domenica 24 settembre 2017

LA MENTE E' UNA MALATTIA

"...Secondo gli psicoterapeuti, esiste una mente sana e una mente malata. L’esperienza del Budda è completamente diversa, secondo lui, la mente come tale è un fenomeno insano. Non esiste una mente sana. La mente e la malattia sono sinonimi, perciò non riuscirete mai a renderla sana.

Si, potrete adattarla meglio, potrete farla moderatamente malata, moderatamente nevrotica; ma non riuscirete mai a guarirla.


La mente è una malattia...".

(Per "curarla" sincronizzate gli emisferi del cervello!)



vedi
http://cromopuntura-cromos.blogspot.it/2015/06/sincro-cervello.html


http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa

Salvatore Brizzi La Via della Ricchezza



















Il nuovo libro di Salvatore Brizzi non è un libro innocuo, è un libro pericoloso...

Può farti molto bene, ma per arrivare a farti del bene deve prima farti molto male. Sarà duro e fin dalle prime righe ti costringerà a sacrificare delle parti della tua personalità, della tua stessa identità, a cui ormai sei affezionato, ma che costituiscono la zavorra che ti impedisce di volare più in alto...

Il concetto rivoluzionario di questo testo è che la Ricchezza viene intesa come un dovere, un servizio all'umanità, e non un diritto o un piacere, come si è creduto fino ad oggi. Sentirsi ricco, soddisfatto e sereno costituisce il dovere di ogni buon cittadino, il quale deve fare da esempio per i propri figli e per la collettività.

Tra le pagine di questo libro scoprirai che non solo è possibile conciliare la spiritualità con l'abbondanza di denaro, ma che il successo lavorativo e l'agiatezza economica sono solo conseguenze dell'allineamento con la propria anima

"Compra questo libro solo se hai intenzione di diventare una persona diversa, sennò posalo. Se sei interessato unicamente a fare soldi, allora a me non interessano i tuoi soldi."


In questo libro Salvatore Brizzi intende la Ricchezza non unicamente come una particolare condizione economica, bensì come uno stato di benessere e soddisfazione che coinvolge l’intera vita di una persona.

La ricchezza va considerata un dovere civico – come andare a votare – e quindi vissuta come tale.

Il denaro non deve più rappresentare un desiderio che scaturisce dalla cupidigia o dalla paura, bensì un dovere che va compiuto da ogni buon cittadino per il bene di tutti. Il denaro va dunque spostato dalla sfera del desiderio alla sfera del dovere.

Sappi che se decidi di leggere questo libro, devi impegnarti sin da ora a mettere anche al servizio del prossimo il nuovo benessere che acquisirai.

http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa


La Via della Ricchezza Salvatore Brizzi

La Via della Ricchezza
Il denaro al servizio dell’umanità
Salvatore Brizzi

Compralo su il Giardino dei Libri

sabato 23 settembre 2017

UNA STORIA SUFI ...

Un re disse alla sua corte che desiderava la totalità della saggezza condensata in una frase.

La frase avrebbe dovuto essere la più corta possibile, tanto da poter essere incisa sul suo anello di diamanti, in modo da poterla leggere in una situazione senza via d'uscita.Era un compito difficile, ma uno dei suoi ministri disse: "La preparerò! Datemi l'anello, ma non dovete leggerla fino a che ogni altra possibilità non sarà sfumata e non vi troverete faccia a faccia con la morte, in stato di estrema emergenza, perché solo allora la comprenderete."

Il re era curioso, ma dovette dare la sua parola che non l'avrebbe letta.Di lì a poco il suo regno fu invaso e il re fu sconfitto. Fuggì sulle montagne per nascondersi. Raggiunse un punto in cui la montagna finiva e un abisso si apriva davanti a lui: non c'era modo di proseguire e non poteva certo tornare indietro...sentiva i nemici che si avvicinavano a cavallo.Aspettò qualche minuto e, quando udì i cavalli farsi così vicini...stava per essere catturato-era una questione di secondi-, allora si tolse l'anello di diamanti, lesse e scoppiò a ridere, in quel luogo silenzioso.

La valle intera si riempì della sua risata, perché ciò che lesse era molto semplice. Sull'anello era inciso: "Anche questo passerà".

E cosa successe? i cavalli presero un'altra strada e il re sentì che si allontanavano.Raccolse nuovamente il suo esercito e riconquistò il regno. CI fu una grande festa in tutta la capitale, perché erano di nuovo indipendenti. Il re fu ornato di ghirlande, la sua carrozza era piena di fiori e la gente, per la gioia, continuava a lanciargli fiori...e cantava e ballava.

In quel momento il re di nuovo si tolse l'anello e rilesse la frase: "Anche questo passerà". E quell'istante divenne la sua illuminazione. Arriva la tristezza, arriva la gioia e tutto se ne va. Ciò che rimane sempre è il testimone.Il testimone è al di là di ogni polarità. E' l'elemento trascendente dell'esistenza.

Osho una storia sufi




http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa

Tecniche e meditazioni di IvanoV Antar Raja

venerdì 22 settembre 2017

Proprio qui, al centro del 'tu'

"Fareste meglio a localizzare quella parte di voi che è sempre
causa e quindi riconoscere che siete voi quella parte.
E questo è molto semplice... molto, molto semplice.

Proprio qui, al centro del 'tu' c'è una fonte inestinguibile
e assolutamente indistruttibile di movimento.

Ed è la fonte di movimento che di per sé non ha alcun movimento.
Questa è la vostra eredità in quanto parte di beingness divina.
E' così, e non pensate che sia una piccola parte di voi, perché non è così.

Siete voi.

In quella parte di voi che è voi, possedete l'immortalità.

Quella parte è immortale.

Se non la possedeste, non sareste qui."

L. Ron Hubbard

("La Rotta Verso l'Infinito")

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 18 settembre 2017

LA VITA VI FA VEDERE CIO' CHE AVETE DENTRO

Se dentro avete la paura, la vita vi spaventerà.

Se dentro avete l'aggressione, la vita vi "attaccherà".
Se dentro avete la voglia di combattere, avrete dei nemici.
Se dentro avete i sensi di colpa, la vita vi "punirà".
Se dentro avete i rancori, la vita vi darà la possibilità di moltiplicarli.

E tutto ciò ha l'unico scopo: farvi vedere ciò che siete, ciò che portate nell'anima. La vita vi vede come siete dentro, e non come vorreste sembrare.

(Alexandr Sviyash)



http://divinetools-raja.blogspot.it

La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 14 settembre 2017

LIBERARSI DAI BLOCCHI NEGATIVI

I nostri risentimenti e la negatività ostacolano fortemente il nostro successo, e in generale, tutta la vita. Un nodo alla gola, se non è stato sciolto, può trasformarsi in malattia.
Dopo questa procedura libererete una grande quantità di energia che potrete inviare per la realizzazione dei vostri desideri. Tirerete un sospiro di sollievo, alcuni desideri si realizzeranno da sé, e forse inizierà ad avverarsi ciò che si sognava da tempo.
La cosa più importante è perdonare coloro chi vi hanno offeso, e anche se stesso.


1.Con la massima onestà, riconoscete quelle qualità del vostro carattere che vi ostacolano (invidia, gelosia, irascibilità, odio, complesso d’inferiorità, ecc.). Si può scriverle. A volte, è molto difficile riconoscere di essere invidiosi o gelosi.

2. Chiudete gli occhi e ripassate mentalmente la vostra vita dalla nascita al giorno d’oggi. Non abbiate fretta, ricordate tutti i particolari. Se siete gelosi, cercate di ricordare perché lo siete diventati (siete stati traditi, ingannati, abbandonati?).
Ricordate il primo amore infelice (nome), i tradimenti degli amici (nomi), i risentimenti contro i genitori. Proprio in quei momenti era nato il complesso d’inferiorità, il disamore per se stessi.
A scuola vi prendevano in giro (nomi)? La vostra amica (nome) aveva detto che in quell’abito siete grassi?
Provate a vivere ancora quei momenti. Piangete, soffrite, vivendo quel dolore. Ricordate il nomi di colui che vi ha offeso; e dite mentalmente a quella persona: “Ti perdono, vai in pace.Ora sono libero/a”. Potrebbe trattarsi delle persone di famiglia, dei vostri intimi.
Lasciateli andare. Potete piangere e gridare, ma poi lascieteli andare.

Liberate il posto a una nuova vita. Se avete fatto tutto bene, sentirete subito una grande stanchezza e un grande sollievo. Alla fine fate una doccia e riposate. Il giorno dopo inizierà una vita nuova, piena di avvenimenti felici. La cosa più importante è che riuscirete a liberarvi di quelle qualità per sempre, ed è probabile che le stesse persone verranno da voi dopo, a chiedere perdono.


Advanced Mind Institute Italia

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 13 settembre 2017

IMMAGINANDO ...



Immaginando di essere il corpo,
non mi sorprende che tu abbia tutti questi disturbi.
Immaginando di essere la mente,
non mi sorprende che tu abbia tutte queste paure.
Sapendo di essere coscienza,
non mi meraviglia che ci sia tutto questo spazio e questa pace.
Realizzando che tu sei la consapevolezza non nata,
non mi meraviglia che tu sia supremamente felice.


~ Mooji


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

CHI SONO?

“L’uomo ha paura della solitudine. Ha paura della solitudine, perché in essa scoprirebbe il riflesso del suo stato reale, si imbatterebbe nel riflesso del suo vero volto. E sarebbe spaventoso, davvero terrorizzante. Pertanto, da quando si alza al mattino fino alla sera quando si corica, usa ogni accorgimento per fuggire da se stesso, per evitare di affrontare se stesso. Ha paura di potersi vedere.”

Osho

http://divinetools-raja.blogspot.it 
La Via del Ritorno... a Casa

domenica 10 settembre 2017

L'Osho Meditation Resort è un ashram?

L’Osho Meditation International Resort non viene chiamato ashram, intenzionalmente.

Il connubio tra “meditazione” e “resort” riflette un approccio molto diverso: la sintesi di “Buddha” e “Zorba” è espressa dal personaggio creato da Osho, Zorba il Buddha: un essere umano i cui piedi sono ben radicati nella terra, e le cui dita delle mani possono toccare le stelle.



Inoltre, il motivo per cui il titolo include il concetto di “resort” è quello di sottolineare l’insistenza di Osho sull’abbondanza, sia interiore che esteriore che è l’esatto opposto della glorificazione tradizionale della povertà e della rinuncia associata con la parola “ashram”.


http://divinetools-raja.blogspot.it
La Via del Ritorno... a Casa