sabato 28 febbraio 2015

IL SOGNO NEL SOGNO

Gli adulti sono diventati prigionieri dei loro giochi e quindi anche delle circostanze a partire dal momento in cui hanno cominciato a prenderle sul serio e a lasciarsi sprofondare nei problemi fino al collo. Un bambino, invece, è il padrone assoluto del suo gioco: la sua consapevolezza è superiore, perché in ogni momento si ricorda che si tratta solo di un gioco; la sua importanza è bassa, perché
si rende conto che si tratta solo di un gioco. Egli agisce impassibilmente, osservando al contempo come spettatore, perché, ancora una volta, è consapevole che si tratta solo di un gioco.
Per gli adulti i giochi sono finiti, la vita è una cosa seria. Da un lato è vero, ma dall’altro questo atteggiamento trasforma l’esistenza in un sogno inconscio a occhi aperti. Ovviamente la persona si rende conto di non dormire e di essere sveglia, ma cosa cambia? Comunque sia, i desideri non si realizzano, i sogni non si avverano, mentre, quasi a farlo apposta, si concretizzano le peggiori aspettative. La vita si snoda da sola, srotolandosi così come viene e non come si vorrebbe. Risulta così che in un sogno lucido l’uomo è padrone della propria realtà, mentre nella realtà è impotente. Tutto è relativo.
La capacità di controllare il sogno si manifesta come conseguenza della consapevolezza che l’uomo ha di se stesso durante un sogno rispetto alla realtà effettiva. A questo livello di consapevolezza l’uomo ha un punto d’appoggio, che è la realtà in cui egli può ritornare al suo risveglio. La realtà, a sua volta, assomiglia a un sogno inconscio a occhi aperti: la vita “accade”. L’uomo non ricorda le sue vite passate e non ha un punto di riferimento da cui partire per raggiungere il livello successivo di consapevolezza.
In un sogno lucido vi ricordate di chi realmente siete: siete coloro che stanno sognando. Vi rendete conto che basta svegliarsi perché tutte le visioni scompaiano, però potete anche restare nel sogno, per gestirlo con la vostra intenzione. Ma finché non vi rendete conto di stare sognando e non ricordate quale fosse il punto di partenza, siete completamente in balìa del sogno: siete dipendenti dalle circostanze, vi trovate in un guscio di condizionamento.
La realtà si differenzia dal sogno per il fatto che in essa si ritorna sempre. Per definire se si tratti di un sogno o della realtà bisogna scegliersi un punto di partenza, giacché sia il sogno che la realtà sono relativi. I sogni non sono reali rispetto alla realtà. Ma rispetto a cosa non è reale la realtà stessa? Dov’è il punto di partenza, l’origine della realtà?
Morendo si ritorna a questo punto di partenza, a quest’origine. Ma ogni volta, nascendo di nuovo, ci si dimentica del punto di partenza e ci si tuffa in un nuovo sogno, una nuova vita.

Vadim Zeland

Reality Transurfing - Le Regole dello Specchio - Libro
Il seguito della trilogia del Transurfing - Cofanetto con 2 libri non vendibili separatamente (La Gestione della Realtà Le Mele Cadono dal Cielo)
Voto medio su 38 recensioni: Da non perdere
€ 18.6
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 26 febbraio 2015

Perchè accettare la realtà?


Si dice spesso, negli ambienti della Legge di Attrazione e dintorni, che si deve imparare ad accettare la realtà…
Ma in base a quale principio?

Si dice che si deve sorridere alle disgrazie… si, ok, va bene, ma in base a quale principio?

Si dice che si deve imparare a pensare positivo sempre e comunque…
Ok, va bene, ma in base a quale principio?

Dicendo queste cose così incomplete, si rischia, anzi… si fa un danno immenso alla gente. Non puoi pensare di accettare le botte di un genitore se non sai perchè te le sta dando, Non pui accettare un fallimento se non sai perchè è successo



Non puoi accettare una malattia se non sai perchè ti è arrivata

Non puoi accettare nulla se non sai il perchè.

Se “accetti” quel che ti accade senza sapere il perchè delle cose, rischi di alimentare in te e intorno a te qualcosa di pericoloso più delle disgrazie stesse che ti stanno accadendo…

Rischi di attirare la rassegnazione, il che è gravissimo.

L’auto-osservazione dei propri pensieri e delle emozioni ad essi correlate è una soluzione “intelligente” per comprendere perchè accettare le cose che ci succedono.

Tutto ciò che viviamo, è il frutto della risonanza con ciò che sentiamo dentro.

Questa è una verità assoluta, una delle poche accettabili.

Se iniziamo a fare auto-osservazione dei nostri pensieri e delle nostre emozioni, ci accorgeremo presto della estrema coerenza tra ciò che sentiamo dentro e ciò che viviamo quotidianamente.

verrebbe da dire che è ovvio perchè… se sentiamo tristezza è per l’evento triste che stiamo vivendo… ma è in realtà, è vero il contrario, è esattamente il contrario.

Sei tu, che con le tue emozioni predominanti, hai creato o cercato (inconsciamente) le condizioni per entrare in risonanza tra te stesso e l’evento che stai vivendo, con le tue emozioni.

Se sei triste, passando davanti ad un locale dove si ride, si scherza e si balla a ritmi caraibici… ti viene voglia di restare? non credo, anzi magari ti irrita pure un pò, però se più avanti c’è un’altro locale dove c’è musica da piano bar melodica e magari un pò triste… in quell’altro locale ti ci fermi e continui nei tuoi pensieri… a rimuginare e alimentare le tue emozioni predominanti, cioè la tua tristezza.

Puoi forse dire che la realtà felice non c’èra? sei solo tu che hai scelto la tristezza, ma lo hai fatto per risonanza con ciò che sentivi dentro di te.

Lo stesso accade su tutto, se sei allegro, non vai a trovare quel parente noioso che ti fa due pal… così, quando invece sei un pò triste di tuo… ti ricordi anche dei parenti che soffrono…

Qualcuno ti ha tolto la possibilità di fare il contrario? no, è stata solo una tua scelta…. Spontanea, ma solo per risonanza con le tue emozioni interiori predominanti.

Se abbiamo compreso questi concetti semplici e al limite del banale, possiamo comprendere tutto il resto e, da questo, possiamo cominciare ad accettare la realtà che ci circonda.

Se siamo circondati dalla tristezza, analizzando il nostro sentire interiore sentiremo che… sotto sotto siamo tristi.

Attenzione, non parlo di quel che mentalmente vorremmo, ma di quel che sentiamo dentro spontaneamente.

Se siamo tristi, non possiamo cambiare l’evento che ci ha rattristati ma possiamo cambiare la nostra reazione a quell’evento e una volta usciti, se ci fermiamo al bar dove si ride scherza e balla… faremo del bene (anche) a noi stessi.

Da quel locale ne usciremo con uno stato d’animo diverso, più leggero e da quella leggerezza nasceranno nuove risonanze, nuove possibilità, lontane dalla tristezza.

Quel che produciamo noi a livello emotivo poi è anche un pò contagioso, quando andremo nei soliti ambienti che frequentiamo per forza di cose (lavoro, famiglia, gruppi di lavoro, società…) porteremo nuove emozioni, che inevitabilmente aiuteranno anche gli altri e se proprio non è cosa a cambiarle in meglio, il nostro inconscio farà qualcosa per portarci fuori da quegli ambienti e metterci in risonanza con quel che noi abbiamo scelto di sentire dentro di noi… in risonanza con la gioia. (se l’abbiamo scelta davvero)

quindi… perchè accettare la realtà così com’è?

Perchè è la conferma del fatto che posso scegliere, la conferma del fatto che, quel che mi succede adesso l’ho scelto io e se l’ho scelto una volta… posso scegliere ancora, e posso decidere anche di cambiare… è la conferma del fatto che ho il potere di farlo.

La fiducia nel fatto che io sono l’arbitro della mia realtà, fin’ora non ho arbitrato tanto bene, ma in realtà nemmeno lo sapevo a cosa si giocava, adesso invece sono pervaso dalla gioia di aver compreso che tutto dipende da me, ne ho avuto le prove, anche se mi ci son fatto male, sono comunque prove certe che possono rafforzare la fede nella potenza delle mie emozioni e nel fatto che la scelta è mia, dipende da me.

Se qualcuno mi insulta… dipende da me come reagire e se reagire, ma posso aggiungere di più, nessuno si permette di insultare qualcuno che non è agganciabile, una persona davvero libera dentro se stessa, una persona che davvero comincia a vivere la vita che vuole lui, uno che sceglie per se stesso in modo libero e indipendentemente dal resto del mondo, si troverà a vivere nel suo mondo ideale dove i bulli, i cattivi, gli approfittatori e altri ancora… non riusciranno ad entrare mai.

Quindi, da questo punto in poi c’è solo da stare attenti… a cosa si pensa e alle emozioni dalle quali ci lasciamo catturare dall’esterno, perchè è evidente a questo punto, che sono solo una risonanza con qualcosa che sentiamo dentro… cambiando dentro possiamo cambiare il mondo in cui spontaneamente decidiamo di andare ad accomodarci o come minimo… possiamo scegliere un’altro angolo di questo mondo che ci piace di più e il nostro inconscio meraviglioso farà di tutto per portarci là, in assoluta risonanza con ciò che abbiamo deciso di scegliere per noi stessi.

Giuseppe Lembo

http://osservazionequantica.altervista.org/accettare-la-realta/

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 25 febbraio 2015

IN VIAGGIO VERSO CASA.....


LA RELIGIONE E' UN VIAGGIO INTERIORE,E LA MEDITAZIONE E' LA VIA.......
La religione è un viaggio interiore, e la meditazione è la via.
Come funziona esattamente la meditazione?
Ti porta dentro,porta la tua consapevolezza sempre più dentro.
Perfino il tuo corpo diventa un oggetto esterno,da osservare.
Perfino la tua mente diventa un oggetto esterno.
Perfino il tuo cuore,che è molto vicino al centro del tuo essere,diventa qualcosa di esterno.
Quando corpo,mente e cuore, tutti e tre, sono visti come oggetti esterni,sei arrivato esattamente al centro della tua esistenza.
Questo arrivare al centro è una tremenda esplosione che trasforma tutto. Non sarai mai più la stessa persona,perché adesso sai che il corpo è solo il guscio più esterno;la mente è un po’ più interiore, ma non ancora il tuo centro;il cuore è ancora più dentro,eppure non ancora il tuo centro.
Tu sei disidentificato da tutti e tre.
E’ per questo che Gurdjieff chiamava la sua via “Quarta Via”:se sai trascendere questi tre,corpo,cuore e mente,arrivi al quarto,oltre al quale non c’è altro.
Sei arrivato alla fine del viaggio. ..
La meditazione è la strada per diventare padrone del proprio essere.
Non occorre Dio,né il catechismo né le scritture.
Non c’è nessun bisogno di diventare cristiano,ebreo,o indù,queste sono tutte assurdità.
Tutto quello che ti ci vuole è di trovare il tuo centro,e la meditazione è il modo più semplice per trovarlo.
La meditazione ti può rendere intero,spiritualmente sano,e tanto ricco da potere distruggere tutta la povertà spirituale del mondo.
E quella è la vera povertà.
Sto cercando di farvi tornare a casa.
Siete andati molto lontano,perdendovi dietro a cose effimere, perdendovi dietro ai sogni,e io voglio che torniate a casa perché ciò che può darvi soddisfazione,ciò che può darvi appagamento non è là fuori,ma è qui;non è in un altro tempo, ma adesso… un esperienza di qui e ora.
Io posso darvene solo un assaggio,e una volta che ne avrete avuto un assaggio, ne andrete alla ricerca:allora niente potrà impedirvelo.
La cosa più importante è averne un assaggio:avete ascoltato tante parole, parole splendide,ma non vi hanno condotto a una ricerca temeraria.
Io non voglio darvi solo parole,ma anche un po’ di contenuto e questo è possibile solo dandovene un assaggio.


OSHO


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 23 febbraio 2015

Osho parla dell'AUM


L’apatia è uno degli ostacoli più grandi, ma scompare cantando l’Aum. Esso crea dentro di te lo Shivalinga, l'anello energetico a forma di uovo. E, quando la tua percezione si affina, puoi addirittura vederlo. Se riesci a salmodiare l’Aum per alcuni mesi, ad occhi chiusi, meditando, potrai vedere dentro di te che il tuo corpo è scomparso: esisterà solo una bio-energia, un fenomeno elettrico, la cui forma sarà quella dello Shivalinga.

Quando accade, l’apatia scompare. A quel punto, ti troverai a un livello di energia alta, potrai spostare montagne, sentirai che parlare non basta: si deve fare qualcosa. E il livello di energia è così elevato, che in quel preciso istante puoi fare qualcosa.
Un uomo titubante, indeciso, incerto, si trova in uno stato di sanshaya: dubita. Non è uno stato contrapposto alla fiducia, in quanto la fiducia è sempre rivolta verso qualcuno. Qui si tratta della fiducia in te stesso: non ti fidi di te stesso, questa è la differenza. Quindi, qualunque cosa ti trovi davanti, sei indeciso: non sai se vuoi farla oppure no; se è bene farla oppure no. Se hai una mente indecisa, non potrai entrare sul sentiero, non sul sentiero di Patanjali. Devi essere deciso, determinato! Devi prendere una decisione! È difficile, in quanto una parte di te dice sempre di no, ma in questo caso, come puoi prendere una decisione? Pensaci quanto più puoi, prendi tutto il tempo che vuoi, pensa a tutte le possibilità… e poi decidi! E quando hai deciso, lascia perdere qualsiasi dubbio.Prima di quel momento, usa il tuo dubbio: fai tutto ciò che riesci a fare, pensa a tutte le possibilità, quindi decidi. Certo, non sarà una decisione totale: all’inizio non è possibile che lo sia. Sarà una decisione della maggioranza: la maggioranza della tua mente ha detto di sì. Ma, quando hai deciso, non dubitare più. Nella tua mente nascerà il dubbio, ma tu limitati a dire: “Ora ho deciso! Basta! Non si tratta di una decisione totale, non tutti i dubbi sono stati eliminati, ma ho fatto tutto ciò che potevo… ho valutato e ponderato a fondo, quanto più mi era possibile, e ora ho scelto!” Una volta fatta una scelta, non permettere più al dubbio di rimettere tutto in discussione, non dargli più il tuo sostegno, in quanto esso esiste grazie al tuo appoggio: puoi continuare a dargli energia, e tornare a ripensare sempre alle tue scelte. In questo caso, si crea una sottile titubanza: questa indecisione è uno stato di cose molto sgradevole – sei proprio in un brutto stato. Se non riesci a decidere nulla, cosa farai? Come potrai agire?

Ma come farà l’Aum – il suono, e la meditazione su di esso – ad aiutarti? Ti aiuta, perché quando diventi silente, sei in pace, quieto, diventa facile decidere. In questo caso, non sei più una folla, non sei più un caos: ora in te parlano molte voci, tutte insieme, e tu non sai più quale sia la tua. L’Aum, il cantarlo, e il meditarci sopra, zittiscono tutte quelle voci. Ora riesci a vedere che quella miriade di voci non sono tue: sono tuo padre, tua madre, i tuoi fratelli, gli insegnanti, che parlano con quelle voci che non ti appartengono… le puoi eliminare facilmente, in quanto non sono degne di attenzione alcuna. Quando diventi silente, grazie al canto dell’Aum, ti senti a casa: sei calmo, quieto, in pace, raccolto. In questo raccoglimento, puoi vedere qual è la tua voce reale - quella che sorge da te - la tua voce autentica.
Stai attento. Come può l’Aum aiutarti ad essere attento? Farà cadere la tua ipnosi. In realtà, se ti limiti a salmodiare l’Aum senza essere in meditazione, diventerà a sua volta un’ipnosi: questa è la differenza tra il comune canto di un mantra e il metodo di Patanjali. Canta il mantra, ma rimani cosciente. Se riesci a cantare l’Aum e restare cosciente, queste due cose diventeranno una forza deipnotizzante: distruggeranno ogni ipnosi che esiste intorno a te, che è stata creata in te dalla società, dai manipolatori più diversi, dai politicanti. Avverrà una deipnotizzazione.
Una volta, in America, qualcuno chiese a Vivekananda: “Qual è la differenza tra la comune ipnosi e il vostro salmodiare l’Aum?”

Egli rispose: “Il canto dell’Aum è una deipnosi: è un muovere la ruota all’indietro”.
Il processo sembra essere lo stesso, ma la ruota gira all’indietro. E come è possibile? Se, al tempo stesso, mediti, allora, col tempo, diventi così silente e così consapevole, così attento, che nessuno potrà più ipnotizzarti. A quel punto, sarai oltre la possibilità di presa di preti e politici: i tuoi secondini! Allora, per la prima volta, sarai un individuo, e diventerai attentissimo… ti muoverai con attenzione, farai ogni passo con estrema cautela, perché sarai circondato da milioni di trappole. Come può aiutarti il salmodiare l’Aum e il meditare su di esso?
Aiuta! È un aiuto sicuro, poiché, quando inizi a cantare l’Aum per la prima volta, osservando e meditando, hai la sensazione che quello sia il primo sforzo della tua vita che ti appaghi: ti senti così felice, in quel cantare, ti senti così beato, che sembra essere il primo sforzo compiuto con successo. A quel punto, sorge in te un entusiasmo nuovo: la polvere viene levata… consegui un coraggio nuovo, una nuova familiarità con te stesso. Adesso, pensi di poter fare qualcosa anche tu; anche tu puoi realizzare qualcosa. Non tutto è un fallimento.Come mai ti senti tanto sensuale, sessuale? Perché accumuli energia, energia non utilizzata, e non sai cosa farne. È naturale perciò che si accumuli nel primo centro, quello sessuale. Non conosci gli altri chakra, e neppure sai come fare per elevarla verso l’alto.

L’energia deve elevarsi verso l’alto. Devi diventare un trasformatore: attraverso di te, la natura deve diventare ‘sovrannaturale’; solo in questo caso ci sarà un senso, un significato. Attraverso di te, la materia deve diventare mente; la mente deve diventare ‘supramente’. Per tuo tramite, la natura deve raggiungere il sovrannaturale: ciò che è inferiore deve diventare l’essenza superiore. Solo in questo caso, esiste un significato: si percepisce un senso. In questo caso, la tua vita ha un senso profondo, estremamente profondo. Allora non sei più ‘indegno’: non sei più ‘fango’, sei un dio! Quando hai elevato, attraverso di te, la natura fino al sovrannaturale, diventi un dio. Patanjali è un dio... diventi un Maestro dei Maestri.
Come ti può aiutare l’Aum? Come ti può aiutare la meditazione sull’Aum? Quando inizi a meditare sull’Aum, gli altri centri iniziano a entrare in funzione.
Quando l’energia fluisce, dentro di te diventi un circuito. A questo punto, il centro del sesso non è l’unico centro in funzione. Tutto il tuo corpo diventa un cerchio; dal centro sessuale l’energia sale al secondo, al terzo, al quarto, al quinto, fino al settimo centro; quindi ridiscende al sesto, al quinto, al quarto, al terzo, al secondo, al primo: diventa un cerchio interiore, e si sviluppa negli altri centri. L’energia si eleva verso l’alto, semplicemente perché si è accumulata. Il livello dell’energia si alza, come accade in una diga: il fiume continua a portare acqua, e la diga non ne permette la fuoriuscita. Il livello dell’acqua sale, e gli altri centri, gli altri chakra presenti nel corpo, iniziano ad aprirsi, poiché, quando l’energia scorre, diventano forze dinamiche, dinamo… Entrano in funzione.

Patanjali afferma che ogni illusione svanirà, se canti l’Aum in piena coscienza. Come accade? L’illusione è uno stato onirico, in cui ti perdi. Tu non sei più presente: resta solo il sogno. Se mediti sull’Aum, hai creato il suono dell’Aum, e al tempo stesso sei un testimone: sei presente! La tua presenza non può permettere che accada alcun sogno: ogniqualvolta tu sei presente, i sogni non esistono. Quando è presente il sogno, tu non ci sei: non potete coesistere. Se sei presente tu, il sogno scomparirà. Viceversa, dovrai scomparire tu! Insieme, contemporaneamente, non potete esistere: il sogno e la consapevolezza non si possono mai incontrare. Per questo, restando semplicemente testimone del suono dell'Aum, l’illusione scompare!
Anche l’impotenza è presente, la avverti in continuazione. Hai la sensazione di non poter far nulla, di essere inutile, indegno… forse, fingi di essere qualcuno, ma quella tua stessa finzione dimostra che, in profondità, avverti di non essere nessuno. Forse puoi fingere di essere estremamente potente, ma quella finzione non è altro che un modo per nasconderti.Quando salmodi aumkar, l’Aum, per la prima volta, hai la sensazione di non essere più un’isola. Diventi una parte del suono universale. Per la prima volta, ti senti potente, ma ora questa potenza non necessita più di violenza alcuna, non ha più bisogno di essere aggressiva. Di fatto, un uomo potente non è mai aggressivo: solo le persone impotenti diventano aggressive, per dimostrare qualcosa a se stesse… di essere potenti! Inizi a fare una cosa, poi ti fermi – inizi e interrompi – torni a iniziare e poi ti fermi. Con questa instabilità, non è possibile fare nulla. Devi perseverare, devi continuare a scavare nello stesso punto, senza sosta. Infatti, se interrompi il tuo sforzo, la tua mente è tale che, nel giro di pochi giorni, dovrai iniziare di nuovo, dall’ABC. Arrotola e srotola… per qualche giorno fai qualcosa, poi la lasci… e vieni catapultato al tuo primo giorno… di nuovo parti dall’ABC. In questo modo, puoi fare tantissimo, senza realizzare mai nulla. L’Aum ti darà un assaggio.

Patanjali afferma che con l’Aum, per la prima volta, assaporerai cosa sia cadere nell’universale: quel gusto diventerà la tua felicità, e ogni instabilità scomparirà. Ecco perché afferma che il canto dell’Aum, unito all’esserne testimone, porta alla caduta di tutti gli ostacoli. Angoscia, disperazione, instabilità e irregolarità del respiro sono i sintomi di una mente confusa. Questi sono i sintomi. Angoscia: sempre preda dell’ansia, sempre dissociato, una mente sempre ansiosa, sempre triste, disperata; il corpo scosso da tremori sottili… perché, quando l’energia del corpo non scorre in un circuito, si hanno tremori sottili, un tremolio, paura e respiro irregolare. In questo caso, il respiro non può avere un ritmo: non può essere un canto, non può essere armonioso. Questi sono i sintomi di una mente confusa; in contrapposizione, si hanno i sintomi di una mente centrata: il canto dell’Aum ti centrerà. Il tuo respiro diventerà ritmico. I tremori del corpo scompariranno; non sarai più nervoso… alla tristezza si sostituirà una sensazione di felicità, di gioia, una beatitudine sottile che ti pervaderà il volto, senza ragione alcuna. Sei felice: il semplice essere qui ti rende felice; il semplice respirare, ti rende felice. Non chiedi molto, e anziché angoscia ci sarà beatitudine.
I sintomi di una mente confusa possono essere eliminati, meditando su un unico principio. Quell’unico principio è pranava-Aum,: il suono universale.

(brano tratto da Yoga: La scienza dell’anima ed. ECIG)

https://sites.google.com/site/meditaaum/letture

Il Canto dell'Aum

Ogni volta che ti senti circondato dalla confusione, quando il caos sembra sovrastarti, oppure quando
la tua mente ti sta distraendo troppo, salmodia semplicemente l'Aum.Stabiliscilo come norma: al mattino e alla sera,per almeno venti minuti, siedi in silenzio, in una postura che ti sia confortevole, socchiudi gli occhi e orientali verso il basso. Rallenta il respiro e tieni il corpo immobile. Poi
inizia a salmodiare dentro di te il mantra Aum: non occorre che sia udibile. E, se tieni le labbra chiuse, scenderà ancor più in profondità; perfino la lingua non dovrebbe muoversi.
Ripeti questo mantra senza interruzioni: "Aum, Aum, Aum, Aum, Aum...". Deve avere un ritmo molto accelerato e una tonalità molto alta, ma senza essere udibile all'esterno. 
Devi semplicemente sentire che sta vibrando in tutto il tuo corpo, dai piedi alla testa, dalla testa ai piedi.
Ogni Aum ricade nella tua consapevolezza come una pietra lanciata in uno stagno: si scatenano onde
su onde che si diffondono fino ai lidi più lontani. Quelle onde continueranno a espandersi dentro di
te, toccando l'intero organismo. Grazie a questo esercizio, ci saranno momenti - e si tratta degli attimi più squisiti nell'esistenza di un essere umano - in cui non ripeterai più alcun mantra, e ogni cosa si arresta. All'improvviso sarai consapevole che non stai più salmodiando, e tutto si è arrestato: godi
quell'istante di assoluta immobilità. E se i pensieri riprendono ad affiorare, riprendi a cantare il mantra. La sera, ricorda di farlo almeno un paio d'ore prima di andare a dormire. Altrimenti, se lo facessi poco prima di andare a letto, non riusciresti ad addormentarti.
Infatti, ti rinfrescherà al punto che non proverai alcuna stanchezza e non avrai affatto voglia di andare a letto: avrai la sensazione che sia già mattina, che ti sei riposato benissimo, ragion per cui non avrà alcun senso andare a letto.
Ricorda di ripetere il mantra rapidamente, ma al tempo stesso trova il tuo ritmo. Dopo i primi due o tre giorni scoprirai il ritmo più adatto a te: alcune persone trovano più congeniale ripeterlo molto rapidamente; in pratica ogni Aum si accavalla all'altro. Altre hanno un ritmo molto lento... dipende da te. Persevera, rispettando il ritmo che ti fa sentire meglio. 

Osho: La Verità Che Cura.
http://oshoite.blogspot.it/2014/01/il-canto-dellaum.html
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

Il suono di Om (Aum) Advanced Mind Institute

il suono di base dell'universo. Egli non ha inizio né fine. Non c'è passato né futuro. Lui è sempre stato e sempre sarà. OM - un tocco di eternità. Il suono della Om è il più alto mantra in molte religioni orientali, è una manifestazione di più alto, di origine divina. Esso contiene tre principali attività che si svolgono nel nostro universo - la creazione, mantenimento e distruzione.
OM - è la vibrazione sonora originale da cui si manifestano tutte le cose e vanno dopo il grande ciclo universale è completato.

Strutture OM e definisce lo spazio come intorno e dentro di noi, si collega con l'ordine universale, la gerarchia. Se è di giocare attraverso il sistema audio, ben presto è la stanza in cui si inizierà a risuonare all'unisono con questo suono. Il suono di Om (Aum) ci riempie di energia vitale, rafforza sia i nostri corpi fisici e le nostre menti. La caratteristica principale di questo suono - armonia con i ritmi dell'universo, la sua fine. OM prima risuona con il quarto chakra , luce, e poi entra in risonanza con lo stomaco e la colonna vertebrale, stimolando la circolazione di energia nel nostro corpo. Durante la meditazione, vi sentirete una parte del corpo con il suono di Om risuona più forte. Non stupitevi se in giorni diversi, sarà diversi organi del corpo - un giorno lui sarà più forte per esempio  nei reni, negli altri - nei polmoni e bronchi. Questo suono ha un'altra caratteristica - anche dopo la meditazione, manterra' la sua vibrazione dentro di voi.

Caratteristiche del programma

ascoltare il programmo con un volume audio non troppo alto

Questo programma può essere usato come una meditazione e come sfondo per la strutturazione dello spazio della vostra camera o la casa. Nel secondo caso  gradualmente  puo ' modificare le vibrazioni della vostra camera con i ritmi universali universali, vibrazioni, che portano armonia.

Nel caso di ascoltare il vostro sistema audio (altoparlanti) si prega di abbassare il volume, in modo che il suono di Om sia appena udibile. Non stupitevi, in questo  funziona in modo più efficace.

Un'altra caratteristica del programma è la possibilità di supporto vocale - si può (e sarà solo andare a tuo favore) per ripetere le vibrazioni vocali del suono Om. Per fare questo, prendere qualche respiro, quindi predere un respiro profondo e lentamente dire aah --- ouououou-mmmmm, con l'accento sulla seconda "mmm".

Questo programma è stato armonizzato sulla frequenza di 136.1 Hz. Questa frequenza è tradizionalmente considerata la frequenza del suono Om, tale programma viene utilizzato come frequenza portante del ritmo theta

Come meditare?

Prendere una posizione del corpo comoda, chiudi gli occhi, fermare il dialogo interno, e dopo circa 8 minuti si entra in un piacevole stato di rilassamento.  Prima della meditazione è opportuno bere un bicchiere d'acqua pura

Questo programma, si puo' ascoltare in cuffia e attraverso il sistema audio. Per l'ingresso in uno stato meditativo è meglio utilizzare le cuffie, per armonizzare lo spazio circostante, è possibile utilizzare il programma attraverso il sistema audio (altoparlanti).

Questo programma non è consigliato di ascoltare le persone con epilessia, le persone con un pacemaker installato, le donne in gravidanza e adolescenti fino a 16 anni.
Attenzione! Questa limitazione si applica solo per ascoltare attraverso le cuffie stereo per l'ascolto al vostro sistema audio (altoparlanti) limiti.

Questo fiile audio è disponibile per l'acquisto sul sito Advanced Mind Institute
di Lenni Rossolovski sul sito è possibile ascoltare 5 minuti in formato demo
http://www.advanced-mind-institute.org/store/obwie-meditacii/om.html?TRKCASWQK8H

Istruzioni in Italiano al link
http://cromopuntura-cromos.blogspot.it/2015/01/risonatore-di-cristallo-un-potente.html

© Lenny Rossolovski 2014. Tutti i diritti riservati,
Tutti i diritti riservati dall'autore.
Solo per uso personale.

la scimmia è nella mente


Tu dici, 'La mente mi disturba.
Aiutami Mooji! Non voglio più credere la mia mente '.
Sembra credibile l'ardore di questa persona per la liberazione.
Ma la 'persona' è davvero reale?
Se vuoi superare la mente, devi superare anche la persona.
Vanno insieme.
La persona e il pensiero.
La persona e la sforzo.
La persona e l’irrequietezza o il malcontento.
La persona e l'attaccamento.
La persona e il desiderio.
La persona e la pratica.
La persona e la formazione.
Tutte queste vanno insieme.
Ma la persona stessa si può anche osservare.
Finora hai pensato che fosse la persona ad osservare tutto.
Senti che il punto di partenza sia la persona.
Il punto di partenza della pratica è 'Io sono la persona'.
Questa convinzione 'Io sono la persona' sta anche dicendo 'Io sono la coscienza suprema', pur continuando a funzionare come persona.
Ed è questa persona che sperimenta il senso di essere stabilita nel Sé, poi ritorna nel campo mentale e continua ad oscillare tra i due.
'Ma quando si fermerà tutto questo?' si chiede.
'Quando potrà finalmente scendere dalla mia schiena questa scimmia?'
Ma la scimmia non è solo sulla schiena, la scimmia è nella mente.
Ricorda, questa oscillazione è di per sé straordinaria.
Tu sei la testimonianza di tutto questo.
Quando la nebbia di questa incomprensione si dissolve, una consapevolezza più profonda diventa evidente per se stessa.
Ora, comprendi: Io sono qui solo come osservatore immobile.
Io non sono la persona.
Poiché la potenza di questo vedere è sentita, automaticamente il cordone ombelicale che ti collega all'identità psicologica viene reciso.
La scimmia svanisce senza lasciare neanche una buccia di banana in vista.
Rimane solo la distesa della pura pace e dell'indisturbato Essere - il Sé Supremo.

~ Mooji, India 21 Febbraio 2015


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

domenica 22 febbraio 2015

L ONDA DELLA FORTUNA

PS: scrivo questo post dopo che in questi giorni mi son successi eventi fortunati e voglio condividere con voi la mia strategia..questa tecnica che vi indicherò se la utilizzerete subito dopo aver letto questo post, vi garantisco che ognuno di voi avrà dei risultati che rimarrà a bocca aperta...questo post l ho postato anche in altri gruppi , per chi lo avesse gia letto..

cio che alla maggior parte di voi non porta ai risultati, è che ancora non ci credete con tutto voi stessi di potercela fare.. oggi su fb siamo ancora a perdere tempo con post del tipo "" LE PERSONE TI USANO SOLO QUANDO GLI SERVI "" , oppure "" SE LUI TI AMA, PRIMA O POI RITORNERà "" e altra stupidaggini simili...
finitela con queste stupidaggini altrimenti gli anni passano e starete sempre allo stesso punto

ok dopo questa premessa possiamo avanzare..
quante volte abbiam ssentito i proverbi del tipo "" PIOVE SEMPRE SUL BAGNATO, LE DISGRAZIE NON VENGONO MAI DA SOLE, CUORE ALLEGRO IL CIEL L AIUTA, IL CANE MORDE SEMPRE LO STRACCIONE, IL BUNGIORNO SI VEDE DAL MATTINO ECC"".. che c è di bello e di magico in tutti questi proverbi?? che se li unite tutti insieme, sono una prova della legge di attrazione sia in positivo che in negativo... perchè piove sempre sul bagnato? perchè i ricchi diventano sempre piu ricchi e i poveri sempre piu poveri?? perchè succede che quando capita una disgrazia ne seguono altre a ruota ?? a quanti di voi succede si svegliarsi con il piede storto la mattina, tutta la giornata va di male in peggio e a fine serata dite "" meglio se oggi non uscivo proprio dal letto"", giusto ???
bene questa è una bellissima cosa, i nostri antenati attraverso questi proverbi ci danno la dimostrazione che gia se ne erano accorti centinaia o migliaia di anni fa che esiste la legge di attrazione e no perchè hanno visto the secret... gia sapere questo vi da piu fiducia, vero?? benissimo

ora cosa v insegnano sui libri di legge di attrazione?? sii grato per quello che hai e visualizza il tuo obiettivo come se gia ce l avessi.. inizialmente l entusiasmo vi motiva, poi vedete che non succede nulla e siete di nuovo punto e d accapo.. "" grati di che?? sono in bolletta, il mio fidanzato m ha tradita, i miei amici si fanno sentire solo quand fa comodo a loro, il mio capo è uno stronzo, di cosa dovrei essere grato??""
poi magari leggete un altro libro vi caricate di entusiasmo per un altro po, i risultati non arrivano e siamo di nuovo punto e d accapo, giusto ??

ora che cos è l onda della fortuna,?? è un periodo della vostra vita in cui vi accadono tante cose belle tutte insieme... vi succedono tante circostnze fortunate , SOLO SE, il primo successo vi ha riempito di gioia e di ottimismo.. a quel punto ecco che una valanga di cose succedono una dietro l altra... al contrario se ripensate ad un vostro periodo nero, è bastato un solo evento super negativo che v ha riempito di negatività e da quell evento sono seguiti a cascata altri eventi brutti.. ecco che nasce il proverbio che le disgrazione non vengono mai da sole e che piove sempre sul bagnato, questo perchè anni fa se ne erano gia accorti che questo si verificava sempre...

per farvi un altro esempio.. a quanti di voi è capitato o conoscete persone a cui è capitato che da single non riuscivano mai a trovare nessuno,non venivano filati neanche dalle zanzare di notte.. appena si son fidanzati E STAVANO FINALMENTE FELICI tutti li volevano, tutti li facevano la corte, tutti li desideravano... se andate su internet pubblicano anche post scherzosi su questo fatto, talmente che è comune come cosa.. perchè succede tutto questo ?? perchè appena ci si riempie di gioia e felicita ecco che attraiamo l onda della fortuna
invece a chi si fidanza ma desidera ancora le attenzioni altrui e ne soffre per averle, non accade nulla

L OBIETTIVO quindi è crearci da soli quest onda della fortuna..
abbiamo visto che l onda della fortuna si crea ad un unica condizione e cioè solo nel caso in cui il primo successo abbia riempito di gioia ed energia positiva la persona.. era cosi felice che si sentiva gia appagata e non desiderava nient altro, a quel punto ecco che arrivano altre belle sorprese.. quindi bisogna creare questo stato d animo... ora vi spiego come io ho fatto ...

PRIMA DI TUTTO ho preso carta e penna è ho scritto pagine intere di tutte le cose piu belle che mi son mai successe nella mia vita.. ho scritto tutte le cose di cui sono veramente grato, felice,, orgoglioso, tutte le cose che ho vissuto con piacere e felicita.. ognuno di noi puo essere qualcosa di diverso, una vacanza con gli amici, il vostro primo appuntamento, i complimenti che avete ricevuto da tale persona 10 anni fa, il regalo inaspettato che avete avuto, gli amici che avete, quella serata divertente che avete trascorso, ecc ecc

dopo aver letto,prendete carta e penna e scrivete qualsiasi cosa vi abbia reso felice, grata, eccitata, euforica nel vostro passato.. ogni complimento che avete avuto, ogni regalo, ogni bella serata, cercate di ricordare tutto il possibile..

SECONDA COSA , ho fatto l elenco di tutte le cose di cui ero felice adesso.. mi sono chiesto, che cosa mi fa sentire veramente grato adesso?? che cosa mi fa sentire felice adesso?? che cosa mi fa sentire amore adesso?? ho scritto tutto quello che mi veniva in mente e sono uscite una marea di cose che prima non prendevo neanche in considerazione ...

TERZA COSA forse la piu importante che nei libri non leggo mai, ma è davvero potente.. quando poi ripensate ad una cosa di cui siete grati, per AMPLIFICARE LE EMOZIONI e renderle piu forti piu belle e piu felici, chiedetevi la domanda magica ... """ PERCHè """
vi faccio un esempio e mi raccomando mettete subito in pratica dopo aver letto questo post
vi viene in mente che siete grati per una serata bella che avete trascorso con amici... gli autori di the secret vi diranno di essere grati, punto.. invece per ottenere molto di piu, chiedetevi.. perchè sono grato di questa serata??
es: perchè ci siamo fatti un sacco di risate e questo mi ha reso veramente felice, poi abbiam parlato di tante cose belle e questo mi ha fatto sentire molto piu contenta, perchè m hanno anche spiegato una cosa che non sapevo e questo mi fa sentire ancora piu amata dai miei amici, mi sento piu compresa e felice ecc
oppure.. sono grata che adesso mi trovo in questa casa, perchè fuori piove fa freddo, ci son persone che dormono sotto i ponti e io ho la fortuna di stare al coperto e al caldo, questo mi fa sentire piu grata di cio che ho e piu fortunata , mi sento piu sicura e felie.. ho anche del cibo in frigorifero e questa è una cosache non tutti hanno, quindi son veramente grata felice e contenta di averlo, ringrazio per averlo..ecc

questa tecnica vi garantisco che è veramente molto potente... dopo che avete fatto una lista di tutte le cose belle che vi sono successe e di tutte le cose belle che gia avete, quando vi chiedete il PERCHè SITE GRATI O FELICI DI QUESTA O QUELLA COSA, descrivete con tutti i dettagli i motivi per cui siete grati di quella cosa e fatelo per ogni bel ricordo o per ogni bella cosa che avete nella vostra vita

4 COSA in ogni momento della giornata, qualsiasi cosa mi succedeva e ovunque ero, guardavo sempre il lato positivo di una cosa e mi rallegravo
per esempio mi chiamavano per dirmi GUARDI SIGNOR SARNELLI QUEL PROGETTO NON è ANDATO IN PORTO.. io pensavo BENE, QUANDO SI CHIUDE UNA PORTA SI APRE UN PORTONE, SI VEDE CHE QUALCOSA DI MEGLIO DEVE ARRIVARE, non è un caso ... mi rallegravo e ringraziavo.. poi che ne so , una volta mi si rovescio il caffe addosso alla mia giacca appena comprata, normalmente avrei scatenato l inferno, ma quella volta dissi BENE QUESTO è UN MODO CHE HA L UNIVERSO PER TESTARE LA MIA POSITIVITA, SE RIESCO AD ESSERE POSITIVO ANCHE QUANDO LE COSE VANNO MALE, HO UN CONTROLO MAGGIORE SUI MIEI STATI D ANIMO E QUINDI SULLA MIA VITA, QUESTO FA SI CHE ATTRAGGA COSE ANCORA PIU BELLE
e d improvviso, tutto il negativo scompari

quindi la regola è... ANCHE SE STA SUCCEDENDO L INFERNO, FATE ATTENZIONE SOLO ALLE COSE BELLE CHE STANNO ACCADENDO O CHE AVETE ADESSO... non avete i soldi per le bollette adesso?? bene, avrete almeno 90 centesimi per un caffè, uscite e andate a prendervi un bel caffe, respirate un po d aria fresca e mentre vi gustate il caffe immaginate i vostri obiettivi come se gia li avesse in tasca ..
siete un po stanchi e depressi?? bene questo è il modo che ha l universo per dirmi che dovrei fare un po di attivita fisica oppure accendere lo stereo in casa e ballare un po, o fare yoga o scendere a farmi una passeggiata al parco
chiaro il concetto?? all inizio vi sembrera uno sforzo inutile e senza senso, ma la magia di tutto questo è che dopo diventerà automatico e non cadrete piu in emozioni negative distruttive.. come quando avete imparato a guidare la macchina.. inizialmente eravate attenti a tutto, frizione accelleratore, marce, specchietto, frecce, ecc dopo il tutto è diventato automatico e accadeva senza che voi nanche ci facesse caso..
tutto cio che ripetete piu e piu volte, diventerà per voi automatico..
IMMAGINATE QUANTO SARà FANTASTICO QUANDO DIVENTERà PER VOI AUTOMATICO UN APPROCCIO POSITIVO ALLA VITA, non solo qualche muinuto ogni tanto come fate adesso, ma sempre e in modo sistematico.. immaginate quanto sarete carichi di energia positiva e quante cose belle attrarrete

se seguite realmente le istruzioni alla fine sarete cosi carichi di gioia ottimismo e felicità. che una sensazione di euforia avvolgerà la vostra anima e proprio perchè adesso state cosi bene e felici senza desiderare nulla, se continuate questa tecnica non avrete il tempo di aprire la bocca dallo stupore

quindi ricapitolando.. adesso in questo preciso momento, prendete carta e penna e chiedetevi.. quali sono le cose di cui sono piu grato/felice/soddisfatta adesso?? quali sono i momenti del vostro passato in cui siete stati davvero bene felici contenti ?? anche piccole cose l importante è che scrivete tutto
poi dopo mentre rileggete una per una queste cose, domandatevi: PERCHè SONO GRATO O FELICE O ORGOGLIOSA di questa cosa che ho ora ?? perchè sono grata o felice per questo evento ce ho vissuto?? cos è che veramente mi fa stare bene di questa situazione??

credetimi, con tutto il mio essere vi dico, che se mettete in pratica queste informazioni, otterrete risultati subito immediatamente.. però dovete fare in modo di scrivere quante piu cose possibili, vedrete che cambierete stato d animo immediatamente..

PS dimenticavo un ultima cosa, questa tecnica funziona che ci crediate o meno, anche se nn ci credete, se vi caricate di gioia e felicita, che ci crediate o meno le cose accadono

ADESSO ALL AZIONE, MUOVETEVI, passate dalle chiacchiar all azione, non mettete piu i mi piace a post deprimenti e idioti come lo sono il 99 % di quelli che leggete, staccatevi da fb e agite agite

BISOGNA AGIRE SUBITO SE VOLETE RISULTATI
BISOGNA AGIRE SUBITO PER ESSERE POSITIVI
BISOGNA AGIRE SUBITO SE NON VOLETE LAMENTARVI A VITA
BISOGNA AGIRE SUBITO ADESSO IMMEDIATAMENTE

SE NON VI MUOVETE ADESSO, IN FUTURO QUANDO LE COSE VI ANDRANNO ANCORA PEGGIO, DITE A VOI STESSI
"" PER MIA COLPA PER MIA COLPA PER MIA GRANDISSIMA COLPA, ORA MERITO L INFERNO PERCHè QUANDO POTEVO AGIRE NN L HO FATTO""
QUINDI IN FUTURO NN VI LAMENTATE SE LE COSE NN VANNO BENE
AGITE ADESSO AGITE ADESSO AGITE ADESSO AGITE ADEDDO AGITE ADESSO AGITE ADESSO AGITE ADESSO AGITE ADESSO ORA ORA ORA ORA ORA


Valentino Segret TRANSURFERS FB


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

sabato 21 febbraio 2015

Transurfing Ipnotico




testo e affermazioni tratte in parte dal transurfing con suoni della natura in onde Alfa e Theta, voce di Antar Raja ascolto consigliato in ogni momento della giornata da scaricare gratuitamente per uso personale

è consigliato l' ascolto con le cuffie stereo, ma è consentito anche l'ascolto attraverso altoparlanti
Nel caso di ascolto tramite gli altoparlanti, l'effetto del programma sarà più debole. È possibile utilizzare il programma in qualsiasi momento della giornata. Questo programma non è consigliato a persone affette da epilessia, persone con pacemaker, donne incinte e adolescenti fino ai 16 anni

by Antar Raja  © tutti i diritti riservati

Sostieni il Blog RE INTERIORE con una  donazione  PayPal in favore di Antar Raja, Grazie



Testo

tu hai liberta di scelta e per te scegli sempre cio che è bene per te tu scegli la gioia la gioia è il tuo destino tu estingui i pendoli semplicemente ignorandoli tu vedi le situazioni con umorismo sei giocoso tu cavalchi l onda della fortuna tu scegli di far entrare l'onda della fortuna nella tua vita l onda della fortuna è con te tu alimenti il fuoco della festa e dell entusiasmo tu ti accorgi che la tua vita cambia per il meglio tu cavalchi l onda della fortuna gioisci di tutto quello che hai in questo momento sei riconoscente per quello che hai provi amore per tutto quello che ti circonda che ti aiuta a vivere emetti energia carica di ottimismo lasciati permeare dal successo tu ti liberi dai legami di dipendenza  tu affronti le situazioni con spontaneita' improvvisazione e serenita'  tu scegli il destino che piu ti piace hai la capacita di scegliere il tuo scenario tu diminuisci il livello di importanza degli eventi e dalle cose ti rapporti alla vita con semplicita' accetti il mondo cosi come è ti accetti cosi come sei ti permetti di essere te stesso tu sei in pace con te stesso e gli altri hai il giusto senso dell umorismo e hai la capacita di ridere di te stesso degli altri e delle situazioni della vita tu ignori le informazioni negative ti riduci l importanza degli ostacoli e ti sposti dal controllo all osservazione ti lasci andare alla corrente tu dici di si a tutto



Antar Raja


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 19 febbraio 2015

ENERGIA ANIMALE



Se sei troppo beneducato e troppo civilizzato, la cosa potrebbe storpiarti, condizionando le tue azioni. Hai bisogno di un pò più di energia animale. Un eccesso di civilizzazione è paralizzante. A piccole dosi è ottima, ma un eccesso è molto pericoloso.
Si dovrebbe conservare sempre la capacità di essere un animale. Se riesci a imparare a essere un po' selvaggio, tutti i tuoi problemi scompariranno.


Osho
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 18 febbraio 2015

IL SIMILE ATTRAE IL SIMILE...


Solo una persona amorevole, una che è già colma d'amore,può trovare il partner adatto.

La mia osservazione è questa:se sei infelice,troverai un'altra persona infelice.
La gente infelice è attratta da gente infelice. ..
Ed è giusto,è naturale.
È un bene che le persone infelici non siano attratte dalla gente felice,altrimenti distruggerebbero la loro felicità.
È più che giusto.
Solo chi è felice è attratto da individui felici.

Il simile attrae il suo simile.
Le persone intelligenti si sentono attratte dalle persone intelligenti, la gente stupida è attratta dagli stupidi... Incontri gente del tuo stesso livello. 

Quindi la prima cosa da ricordare è:una relazione cresciuta nell'infelicità non potrà che essere amara.
Prima sii felice,sii gioioso,festoso; solo allora troverai un'altra anima gioiosa e vi sarà l'incontro di due anime danzanti,e da questo nascerà un'immensa danza.
Non cercate una relazione perché siete soli,no.
In questo caso vi muoverete nella direzione sbagliata:userete l'altro come un mezzo,e l'altro userà voi come un mezzo.
E nessuno vuole essere usato come un mezzo!
Ogni singolo individuo è fine a se stesso.
È immorale usare l’altro come un mezzo.
Prima imparate ad essere soli.
La meditazione è un modo per essere soli.
E se riuscite ad essere felici in solitudine,avrete imparato il segreto dell'essere felici.
Ora potrete essere felici insieme.
Soltanto se siete felici avete qualcosa da condividere,da dare.
E quando dai, ricevi:non è mai il contrario. ..
Allora nasce il bisogno di amare qualcuno.
Normalmente il bisogno è di essere amato da qualcuno.
È un bisogno sbagliato.
È un bisogno infantile:non sei maturo.
È un atteggiamento da bambino.
Nasce un bambino.Ovviamente il bambino non è in grado di amare la madre;non sa cos'è l'amore e non sa chi sono la madre o il padre.
È completamente inerme.
Il suo essere deve ancora integrarsi:non è un individuo,non è ancora un insieme.
È soltanto una possibilità.
Bisogna che la madre lo ami,che il padre lo ami,che la famiglia inondi il bambino d'amore.
Per cui impara una cosa:che tutti lo devono amare.
E nessuno gli insegna mai che lui deve amare.
Adesso il bambino crescerà,e se rimarrà fissato in questo atteggiamento, secondo cui tutti lo devono amare,soffrirà per tutta la vita,il suo corpo crescerà,ma la sua mente rimarrà immatura.
Un individuo maturo giunge a capire l’altro tipo di bisogno:quello di amare qualcuno.
Il bisogno di essere amato è infantile, immaturo.
Il bisogno di amare è indice di maturità.

E quando sei pronto ad amare qualcuno,nasce una bellissima relazione, altrimenti no.
“È possibile che in una relazione due persone si facciano del male a vicenda?”
Sì,è quel che succede in tutto il mondo.
Essere un bene per l'altro è molto difficile.
Non sei buono nemmeno con te stesso,come puoi essere buono con l'altro?
Non ami nemmeno te stesso,come puoi amare qualcun altro?
Ama te stesso,sii buono con te stesso.
I vostri cosiddetti santi vi hanno insegnato a non amare voi stessi,a non essere mai buoni con voi stessi.
Dicono:Sii duro con te stesso!
Vi hanno insegnato a essere gentili verso gli altri e duri verso voi stessi.
Questo è assurdo.
Io vi insegno che la prima cosa,e la più importante,è essere amorevoli verso se stessi.
Non essere duro,sii morbido.
Prenditi cura di te stesso.
Impara a perdonare le tue debolezze,un giorno dopo l'altro,e poi ancora sette volte,settantasette volte,settecentosettantasette volte.
Impara a perdonare te stesso.
Non essere duro:non essere in conflitto con te stesso.
Allora fiorirai.
E in questo fiorire,attirerai altri fiori.
È naturale.
Le pietre attraggono le pietre..i fiori attraggono i fiori.
Quindi sorgerà una relazione che ha una grazia,che possiede una bellezza, che contiene in sé una benedizione.
E se riesci a trovare una relazione simile,la tua relazione maturerà verso la preghiera,il tuo amore diverrà estasi,e attraverso l'amore conoscerai il divino.

OSHO

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

NORMALITA'???





















http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 17 febbraio 2015

ACCETTA IL NEGATIVO

Solo quando impari a vivere anche con le parti negative del tuo essere, solo allora diventi integro, sei una totalità.

Noi tutti vogliamo vivere solo con le nostre parti positive. Quando siamo felici, lo accettiamo; quando siamo infelici, lo rifiutiamo. Ma tu sei entrambe le cose.

Quando senti che ogni cosa scorre, ti senti alle stelle; quando ogni cosa si arresta e tutto diventa stagnante, ti senti all’inferno. D’altra parte, si devono accettare entrambe le cose, in quanto la vita è così: consiste al tempo stesso di inferno e paradiso.

La divisione di inferno e paradiso è falsa. Non esiste alcun paradiso nell’alto dei deli né alcun inferno sotto di noi: sono entrambi presenti, qu ie ora.

Per un istante sei in paradiso, l’istante successivo sei all’inferno. Si deve imparare a convivere anche con l’aspetto negativo, rilassandosi allorché si manifesta. In quel caso un giorno, con tuo estremo stupore, vedrai che il negativo arricchisce di sapore la vita. Non è qualcosa di inutile, aggiunge gusto alla vita.

Se non esistesse il negativo, la vita diventerebbe qualcosa di ottuso e di monotono. Prova a pensarci: ti senti sempre felice, e più felice e più felice ancora… a quel punto cosa farai? Gli istanti di infelicità ricreano l’entusiasmo, danno gusto alla vita, stimolano la ricerca e l’avventura. Torni ad avere appetito.

Devi esistere con la totalità del tuo essere, accettando tutti gli aspetti di bene e di male presenti in te; non c’è modo di liberarsi di alcunché.

Nessuno riesce mai a liberarsi di una parte di sé; tuttavia, può imparare, piano piano, ad accettarle tutte. In questo caso sorge un’armonia tra l’oscurità e la luce, ed è qualcosa di meraviglioso: grazie a quel contrasto, la vita diventa un’armonia.

Prova dunque a vivere anche quei momenti. Non farne un problema; non iniziare a pensare: “Cosa dovrei fare per non essere più irrequieto?”. Nel momento in cui ti senti irrequieto, siilo! Quando sei infelice, sii infelice; e non farne un problema grosso come una montagna! Sii semplicemente infelice, cos’altro puoi fare?

Assomiglia al tempo: in estate fa caldo, cosa ci puoi fare? Quando fa caldo, sii accaldato e suda; e quando fa freddo, trema e goditi il freddo!

Piano piano, riuscirai a cogliere le interrelazioni che esistono tra le polarità opposte; e il giorno in cui comprenderai che questa è solo una polarità sarà un giorno di incredibile comprensione, avrai una vera e propria rivelazione.

Osho

Fonte  http://oshoite.blogspot.it/2015/01/osho-accetta-il-negativo.html


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

sabato 14 febbraio 2015

APPUNTI DI VIAGGIO

Se lasci andare le emozioni, cadi nel momento presente senza sforzo senti dentro di te una pace profonda, se invece ti sforzi di rimanere nel momento presente senza lasciare andare le emozioni,
accade che le emozioni vengono a galla e disturbano il momento presente, sono due vie diverse.
Io consiglio di partire dalle emozioni lasciale andare tutte nessuna esclusa, lasciale andare con amore in questo modo sara' facilissimo rimanere nel momento, sara' naturale

Quello che non hai detto quello che non hai fatto rimane in sospeso rimane incompleto, qualcosa che non è andato come volevi come desideravi questo crea conflitto tutto questo permane dentro di te ti logora

il passato non esiste piu' i ricordi sono solo immagini pensieri, se ti attacchi alle immagini del passato non vivi , sei come un cadavere ambulante. Oltre il passato  c'è il presente ed è vita eterna, quindi cancella il passato

C'è un muro. oltre il muro ci sono campi di gioia, zone di felicita', cieli di liberta' ma per arrivarci bisogna oltrepassare il muro. puoi farti aiutare da un amico usare una scala o saltarlo in un colpo solo, il punto è che bisogna in qualche modo oltrepassare il muro... il muro della paura

Le persone non cercano l'amore cercano un padrone o una schiava

Se le cose fossero andate diversamente come avrei potuto trovare questa pace

Al di la delle scelte individuali al di la' della vicinanza o lontananza io ti amo

Solo chi è consapevole vive chi non è consapevole sogna

L'amore che non dipende dalle apparenze non avra' mai fine, l'amore che dipende dalle apparenza
finira' al modificarsi dell'apparenza

Per quanto tu tenda a prolungare la tua sofferenza il tuo destino comunque sia è gioia suprema

C'è una sola certezza, c'è qualcosa che accadra' sicuramente ed è la morte quindi preparati sin da ora ad affrontarla non farti trovare impreparato non farti trovare incosciente sii pronto a morire consapevolmente

Non saro' io il padre dei tuoi figli non saro io a sostenerti nei momenti difficili non saro io a farti ridere non saro io a farti godere non saro' io ad accudirti nella malattia, non saro' io ad accompagnarti ... verso le stelle

la vera gioia è quella che non dipende dalle cose ne' dalle persone

Non preoccuparti se sei malato perchè la malattia ha un potenziale di guarigione, non preoccuparti se sei triste perchè la tua tristezza ha un potenziale di felicita' non preoccuparti se c'è rabbia perche' la rabbia ha un potenziale di pace cosi' come la paura ha il potenziale del coraggio, non preoccuparti della vita e della morte la vita ha un potenziale di morte e la morte un potenziale di vita il ciclo vita morte ha un potenziale di eternita'

La mia vera essenza non ha nessun bisogno di nessun tipo la mia vera essenza esiste da sempre e per sempre, La mia vera essenza è gioiosa pace.. chi  ringraziare per un dono cosi' Grande


Immagini e  pensieri sono per l'osservatore come un rumore di fondo, lo scrosciare della pioggia,  le onde del mare, il soffio del vento il brusio della folla l'abbaiare di un cane... niente di piu'

Ivano Antar Raja




http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 13 febbraio 2015

METODI DELLA LUCE


sono i più efficaci ...

"Quando vi sentite inquieti o turbati, l'unico metodo veramente efficace per ritrovare l'equilibrio e la pace è entrare in contatto con la luce.


Forse direte che avete già provato senza grandi risultati, mentre prendendo qualche pillola o qualche pozione sentite un immediato miglioramento, e non volete perdere il vostro tempo con metodi dagli effetti così lenti.

Ebbene, anche se le vostre constatazioni sono esatte, le vostre conclusioni sono errate.

Per il fatto che con i metodi della luce non ottenete risultati spettacolari, credete che questi siano inefficaci.

No, significa semplicemente che non avete ancora imparato a lavorare.

Vi accontentate di pensare un po' alla luce, così, di tanto in tanto...

Allora, certo, che risultati volete aspettarvi?

Ma imparate a vibrare all'unisono con essa, ad attirarla a voi, a farla penetrare nella più piccola delle vostre cellule, a renderla sempre più viva in voi, e constaterete che nessuna potenza può eguagliare quella della luce."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

MAGIA BIANCA MAGIA NERA

Il confine che separa il bene e il male, la magia bianca e la magia nera è sottile come la lama di un rasoio. La magia nera è la via che conduce all’esaltazione della personalità e alla soddisfazione dei suoi desideri egoistici piuttosto che alla vittoria dell’anima e al desiderio di gruppo e di attuazione del piano divino. Valorizza lo sviluppo dell’aspetto materia piuttosto che quello della vita che dimora all’interno. È la “via dello Spirito Santo”, ma non la via del Figlio di Dio. Tutte le forme create, a qualsiasi stadio esse siano, o appartengono al sentiero della magia nera oppure lo includono se vanno oltre proseguendo su quello della magia bianca. E’ una linea sottile da comprendere ma fondamentale per l’operato del mago. Per la costruzione di forme pensiero utilizzano sempre i processi mentali, emotivi e fisici prima descritti ma se mancano dell’aspetto dell’anima, sono atti a soddisfare i desideri della personalità. Pertanto magia nera e magia bianca utilizzano gli stessi processi, ma quest’ultima gli è superiore perché coronata dall’intento dell’Amore. Magia bianca e magia nera utilizzano gli stessi metodi per la costruzione di forme pensiero ma si differenziano per l’intento e proposito adoperati, ecco perché la purezza di movente o l’innocuità al fine del processo magico è il fattore determinante. Potrà elevare al cielo l’aspetto materia conducendo il ricercatore a conoscere se stesso e la divinità celata nel Tutto o farlo sprofondare nell’illusione involutiva della materia stessa.

Il mago quindi scelga con cura il proposito per cui intende costruire forme pensiero e si mantenga distaccato dall’opera sua, in quanto una forma pensiero colorata dall’energia del desiderio può divenire un grande ossessione. Il pensatore identificandosi con la propria forma pensiero può smarrire l’idea pura inizialmente percepita e deviare il suo cammino accrescendo il potere della personalità ed appagando i propri desideri egoistici piuttosto che operare per attuare il proposito divino. Il risultato finale è la realizzazione di un’opera magica che opera sul sentiero della magia nera con la conseguente la perdita del contatto interiore con l’anima e del piano divino per mezzo dell’intuizione.


http://conoscitestesso.net/2015/02/11/magia-bianca-e-magia-nera-nella-creazione-di-forme-pensiero/
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 12 febbraio 2015

LASCIA ANDARE LA BANANA

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

L'UOMO CHE SPUTO' IN FACCIA AL BUDDHA


Il Buddha era seduto sotto un albero a parlare ai suoi discepoli.
Arrivò un uomo e gli sputò in faccia.
Egli si asciugò, e chiese all'uomo, "E poi? Cosa vuoi dire dopo?"
L'uomo era un po' perplesso perché non si aspettava che, dopo aver sputato sul volto di qualcuno, gli si chiedesse: "E poi?"
Non era mai successo in suo passato.
Aveva insultato persone e loro si erano arrabbiati, avevano reagito.
Ma Buddha non è come gli altri, non si è arrabbiato, né in alcun modo offeso.
Ma ha detto semplicemente: "E poi?" Non c'è stata alcuna reazione da parte sua.


I discepoli del Buddha si arrabbiarono, reagirono.
Il suo discepolo più vicino, Ananda, disse, "Questo è troppo, e non possiamo lo tollerare.
Deve essere punito per questo. In caso contrario tutti potranno iniziare a fare cose come questa.

Buddha disse: "Tu taci.
Non mi ha offeso, ma sei tu ad offendermi.
Lui è nuovo, un estraneo.
Deve aver sentito dalla gente qualcosa di me, che questo uomo è un ateo, un uomo pericoloso che sta gettando la gente fuori dal loro sentiero,
un rivoluzionario, un corruttore.
E in lui potrebbe essersi formata una qualche idea, un concetto di me.

Egli non ha sputato su di me,
lui ha sputato sulla sua nozione.
Ha sputato sulla sua idea di me, perché lui non mi conosce affatto, così come può sputare su di me?

"Se ci pensi profondamente" Buddha disse, "ha sputato sulla propria mente.
Io non sono che parte di lui, e posso vedere che questo povero uomo deve avere qualcos'altro da dire,
perché questo è un modo di dire qualcosa.
Sputare è un modo di dire qualcosa.
Ci sono momenti in cui senti che il linguaggio è impotente: nell'Amore profondo, nella rabbia intensa, nell'odio, in preghiera.
Ci sono momenti intensi in cui il linguaggio è impotente.

Poi si deve fare qualcosa. Quando si è arrabbiati, profondamente arrabbiati, si colpisce la persona,
ti sputano addosso, lui sta dicendo qualcosa.
Lo posso capire.
Deve avere qualcosa di più da dire, è per questo che stò chiedendo, ..."E poi?"

L'uomo era ancora più perplesso!

E Buddha disse ai suoi discepoli: "Sono più offeso da voi, perché voi mi conoscete, e avete vissuto per anni con me e ancora reagite."

Perplesso, confuso, l'uomo tornò a casa.
Non riuscì a dormire per tutta la notte.

Quando vedi un Buddha, è difficile, impossibile dormire nello stesso modo in cui dormivi prima.

Più e più volte era ossessionato da questa esperienza.
Non riusciva a spiegare a se stesso, quello che era successo.
Egli era tutto tremante e sudato.
Non aveva mai incontrato un uomo così, lui aveva mandato in frantumi la sua mente e il suo intero modello, tutto il suo passato.

La mattina dopo era di nuovo lì.
Si gettò ai piedi di Buddha.
Buddha gli chiese ancora: "E poi? ...
Anche questo è un modo per dire qualcosa che non si può dire con il linguaggio.
Quando arrivi e tocchi i miei piedi, stai dicendo qualcosa che non si può dire, perchè tutte le parole diventano un po'strette.

Buddha disse:" Guarda, Ananda, questo uomo è di nuovo qui, sta dicendo qualcosa.

Questo uomo è un uomo di profonde emozioni".

L'uomo guardò il Buddha e disse: "Perdonami per quello che ho fatto ieri".

Buddha disse: "Perdonarti?

Ma io non sono lo stesso uomo a cui hai fatto qualcosa.
Il Gange continua a scorrere, non è mai il Gange di prima.

Ogni uomo è un fiume.
L'uomo che sputa non è più qui.
Non vedo proprio nessuno come lui, ed io non sono la stessa cosa, tanto è successo in queste 24 ore!

Il fiume ha scorso così tanto.

Quindi non posso perdonarti perché non ho nessun rancore contro di te. "

"E anche tu sei nuovo.

Vedo che non sei lo stesso uomo che è venuto ieri,
perché quell'uomo era arrabbiato e lui ora, si sta chinando ai miei piedi, tocca i miei piedi.

Come può essere lo stesso uomo?

Tu non sei lo stesso uomo, quindi cerchiamo di non pensarci più.

Queste due persone, l'uomo che ha sputato
e l'uomo su cui sputare,
entrambi non sono più...!

Vieni più vicino.
Parliamo di qualcos'altro"....


E tutto insieme,
tutte le voci,
tutte le mete,
tutti i desideri,
tutti i dolori,
tutta la gioia,
tutto il bene e il male,
tutto insieme era il mondo.


Tutto insieme era il Fiume del Divenire,
era la musica della vita.

E se Siddharta ascoltava attentamente questo Fiume…

allora, il grande canto dalle mille voci
consisteva in un’unica parola ...…

la Perfezione





H. _ Hesse
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

AFFRONTA

"Qualsiasi cosa non ti piaccia, affrontala.

E qualsiasi cosa vorresti evitare, non evitarla mai.

Qualsiasi cosa ti faccia paura, entra in essa.
Questo è il solo modo per concluderla e farla finita.
Altrimenti continuerà a seguirti come un'ombra,
e non ti abbandonerà mai."


(Osho)

"Esprimiti in tutti i modi possibili, senza paura.

Non c'è nulla da temere, né esiste qualcuno che ti punirà o ti premierà.
Se esprimi il tuo essere nella sua forma più autentica, nel suo flusso naturale, sarai immediatamente ricompensato.
E non domani, ma oggi.


Qui e ora."

(Osho)

  http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

L'ABC DEL RISVEGLIO........



Il PECCATO .. originale..
L'uomo non è nato nel peccato, è nato nell'innocenza.
NON E' MAI ESISTITO IL PECCATO ORIGINALE...ESISTE SOLO L'INNOCENZA ORIGINARIA.
Il bambino nasce innocente,ma lo facciamo sentire in colpa
LA COLPA......è il segreto del successo DELLE COSIDETTE RELIGIONI, LE RELIGIONI ORGANIZZATE: CREA UN SENSO DI COLPA ..nelle persone,falle sentire male nei confronti di se stesse,fà che perdano il rispetto della propria vita, condannaLe, fà sentire loro, molto in profondità,che sono orribili,che non hanno alcun valore, che sono solo polvere e a quel punto saranno pronte a lasciarsi guidare da qualsiasi idiota.
Saranno più che pronte a diventare DIPENDENTI, nella speranza che qualcuno le conduca verso la luce suprema: è così che vi hanno sfruttato per secoli!
Sei una persona MERAVIGLIOSA che è precipitata in un UNIVERSO sbagliato..
COSA PUOI FARCI?
Nel momento in cui raccogli abbastanza CORAGGIO da ammettere i tuoi torti,nel momento in cui accetti la RESPONSABILITA' di qualsiasi cosa tu sia,UN RAGGIO DI LUCE penetra nel tuo essere e ti ritrovi sul SENTIERO DELLA TRASFORMAZIONE INTERIORE.
SI RACCOGLIE SOLO CIO' CHE SI E' SEMINATO:DIVENTARNE CONSAPEVOLI.. è il momento più importante della vita, perchè da lì INIZIA LA TRASFORMAZIONE.. da lì cominci una NUOVA VITA!


★OSHO★Pietra Aurapedra Caramola
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 11 febbraio 2015

L'ARTE DELL'AMICIZIA


OWEN: Voglio parlare un po' di amicizia. Quali sono, a tuo giudizio, le caratteristiche di un buon amico?

RICHARD:Comincia dall'onestà e dalla lealtà. Un buon amico è così. Un buon amico è leale al di sopra e a di là di ogni cosa. Per me, è quello che caratterizza un buon amico. Ci sono amici e buoni amici. John LaValle è un mio buon amico e lo sarà sempre, perché so che posso contare su John in qualsiasi momento, dovunque sia e per qualsiasi cosa al mondo e lui sa che io farei lo stesso per lui. Se mi è possibile, lo farò senza chiedere il perché. Non ha bisogno di darmi spiegazioni. Non ha bisogno di giustificarsi con me. È quello che abbiamo sempre fatto l'uno per l'altro, perché è quello che fanno i buoni amici. Non si aspettano una spiegazione, non ne hanno bisogno. Devi soltanto dirgli di che cosa hai bisogno e loro lo fanno, se gli è possibile, e se non gli è possibile, te lo dicono in tutta sincerità.


Ci sono amici a cui potete confidare qualsiasi cosa e amici con i quali non riuscite

a smettere di ridere. Ci sono gli amici con cui uscite di solito e quelli che vedete

soltanto qualche volta l'anno. Ci sono amici che fanno le stesse cose che fate voi ed

altri che con voi hanno poco in comune, ma con i quali vi piace uscire. Ci sono amici

con cui potreste continuare a parlare per ore e altri con cui potete stare seduti per ore

e sentirvi a vostro agio senza bisogno di dire una sola parola. Ci sono amici che fate

ridere e con i quali date il meglio e altri dai quali adorate farvi prendere in giro. I

miei amici più cari considerano tutti la lealtà come un valore estremamente

importante nella vita. Persone come Eddie, Dave e Brian attribuiscono tutte un

enorme valore a questa qualità. Accada quel che accada, facciamo sempre del nostro

meglio per essere lì l'uno per l'altro. E allora, come ho fatto a trovare degli amici così

straordinari? Come ho fatto a essere così fortunato? Poi mi sono reso conto che non

si trattava di fortuna. Si trattava di creare dei legami e di tenerli in vita. Si trattava di

essere disponibili con le persone e di costruire con loro un'amicizia. Dovete fare

qualcosa per voi stessi, per avere degli amici straordinari. Dovete dimostrare di

possedere queste qualità e sforzarvi di fare cose carine. Ho incontrato persone al bar,

per caso; ne ho incontrate altre ai corsi e talvolta abbiamo stabilito una connessione e

di lì siamo diventati buoni amici. Alcune persone pensano che sia strano farsi degli

amici così, ma io ho un'altra filosofia. Ci sono persone con cui mi piace davvero

stare e altre con cui non è così. Facendo lo sforzo di investire del tempo per rimanere

in contatto con le persone che avevo incontrato e che mi erano piaciute, riesco a

godere dell'esperienza di avere molti amici. Se ogni persona che entra a far parte

della nostra vita è lì per un motivo, tanto vale rimanere in contatto con loro fintanto

che la cosa funziona e scoprire qual è quel motivo. Per me, il segreto per essere dei

buoni amici è essere dei buoni amici in modi diversi per persone diverse. Significa

far ridere e sorridere i vostri amici, farli sentire bene con se stessi quando sono con

voi. Significa essere interessati a loro e ascoltarli quando vi parlano di sé e di come

vanno le cose. Significa rispettarli e trattarli al vostro stesso livello. Significa

condividere con loro le vostre esperienze, le vostre storie e i vostri sentimenti.



Significa far loro sapere, ogni volta che potete, quanto significhino per voi e quanto

vogliate loro bene. Significa tenervi in contatto quanto più possibile. Significa

chiamarli, a volte senz'altra ragione se non il desiderio di sapere come stanno e di far

loro sapere che pensate a loro. Significa fare qualcosa di bello per loro quando ne

avete l'occasione ed essere lì per loro quando vi è possibile e sapete che avrebbero

bisogno di voi.

Esercizi e compiti


1. Scrivi il nome di tutte le persone che conosci e valuta la relazione che c'è tra voi. • Prendi nota di chi devi o hai bisogno di contattare e quando.• Poi annota quand'è che contatterai le altre persone presenti nella lista e con che frequenza. • Stabilisci ogni quanto tempo vuoi sentire ciascuna persona. Certe persone ti sarà sufficiente sentirle una volta all'anno, certe altre una volta alla settimana.  Prendi l'abitudine di scrivere loro due righe di tanto in tanto.

2. Scopri quand'è che compiono gli anni le persone che hai elencato e butta giù un piano d'azione per contattarle.

3. Nel cercare di costruire una relazione, che genere di persona stai cercando e che genere di persona dovresti essere per poter stare con una persona così?

4. Fai conoscenza con almeno una nuova persona ogni volta che esci. Basterà che ci chiacchieri.

5. Fai complimenti alle persone senza aspettarti nulla in cambio.

6. Esercitati ad usare diversi toni di voce, diversi accenti, ritmi, gesti ed espressioni.

7. Esercitati a utilizzare tutti i sensi, quando racconti una storia o un'esperienza che hai fatto.

8. Fai atti casuali di gentilezza nei confronti dei tuoi amici e delle persone che ami.

9. Ricordati le esperienze più belle che hai condiviso con coloro che ami.

10. Ricordati le lezioni che hai appreso da ogni persona che hai incontrato.

11. Metti per iscritto le domande, le sensazioni e i pensieri che hai in relazione alle cose e descrivi il modo più utile di pensare ad esse.

12.Liberati di ogni amarezza e sensazione negativa che provi nei confronti degli altri.

RICHAR BANDLER PNL E LIBERTA'

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 10 febbraio 2015

SIAMO TUTTI MATTI


«Ma io non voglio andare fra i matti», osservò Alice.
«Be', non hai altra scelta», disse il Gatto «Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.»
«Come lo sai che sono matta?» disse Alice.
«Per forza,» disse il Gatto: «altrimenti non saresti venuta qui».


Lewis Carroll, “Alice nel paese delle meraviglie






Il mestiere di scrivere

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 9 febbraio 2015

Maestro Sciamano siberiano ai suoi discepoli...

Diceva un vecchio Maestro Sciamano siberiano ai suoi discepoli-
A te che stai affrontando un momento difficile dico: tieni duro, passerà.
A te che non riesci a superare un esame dico: non scoraggiarti, a volte le “sconfitte” si trasformano in benedizioni.
A te che hai mille dubbi e confusioni dico: fai ordine nel cuore e nella testa,
procedi con calma e non metterti fretta, la soluzione arriverà da sè.
A te che hai subito un tradimento dico: non smettere di credere nell’onestà e nella lealtà delle persone, esiste ancora.
A te che non credi in Dio o che lo stai cercando dico: non temere, Lui crede in te e ti sta cercando da sempre.
A te che vedi tutto nero dico: prova a capolvogere la tua prospettiva, il sole sorge ogni giorno anche per te.
A te che soffri per amore dico: si chiude una porta e si apre un portone, devi crederci e vedrai meravigli
A te che sei malato dico: affronta il dolore con coraggio, ricorda che la prima medicina è la tua forza di volontà.
A te che sei nel lutto dico: coraggio amico, la morte è solo un passaggio e chi ti lascia lo fa solo fisicamente, sarà sempre accanto a te.
A te che hai perso la speranza dico:
combatti da forte, la felicità è un tuo diritto e vince solo chi crede fino alla Fine!


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

Catherine Ponder : Appunti sulle leggi dinamiche della prosperità.


FORMARE UN VUOTO PER LA SALUTE

Ogni volta che formerete un vuoto, la sostanza dell'universo vi si riverserà dentro per riempire il vuoto creato. Questa legge si applica a ogni piano dell'esistenza, spirituale, mentale e fisico. Un uomo stava molto male e non riusciva a guarire con nessuna cura medica finchè un giorno si ricordò della legge del vuoto e capì che forse qualche emozione o attitudine mentale doveva essere rilasciata. Divenne molto calmo e chiese a Dio di rivelargli cosa egli dovesse rilasciare, e così facendo gli venne in mente un uomo col quale aveva diversi problemi di rabbia e del quale aveva parlato molto male. Cosi iniziò a dichiarare, mentre era ancora nel letto "IO ti perdono pienamente e liberamente. Io ti lascio andare e ti libero. Il nostro incidente è perdonato, concluso e finito per sempre. Non voglio farti del male. Sono libero e tu sei libero e tutto fra noi è di nuovo a posto". In breve sentì una grande pace e in poco tempo fu guarito.

IL PERDONO E' LA RISPOSTA

Perdonare significa soltanto lasciar andare, liberarsi di emozioni pensieri e sentimenti che non ci servono più e questo ha l'effetto di creare un vuoto che il tutto può riempire con qualcosa di meglio. Spesso quando un problema di lunga durata non si risolve c'è bisogno di perdonare qualcuno. Anche se una sola delle persone coinvolte viene perdonata allora tutto il gruppo di persone viene sollevato e benedetto dall'atto di perdono e la soluzione arriverà certamente. L'atto di perdonare forma un vuoto e apre la strada per l'afflusso di nuovi beni.
Quando non possiamo perdonare qualcuno possiamo chiedere qualcosa del genere: "Signore, io umanamente non riesco e non posso perdonare questa persona ma se tu puoi per piacere perdonalo attraverso me".

UNA TECNICA DI PERDONO

Siedi per mezz'ora e perdona chiunque tu senta non in armonia con te, o col quale senti rabbia, o di cui sei preoccupato. Se hai accusato qualcuno di ingiustizia, se hai discusso con qualcuno in maniera poco gentile, se hai criticato o spettegolato su qualcuno, se sei stato legalmente coinvolto con qualcuno, mentalmente chiedi perdono a queste persone.
Nel loro subconscio queste ti risponderanno. Allo stesso modo se hai accusato per un fallimento o per qualche guaio che hai combinato, perdona te stesso. Il perdono può formare un vuoto che sbloccherà abbondanza, prosperità e successo.
Dichiara mentalmente agli altri: L'amore di Dio che ci perdona, ci ha reso liberi. L'amore divino produce miracoli, risultati perfetti e tutto và di nuovo bene tra di noi. Io ti osservo con gli occhi dell'amore e glorifico il tuo successo, la tua prosperità, e il tuo completo bene. E' bene anche affermare: Io sono perdonato e governato dall'amore di Dio soltanto e tuto va bene.

IL RILASCIO E' MAGNETICO

Siete aggrappati al pensiero di come certe situazioni problematiche potrebbero risolversi o quale forma potrebbe avere la soluzione? Allora dovete rilasciare, lasciar andare e lasciare tutto nelle mani di Dio. Non abbiate paura a lasciar andare, niente può andare perduto attraverso la pratica del rilascio spirituale. Invece il vostro bene, e il bene di tutto ciò che è coinvolto nella vicenda è così molto più libero di fluire e muoversi nella direzione della vostra vita. Attraverso il rilascio il vostro potere di attrarre il bene è grandemente aumentato.
State attenti a rilasciare il pensiero anche secondario e non cosciente dell'attaccamento al problema. Rilasciate e non pensatevi più.
"io ti lascio andare completamente, e mi distacco da te...hai servito copmpletamente al tuo scopo...".
La legge attesta che per formare il vuoto e poter ricevere, tutte le volte che donate, dovrete diligentemente e completamente distaccarvi da ciò che avete donato.

USA LA SOSTANZA A PORTATA DI MANO

Un altro modo per invocare la legge del vuoto e della prosperità è attraverso l'uso della sostanza visibile a vostra disposizione, senza trattenerla o nasconderla facendo in modo così di creare un vuoto per l'arrivo di nuove sostanze e di prosperità. Ad ogni modo avrete bisogno di farlo con una certa attitudine mentale perchè produca risultati.


Quando sembra che non ci sia abbastanza prosperità a portata di mano nel momento presente, per venire incontro ai vostri bisogni, o quando vi sembra di essere bloccati nell' attrarre maggiore prosperità, prendete controllo della situazione e dei vostri pensieri e sentimenti. Piuttosto che sentirvi senza aiuto, senza difesa, o dispiaciuti per voi stessi dichiarate a queste apparenze finanziarie, "PACE!, IO SONO CALMO". Prendete ora il vostro portafogli, libretto degli assegni o altra evidenza delle vostre risorse finanziarie e dichiarate "Proprio ora, tu sei pieno della ricca ricompensa di Dio, che soddisfa ogni mio singolo bisogno adesso". Ora usate la sostanza che è ivi contenuta, e fatelo coraggiosamente e fieramente. Usate la sostanza (soldi o altro) per far fronte alle esigenze momentanee finchè ce n'è... se ci sono bollette da pagare pagatele, in fede piena, fin dove potete senza aspettare di avere i soldi per pagarle tutte. Questo è spezzare la sostanza a disposizione e farla circolare affinchè si moltiplichi.

GUARDA IN ALTO! VERSO LA PROSPERITA'

Stabilire e mantenere un'attitudine prospera, come se la ricompensa divina e l'abbondanza fossero già completamente visibili, è di fondamentale importanza a questo punto. Questo non è affatto il momento di parlare di scarsità, di nascondersi, o di praticare una economia restrittiva, è invece il momento di usare fino all'ultima moneta delle vostre disponibilità finanziarie se necessario. In questo momento se vi nascondete, se avete paura, se parlate di mancanza, vi costerà il doppio. Invece guardate in alto e ringraziate per la prosperità e le risorse che avete e che state inviando all'esterno. Mandate fieramente in giro questa ricchezza con una ricca benedizione e con grande contentezza. Dichiarate gioiosamente: "Questa è la generosità, il dono di Dio, e la invio con saggezza e gioia".
Ricordate, quando guardate in alto, a discapito delle apparenze contrarie, venite sempre riforniti , aiutati e sostenuti.
Fieramente e allegramente date il vostro denaro, senza preoccuparvi e guardate in alto. Verrete ampiamente riforrniti.

METTI AVANTI IL TUO PIEDE MIGLIORE

Un altro modo di guardare in alto a discapito delle apparenze è vestire i vestiti migliori, sembrare il proprio meglio, agghindarsi per dare una impressione di ricchezza. Bisogna vivere il più riccamente possibile con quello che si ha. Quando avete rilasciato e formato un vuoto, questo è il momento per comportarsi e agire come se si fosse già ricchi e creare la coscienza di ricchezza, l’apparenza di ricchezza nella vostra sostanza attuale. Non menzionate l’apparente mancanza o vuoto a nessuno. Parlare di carenza economica e limitazioni, trattiene molte persone nella casa dei poveri finzanziariamente parlando. Mai pensate a voi stessi come poveri e bisognosi. Non parlate a nessuno di tempi difficili, o della necessità di fare sacrifici. Non pensate a quanto poco avete, ma a quanto avete. Questo è il momento di usare le vostre posate e porcellane migliori e di mangiare a lume di candela anche se il vostro menù consiste solo di maiale e fagioli.

Mentre formate un vuoto e lasciate andare ciò di cui non avete bisogno, mentre usate i vostri mezzi visibili per affrontare gli immediati bisogni il meglio che potete non trattenendovi, e mentre vivete più riccamente che potete a discapito delle apparenze – i risultati di ricchezze cominceranno ad arrivare verso di voi. Quasi misteriosamente nuovi canali di rifornimento inizieranno ad arrivare verso di voi per soddisfare i vostri bisogni. Scoprirete nuove risorse finanziarie tra ciò che avevate, altre persone faranno senza saperlo cose per aggiungersi alla vostra disponibilità di mezzi.

Nella calma e nella fiducia è la vostra forza quando c’è bisogno di maggiore prosperità, se osate guardare in alto, benedire e usare la sostanza che avete a portata di mano in qualunque modo riteniate necessario. Chiedete sempre la guida divina in relazione ai mezzi pratici così come ai mezzi spirituali per formare il vuoto per nuova prosperità quando questi bisogni incombono su di voi. Non entrate nel panico; questa è solo una ulteriore opportunità per voi per provare che l’invisibile legge della prosperità può produrre visibili, soddisfacenti risultati. Questa è solo la vostra iniziazione al potere del pensiero di prosperità.

Se imparate a formare un vuoto per nuovi beni in fretta nel vostro sviluppo conscio di pensiero prospero, potrete non andare nel panico nelle sfide e nelle difficoltà finanziarie, ma sappiate che potrete vincerle e le vincerete e sarete molto più ricchi sulle lunghe distanze per aver appreso come usare le invisibili leggi del rifornimento per risolvere bisogni visibili.


Spesso quando fomerete un vuoto usando quello che avete, troverete che la somma di cui disponete è sufficiente; che troppo spesso va sprecato; e che questa somma che all’inizio sembrava piccola o anche insufficiente, diviene adeguata quando la usate senza paure. Sembra addirittura sostenervi durante quel periodo in cui nessuna sostanza appare immediatamente, se continuate ad usarla senza paure e con la fede che ogni bisogno verrà soddisfatto.


FAI SPAZIO PER IL TUO BENE

Tutti noi vogliamo migliori situazioni finanziari e dovremmo averne. Ecco un modo per ottenerle: Non parlate a nessuno di mancanza o carenza, ma iniziate a pensare in termini di ricchezza, universale abbondanza che è dovunque. Poi imparate a lasciar andare, a dar via, a fare spazio per le cose per le quali avete pregato, lavorato e che fortemente desiderate. Mentre vi arrendete e gettate via vecchie idee, attitudini, vecchie possesioni e mettete al loro posto nuove idee di prosperità e progressivi ottenimenti, le vostre condizioni miglioreranno rapidamente.



http://quantum73.blogspot.it/2013/05/catherine-ponder-appunti-sulle-leggi.html
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

vedi anche
LE LEGGI DINAMICHE DELLA PROSPERITA'http://seeker.xoom.it/Ponder1.html

sabato 7 febbraio 2015

l'amore di cui parlo ...

* l'amore di cui parlo non ha nulla a che fare con le cosiddette relazioni sentimentali. L'amore eterno si relaziona ma non crea mai delle relazioni. Si relaziona agli alberi, al sole, alla luna, al vento, alle persone, agli animali, alla terra, alle rocce-- e' un relazionarsi ventiquattr'ore al giorno, ma senza creare relazioni. * 



* La piu' grande gioia dell'uomo consiste nell'essere libero. E la stupidita' della mente umana consiste nel creare continuamente situazioni in cui si perde la liberta'. Allora sei come un uccello le cui ali sono state spezzate. La tua anima soffre perche' non puo' volare. * 

Osho

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

CHAKRA TEST








Chakras Ruote di Vita Anodea Judith


Chakra Ruote di Vita
Per vivere con serenità l'amore, il sesso, e rapporti con gli altri 
e ritrovare il benessere di corpo e mente
Anodea Judith

Compralo su il Giardino dei Libri

I Chakra, secondo la filosofia indiana, sono sette centri situati in particolari punti del corpo, dove si concentra l’energia vitale. Con quest’opera puoi conoscere e imparare le pratiche per risvegliare tale energia, affinché essa possa migliorare la tua salute fisica e mentale, aumentare il tuo potere personale e per accrescere la tua consapevolezza spirituale.

Gli esercizi fisici, le meditazioni poetiche e le visualizzazioni ti aiuteranno a:
stabilire e concentrare l’energia
aprire, chiudere ed equilibrare la sessualità
aumentare il potere personale e l’energia
aprire il cuore all’amore e alla compassione
usare i suoni per aprire la coscienza
sviluppare l’intuito
aumentare la consapevolezza.


Il nostro corpo è un veicolo di coscienza e i chakra sono le ruote della vita che permettono a questo veicolo di muoversi – attraverso sfide, sofferenze e trasformazioni. Quest’opera, la più importante mai scritta sui chakra, rappresenta la mappa per poter realizzare il viaggio verso la coscienza. Potete considerarla come un manuale d’istruzioni del sistema dei chakra. Questa cartina, come qualsiasi altra mappa, non vi dirà dove andare, ma vi aiuterà ad affrontare il viaggio che volete intraprendere attraverso movimenti fisici, esercizi di yoga, meditazioni poetiche e visualizzazioni.

Aumenta la tua energia, sviluppa l’intuito, apri il cuore all’amore, accresci la tua creatività e realizza i tuoi sogni con i chakra.

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa