. Non potete costringermi a fare qualcosa. Va benissimo: volevate insultarmi e lo avete fatto! Sentitevi pure soddisfatti. Avete fatto il vostro lavoro a perfezione. Ma per quanto mi riguarda, non accetto i vostri insulti e, se io non li accetto, non hanno alcun significato'."

Osho


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

domenica 14 maggio 2017

La Legge di Attrazione non funziona come ti dicono

Dopo il successo di “The secret” sono nati migliaia di articoli, libri e video sulla legge d’attrazione, ma come al solito quando una conoscenza viene divulgata alle masse bisogna spiegarla per bene, perché altrimenti si creano fraintendimenti. Migliaia di persone hanno iniziato a fare la “visualizzazione creativa”, a immaginarsi ricchi e di successo per poi ritrovarsi nello stesso punto di prima. Tutto questo nasce da un errore di fondo. Il motivo per cui la legge di attrazione non funziona è che “non attrai ciò che pensi, ma ciò che sei”.

E’ inutile che ti sforzi di pensare come sarà quando guiderai una Ferrari, che ti immagini di essere ricco, di successo e circondato da tutto ciò che vuoi. Non è soddisfacendo i desideri del tuo ego, che diventi il creatore della tua realtà. La legge d’attrazione non funziona così. Non risponde a ciò che pensi, ma a ciò che sei interiormente.

Cosa vuol dire in pratica? Se tu sei geloso, il tuo destino è già scritto: non può non accaderti qualcosa che ti mostri questa gelosia. Se tu non ti accetti e non ti ami per ciò che sei, il tuo destino è già scritto. Non possono non accaderti degli eventi dove questa mancanza di amore viene allo scoperto. Qualcuno ti insulterà o ti offenderà. Se ti senti ricco interiormente, devi avere sempre il denaro che ti serve. Invece se ti senti una vittima, devi attrarre un carnefice. Se ti lamenti tutto il giorno, devi vivere altre situazioni di cui lamentarti.

In sostanza, attrai ciò che sei non ciò che vuoi. Ecco perché la legge d’attrazione non funziona come credi.

La Legge di attrazione non funziona nemmeno riprogrammando il tuo subconscio

Nel campo della crescita personale, della spiritualità e della new age spopolano le tecniche di “riprogrammazione del subconscio”. Sono tutte castronerie. Anche se il principio di base è giusto, è sbagliata l’applicazione pratica. L’idea di riprogrammare il subconscio, nasce dalla consapevolezza che tutta la tua vita viene creata dal tuo subconscio.

Il tuo subconscio è come un iceberg, dove il 5% che emerge sopra la superficie rappresenta la tua parte cosciente (quella che usi per leggere questo articolo), mentre il restante 95% rappresenta la parte dell’iceberg sotto la superficie dell’acqua (sede delle tue convinzioni più intime).

Leggi con attenzione:

1- E’ vero che la tua vita viene creata dal tuo subconscio;
2- Non puoi riprogrammare un bel niente con i metodi che ti hanno spiegato.

Come no? Ti sbagli, a me hanno detto che il subconscio si può riprogrammare con le affermazioni positive e con altre tecniche. Te lo ripeto: non puoi riprogrammare un bel niente con i metodi antiquati che ti hanno spiegato. Soprattutto non potrai mai cambiare qualcosa nel tuo subconscio utilizzando i pensieri coscienti.

Non puoi riprogrammare il tuo subconscio con i tuoi pensieri coscienti, per un motivo semplice. Tanto semplice che tutti, anche gli “esperti del settore” dimenticano. Il subconscio non reagisce ai pensieri coscienti ma reagisce a pensieri uniti e amalgamati da forti emozioni. Con il tuo pensiero cosciente non fai proprio niente. Non devi riprogrammarti, devi identificarti con il tuo subconscio che è totalmente diverso. Vuoi davvero conoscere il segreto per cambiare interiormente? Consiste nell’identificarti con il tuo subconscio. In pratica cosa vuol dire? Te lo spiego ma prima leggi alcune strategie utili.

Legge di attrazione non funziona: come cambiare interiormente

Se quindi la legge di attrazione non funziona perché non risponde ai miei pensieri ma a ciò che sono interiormente, come cambio interiormente? Tutte le strategie e gli esercizi per cambiare interiormente li ho descritti nell’ebook:”La Felicità è una Scelta”.

In sintesi, ecco alcune strategie per cambiare ciò che sei:

– Affronta le tue paure;
– Impara a vivere nel “qui ed ora”, più ti osservi più cambi interiormente;
– Smettila di lamentarti, di giudicare, e impara a gestire le tue emozioni negative;
– Trasforma la gratitudine in uno stato d’animo giornaliero.

I PROGRAMMI NEUROACUSTUCI E L’EVOLUZIONE SPIRITUALE.

Ho cominciato dalle riflessioni sul misticismo. Innanzi tutto bisogna chiarire il significato della parola mistico. Per mistico si intendo tutto ciò che ha a che fare con il sacro, o ciò che riguarda la sfera spirituale. Per spirituale non intendo religioso. La religione è una creazione umana, che tenta di spiegare cosa è Dio, e applica le sue leggi attraverso dogmi secondo la visione dettata dalla mente limitata dell’uomo. Perciò imperfetta come lo è l’uomo. Il misticismo invece è strettamente legato al sentire intimo, non è un sentire che viene dall’esterno. Nasce dall’interno.
Il nostro mondo interiore che trascende la mente oggettiva, che interpreta il mondo circostante e le sensazioni che ne derivano a seconda della propria comprensione della vita.
Sono consapevole che con queste poche righe non ho dato una spiegazione esaustiva del misticismo, ma serve solo a introdurre un mio pensiero legato all’uso delle meditazioni neuro acustiche viste anche sotto l’aspetto spirituale o mistico.
Se la spiritualità ha a che fare con la nostra interiorità, innanzitutto dobbiamo capire che cosa è il nostro mondo interiore. E’ tutto ciò che noi sentiamo, non solo attraverso i sensi fisici , ma anche nell’intimità. Ciò che viene codificato attraverso il cervello. L’interiorità è costituita da pensieri ed emozioni. Agiscono incessantemente in ogni azione che compiamo, e qua si trova il nocciolo della questione.
Ogni azione, pensiero e deduzione, deriva dalla nostro modo di interpretare la realtà. Intendo tutto ciò che ha a che fare con quello che ci è stato insegnato fin dall’infanzia. Scuola, religione, usi e costumi del luogo di provenienza, le amicizie, la cultura e l’educazione dei genitori e soprattutto la TV. Questo in un certo senso crea una struttura mentale che diventano le nostre credenze e convinzioni, ma in realtà sono solo dei programmi inseriti in un software che è il nostro cervello decodifica, e attraverso un input arriva al subconscio, che ci fa agire nel mondo circostante a seconda della “programmazione”ricevuta. Di riflesso condiziona la nostra coscienza e il modo di agire nella quotidianità.
Queste si possono definire sovrastrutture mentali o più semplicemente condizionamenti indotti.
Credo che per il vero ricercatore mistico questa sia la cosa più ardua da intraprendere.

Cioè prendere coscienza dei propri limiti e liberarsene. Deprogrammarsi e diventare uno spirito libero!

I programmi neuro acustici in questo caso sono degli strumenti validissimi per resettare il cervello e dare nuovi input al subconscio. Inducendo delle frequenze adatte allo scopo si cancella ciò che è stonato.
Mi spiego: le note stonate sono dettate soprattutto dalla paura, dai rancori, dalle frustrazioni e dal senso di impotenza che nasce dalla somma di tutte queste emozioni negative. Sono i freni che non permettono di fare un passo in avanti nella nostra evoluzione spirituale. Si possono paragonare a dei muri di gomma all’interno di un labirinto dove si sbatte addosso continuamente senza trovare una via d’uscita. Ovviamente parlo per mia esperienza personale. Ho trovato un grande aiuto con le meditazioni neuro acustiche, prendendo coscienza man mano che proseguivo con le meditazioni, di quali fossero i miei limiti e sono stati la chiave per aprire la porta invisibile per il cambiamento.

Dopo la purificazione da emozioni negative con i programmi tipo la rimozione delle frustrazioni, la meditazione del perdono, le lesioni bioenergetiche, la rimozione dell’ansia ecc., si ha già un grande senso di liberazione. Questa liberazione è lo stimolo giusto per proseguire il cammino verso una elevazione spirituale. A patto che lo si desideri!
OM è una meditazione stupenda per questo scopo. Risveglia energie assopite e le rimette in moto.
L’illuminazione che connette la mente con i piani superiori dell’intelligenza cosmica.
L’attivazione dei chakra che purifica e risveglia i nostri centri energetici principali.
E tutte le nuove meditazioni come la normalizzazione dell’equilibrio energetico, la risonanza del DNA che ripara i danni che avvengono quando subiamo la vita, ripristinando la funzione del DNA ristabilendo i flussi energetici ... regolano gli scambi tra la coscienza, lo spirito e il corpo apportando le giuste informazioni che le regolano.

Non mi sembra poco. Queste sono solo alcuni esempi che permettono di ottenere un salto nella propria evoluzione spirituale personale e ricollegarsi al nostro santuario interiore dove avviene il dialogo con il maestro.

Come sempre tutto dipende da noi! Lo ripeto sempre. Ci sono una moltitudine di meditazioni a disposizione, l’importante è scegliere quelle con le quali ci sentiamo più in sintonia, e osare senza paura. Mai come in questi tempi di caos l’uomo ha avuto bisogno di ritrovare se stesso, e le meditazioni di Lenni sono un validissimo aiuto per liberarsi dai condizionamenti e dai fantasmi del passato permettendoci di fare un passo in più sul sentiero della propria realizzazione spirituale.
Buon viaggio a tutti!

di Ivan Brugnolo

Advanced Mind Institute


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 12 maggio 2017

Il vuoto nelle mani


“Va’ col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto.
Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile.
Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il tuo essere.
Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la luna nel cielo.
Devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi avere lasciato accadere il vuoto nella tua mente, nei tuoi pensieri, nelle tue mani, per accorgerti della meraviglia intorno a te…”

Carl Jung

Va col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto. Questo è il mio dono. Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile. Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il secchio, e che non è altro che acqua, perché altrimenti guarderai sempre e solo il riflesso, e nient'altro. Nella ricchezza, nei beni materiali, nella casa, nell'automobile, nel prestigio, tu non vedrai che il riflesso della luna piena nell'acqua del secchio, mentre la luna vera è li, in alto, che ti aspetta da sempre. Lascia cadere il secchio, cosi che l'acqua sfugga via, e con essa la luna. Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo; ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna. Il vuoto nelle mani.

Osho



Tratto da;


Dieci Storie Zen

Lo zen spiegato con lo zen
/>http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa

SCUSAMI MI DISPIACE

Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo. (Gandhi)
Nel perdono c’è sempre un’inclinazione dall’alto verso il basso, che impedisce una relazione alla pari. Ma se tu dici: “mi dispiace”, stai di fronte. Allora conservi la tua tua dignità, e così l’altro può avvicinarsi a te più facilmente. (Bert Hellinger)
… Alla luce delle fiamme, Caino notò sulla fronte di Abele il segno della pietra e lasciando cadere il pane che stava per portare alla bocca chiese che gli fosse perdonato il suo delitto. Abele rispose: “Tu hai ucciso me, o io ho ucciso te? Non ricordo più: stiamo qui insieme come prima“. “Ora so che mi hai perdonato davvero” disse Caino “perché dimenticare è perdonare. Anch’io cercherò di scordare“. Abele disse lentamente: “È così. Finché dura il rimorso dura la colpa“. (Jorge Luis Borge)
Se avete ragione, potete permettervi di scusarvi; e se avete torto, non potete permettervi di non farlo. (Edwarg Wallace)
Tieni chi ami vicino a te, digli quanto bisogno hai di loro, amali e trattali bene, trova il tempo per dirgli “mi spiace”, “perdonami”, “per favore”, “grazie” e tutte le parole d’amore che conosci. (Gabriel Garcia Marquez)

http://darshanshaktipat.it/2017/05/09/chiedere-scusa-perche-e-importante-e-come-farlo/

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 10 maggio 2017

ABBANDONARE IL MATRIX...


Non tutto è da prendere come uno scherzo! Un bel programma di vita.
1. Smettere di bere, fumare, mangiare il cibo spazzatura; limitare i carboidrati, escludere lo zucchero; consumare soltanto il cibo "vivo".
2. Pulire l'intestino (dai parassiti soprattutto). Buttare via la maggioranza dei medicinali. Non andare dai medici. Non lasciarsi manipolare dagli estranei e smettere di credere nelle malattie; non esistono.
3. Parlare con il proprio corpo. Il copro ci dice sempre di cosa ha bisogno. Il bisogno dei cibi con vibrazioni basse significa l'esistenza delle deformazioni nella struttura cellulare. Fare l'amicizia con gli elementi dell'organismo, dare loro i compiti: pulire, ripristinare… quando ci si lava, parlare con l'acqua, chiederle di pulire i corpi inferiori. Non girare con i cappelli sciolti - i cappelli sono come le antenne, raccolgono le informazioni nocive e pensieri altrui; lasciarli sciolti solo quando si comunica con le forze superiori e durante le meditazioni.
4. Fare ginnastica e meditazioni.
5. Stare, almeno 2-3 ore al giorno, all'aria fresca; comunicare con la natura. Smettere di frequentare i centri commerciali, stadi, manifestazioni, bar e locali alla moda.
6. Fare una cernita nel proprio guardaroba, lasciare solo i capi naturali, comodi, che piacciono, il resto si da via. I gioielli e la bigiotteria bloccano le energie, non esagerare.
7. Buttare via il microonde, non guardare la TV. Eliminare grovigli di cavi elettrici in casa. Staccare il cellulare di notte e quando si fanno delle meditazioni; pulire il computer eliminando i giochi, forum stupidi, file su nulla. Fare l'ordine in casa, in cantina, nell'orto. Tutto ciò che è rotto, sbrecciato, non riparabile, tutto ciò che sta in soffitta - non serve. Via! Riparare ciò che serve. Non lasciare i rubinetti gocciolanti. Amare tutto ciò che vi circonda.
8. Perdonare tutti e chiedere perdono.
9. Comunicare con gli animali, piotante, bambini piccoli.
10. Dopo un paio di mesi sentirete che le spese (eliminato tutto il superfluo) si riducono. Si può provare a lavorare un po' meno.
11. Smettere di preoccupassi dell'età. Spostate il vostro corpo in quel punto della vostra sfera dove vi piacete esternamente e comunicatelo al corpo!
12. Non preoccuparsi di nulla. Non dovete affrettarvi. Siete nell'eternità. Non ignorare ciò che sembra di avere poco significato.
13. Creare: scrivere, dipingere, disegnare, fare il modellismo, ballare, cantare. Non collezionare nulla. La vita è verbo. La cosa migliore è disegnare sulla sabbia della risacca.
14. Sorridere sempre e a tutti.
Non tutto è da prendere come uno scherzo! Un bel programma di vita.

1. Smettere di bere, fumare, mangiare il cibo spazzatura; limitare i carboidrati, escludere lo zucchero; consumare soltanto il cibo "vivo".


2. Pulire l'intestino (dai parassiti soprattutto). Buttare via la maggioranza dei medicinali. Non andare dai medici. Non lasciarsi manipolare dagli estranei e smettere di credere nelle malattie; non esistono.

3. Parlare con il proprio corpo. Il copro ci dice sempre di cosa ha bisogno. Il bisogno dei cibi con vibrazioni basse significa l'esistenza delle deformazioni nella struttura cellulare. Fare l'amicizia con gli elementi dell'organismo, dare loro i compiti: pulire, ripristinare… quando ci si lava, parlare con l'acqua, chiederle di pulire i corpi inferiori. Non girare con i cappelli sciolti - i cappelli sono come le antenne, raccolgono le informazioni nocive e pensieri altrui; lasciarli sciolti solo quando si comunica con le forze superiori e durante le meditazioni.

4. Fare ginnastica e meditazioni.

5. Stare, almeno 2-3 ore al giorno, all'aria fresca; comunicare con la natura. Smettere di frequentare i centri commerciali, stadi, manifestazioni, bar e locali alla moda.

6. Fare una cernita nel proprio guardaroba, lasciare solo i capi naturali, comodi, che piacciono, il resto si da via. I gioielli e la bigiotteria bloccano le energie, non esagerare.

7. Buttare via il microonde, non guardare la TV. Eliminare grovigli di cavi elettrici in casa. Staccare il cellulare di notte e quando si fanno delle meditazioni; pulire il computer eliminando i giochi, forum stupidi, file su nulla. Fare l'ordine in casa, in cantina, nell'orto. Tutto ciò che è rotto, sbrecciato, non riparabile, tutto ciò che sta in soffitta - non serve. Via! Riparare ciò che serve. Non lasciare i rubinetti gocciolanti. Amare tutto ciò che vi circonda.

8. Perdonare tutti e chiedere perdono.

9. Comunicare con gli animali, piotante, bambini piccoli.

10. Dopo un paio di mesi sentirete che le spese (eliminato tutto il superfluo) si riducono. Si può provare a lavorare un po' meno.

11. Smettere di preoccupassi dell'età. Spostate il vostro corpo in quel punto della vostra sfera dove vi piacete esternamente e comunicatelo al corpo!

12. Non preoccuparsi di nulla. Non dovete affrettarvi. Siete nell'eternità. Non ignorare ciò che sembra di avere poco significato.

13. Creare: scrivere, dipingere, disegnare, fare il modellismo, ballare, cantare. Non collezionare nulla. La vita è verbo. La cosa migliore è disegnare sulla sabbia della risacca.

14. Sorridere sempre e a tutti.

Advance Mind Institute


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 4 maggio 2017

Scegliete quella donna che ...

Scegliete quella donna che si dedica alla ricerca della profondità della propria anima. Questo significa che lei potrà trovare la profondità anche della vostra anima. Imparando a perdonare i suoi errori, imparerà a perdonare anche i vostri, e col tempo entrambi capirete che non ci sono errori, ci sono delle possibilità.
Scegliete quella donna che purifica il suo subconscio dalla spazzatura con le meditazioni e si libera dalle ferite del passato con i mantra, anche se a voi queste parole sembrano misteriose. Lei non ha paura dei segreti della propria anima. E vi aspetta un'avventura lunga una vita, una navigazione nell'oceano del suo cuore.


Scegliete quella donna che onora il suo corpo attraverso il moto, il cibo sano e si prende cura di se stessa. Una donna che sta bene nel suo corpo vi aiuterà a trovare il confort nel vostro corpo, e le sue sensualità e tenerezza diventeranno una fonte di gioia per tutti e due.

Scegliete una donna dalla mente flessibile e dalla colonna vertebrale flessibile. Probabilmente, non la capirete quando vi racconterà della filosofia sufi, ma la capirete sempre quando vi parlerà d'amore, perché lei vivrà di questo.

Questa donna magica la troverete in tanti posti. Non solo nei circoli yoga, ma ovunque dove serve aiuto. La riconoscerete dalla sua aura che potrà accecarvi. Potreste persino scambiarla per una dea. Ma è proprio così: lei possiede tutte le forze della terra, dell'aria, dell'acqua e dell'etere.
E' una custode dell'Universo, e crea la vita,. E la vita che creerete insieme sarà splendida.

(Ramdesh Kaur)

Da Olga Samarina FB


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa