sabato 31 ottobre 2015

TUTTI PARLANO DI LIBERTA' MA POI PREFERISCONO ESSERE SCHIAVI

























http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

Keep Calm. …And Go!



La Risonanza Schumann, la frequenza vibrazionale del nostro pianeta, a detta di diversi radiestesisti qualificati che conosco personalmente, è raddoppiata nel giro degli ultimi tre mesi.
(e di certo non intende diminuire ;))

Praticamente la Terra si sta scrollando di dosso i suoi abitanti.
Non a caso loro non capiscono più niente, sono in panico totale, esattamente tra estasi pace coraggio e disperazione. =D
Insomma un po’ nervosi diciamo.

Beh sappiatelo, se non si vuole fare cervella frullate e fritte bisogna ballare in sincro. Vibrare forte anche noi.
Questo è il processo di ascensione. Questa è l’espansione. Espandere le nostre facoltà e le nostre possibilità. Espandere la nostra capienza per la felicità, per l’amore, per il successo, senza permettere che questo nuovo spazio che si sta aprendo in noi ospiti la paura. No. Deve restare innocente e pulito. Come cosa nuova. Noi siamo nuovi.

Keep Calm. Nutriti bene. Di bellezza, di amore, di calore, di dolcezza. Stai con te stessa. Osservati. Tutto viene fuori, anche parti oscure che non credevi di avere o di avere così. Salutale. Sono inoffensive in fondo se non gli dai corda. E secondo me ti possono anche servire per essere più profonda, più autentica, più vera, più ricca.
Non mancare nessuna opportunità di ESSERE.
La tua personalità e la tua anima stanno crescendo e desiderano solo esprimersi. Respira. …Keep Calm. …And Go!

Keep Calm significa anche stai centrato, stai meditativo. Per risonanza cosmica, le onde cerebrali sono forzate verso le frequenze gamma. Questo, letteralmente, può farci impazzire. Questo sicuramente accentua e velocizza ogni processo, di malattia, di rivelazione, di guarigione. Bisogna 1) sapere reggere queste frequenze, essere e stare a una vibrazione spirituale elevata. 2) sapere bilanciare queste frequenze trascorrendo regolarmente periodi di sonno o di veglia a onde theta, delta e più basse e lente ancora. Questo, letteralmente significa espansione: espandere lo spettro delle facoltà cerebrali… dall’iperveloce all’iperlento. E questo porta a VITA NUOVA, questo inevitabilmente induce nel cervello connessioni neuronali nuove e infinite nuove possibilità nella nostra esistenza.

http://silviapedri.com/2015/10/lautogenerazione-della-nuova-umanita/

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 30 ottobre 2015

... tra vacuità, essere, amore.


Vuoi dare amore e non ci riesci,
smetti di cercare di dare amore,
lascia che si crei uno spazio vuoto dentro di te,
più spazio vuoto si crea più amore ne esce.


Non sei tu che dai amore
è l'amore stesso che passa attraverso la vacuità
e il tuo essere lì a volere fare, a voler dare,
è un ostacolo alla sua libera circolazione.

Vuoi essere amore?
Scompari in questo vuoto e sarai l'amore stesso.
Non è che poi veramente scompari,
non ci sarai più come piccolo ego,
e tu rimarrai come la tua vera natura
uno splendore in cui c'è totale compenetrazione
tra vacuità, essere, amore.


Emanuele Marifa De Benedetti

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 29 ottobre 2015

IL MONDO E' FOLLE

“Il mondo è di certo folle,

e non è impazzito all’improvviso, è sempre stato pazzo.
Io non sono un pessimista, né sono un ottimista, sono semplicemente realista: so che è impossibile cambiare tutto questo folle mondo.
Perfino sperare di poter cambiare la mia gente, i miei sannyasin,
è già sperare troppo.


Per questo, non voglio fare il missionario e cercare di cambiare dei pazzi…
Cambia te stesso, e aiuta i tuoi compagni di viaggio, i sannyasin che si trovano sullo stesso sentiero, impegnati nella stessa ricerca.
Incoraggiali, aiutali in ogni modo.

Ci sono momenti di oscurità, momenti di sconforto, momenti in cui si ha la sensazione che non si sarebbe dovuto scegliere questo sentiero perché va contro l’intera follia del mondo.
Essere sani in un mondo di pazzi creerà inevitabilmente contrasti.

Aiuta la gente che è in viaggio verso la salute dell’essere, e non chiedere mai l’impossibile.
La cosa possibile è cambiare poche migliaia di sannyasin nel mondo.
E forse, se alcune migliaia di sannyasin si trasformano,
possono creare un magnetismo, una forza gravitazionale tale
da attrarre milioni di altre persone.
Ma devi iniziare con te stesso.
Se riesci a trasformare te stesso è fin troppo!
E se sei in grado di aiutare quanti sono in viaggio sul sentiero,
questo è sufficiente alla tua compassione e al tuo amore.”

Tu sei la meta: sei la sorgente e la meta,
il principio e la fine, l’alfa e l’omega.
Tu contieni tutto ciò cui hai sempre anelato,
possiedi già tutto ciò che hai sempre desiderato.
Non devi essere un mendicante,
essere un imperatore è la tua essenza più intima.” 

OSHO

Stefano Ferraresi FB
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

LIBERIAMOCI DALLE "CODE"

Riassumo uno scritto di Yulia Solomonova.

Quali "code"?
Per "code" quest'autrice intende i rapporti non finiti e non definiti (una sorta di cordoni psichici). Ciò che non è stato finito, blocca la nostra efficacia, la vita, ostacola la realizzazione dei desideri, toglie l'energia.


Come capire se le abbiamo, le "code"? Basta osservare i propri pensieri. A volte uno ci aveva offeso decine di anni fa, ma noi ancora lo ricordiamo, un'altra persona non ci aveva restituito il debito… credete di averlo archiviato, ma non è così.
Come fare?
Trovate una mezz'ora di tempo libero, con calma e da soli, isolatevi e scrivete tutto ciò che riuscirete a ricordare. Scrivete TUTTI i ricordi, tutto è importante.
Eseguite un rito della gratitudine verso tutte le persone della lista; ringrazietele per l'esperienza avuta, per la situazione che voi aveva insegnato qualcosa.
A un'amica dite: "Ti ringrazio perché ridevi di me e non credevi in me, questo mi aiutò a fare un passo importante".
Immaginate una persona della lista e fategli un inchino (fatelo da soli, non dovete andare davanti alla persona).
Il ringraziamento lascia andare il passato, e le "code" smettono di succhiare l'energia.

Obbligatorio: cancellate la "code" chiuse, finite, lodatevi da soli per averlo fatto, perché state facendo un lavoro molto importante. E poi fatevi un regalino, anche piccolo, basta che vi piaccia.


Olga Samarina‎ 

LA RADIONICA ESOTERICO-SCIENTIFICA RUSSA


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

Come ricavare l’energia dal passato.




Questa tecnica sciamanica apre degli spunti sul problema del Tempo. Richiede l'immaginazione e una buona padronanza delle tecniche per sperimentare il silenzio interiore, l'anticamera di un vero viaggio sciamanico.

“Stai cercando altre persone perché ti manca l’energia. In realtà, non hai bisogno della loro energia, stai cercando in loro la tua energia. Ma sbagli l’indirizzo. Stai cercando la tua energia che puoi trovare nel magazzino del passato.
Siamo deboli adesso, nel presente, perché lasciamo un mucchio di energia nel passato e nel futuro.
Aspettando fortemente un evento che avverrà nel futuro, ci mandiamo la nostra energia. Quando la cosa succede, siamo felici, in quel momento incontriamo l’energia spedita nel futuro. Poi la gioia passa, e l’energia di nuovo ci lascia, rimane nel passato. Questa è la cosa peggiore... se vuoi fortemente qualcosa, investi la tua energia nell’intento e nelle azioni per realizzarlo, non sperperarla nei sogni.

Come ricavare l’energia dal passato.
Stenditi e rilassati. Cerca in te la zona dove senti lo sconforto. Potrebbe essere nel tuo corpo, nelle emozioni.. una pesantezza, un dolore, un qualcosa. Chiediti quale avvenimento o quale catena degli avvenimenti l’aveva provocato. La tua memoria troverà (nel presente) quel posto dove è avvenuto l’avvenimento. Pr esempio, se quella casa non c’è più, la tua energia ci sarà sugli alberi, nelle pietre che si trovano in quel posto. Non devi guardare le persone che si trovano lì, non devi guardare le cose, devi cercare la tua energia.
Potrebbe essere qualcosa di dimenticato, ma tuo. Delle nuvolette, una ragnatela, delle foglie secche. Raccogli tutto, fanne un mucchietto. Mettilo sul tuo plesso solare ed INSPIRALO.

Una altra variante: prendi una coppa di una certa forma, mettici dentro tutte quelle cose. La forma della coppa ti aiuterà a trasformare quelle cose in energia. BEVILA.
Puoi capire quale avvenimento concreto, quali emozioni ci sono in quell’energia. Devi guardare.
Dopo aver ingerito l’energia, vedrai che l’avvenimento perderà la sua colorazione emotiva, ti sarà indifferente e potrai metterlo nel magazzino della memoria. Non ti sentirai sollevato subito; l’energia la devi prima assimilare dentro di te.

Con queste tecniche rompiamo i collegamento tra gli eventi, priviamoli d’energia. La revisione e il cancellamento della storia personale ti rendono completamente libero.
Queste tecniche non garantiscono una completa restituzione dell’energia, ma di circa l’80%.
In realtà, anche con 30% dell’energia ritrovata potremmo avvertire una forte euforia.

Così si può trasformare la propria vecchiaia, quando non abbiamo l’energia del futuro da prendere: dobbiamo ricvavarla dal passato.
Olga Samarina‎ da LA RADIONICA ESOTERICO-SCIENTIFICA RUSSA

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 28 ottobre 2015

QUANDO E' MEGLIO TACERE

TACI…..!!!

Questo mondo è basato sulla ricerca della verità, ma i saggi avvertono: ci sono cose che è meglio tenere segrete. C'è tempo dell'apertura e c'è tempo del segreto e del mistero. Il segreto non è una bugia, ma uno degli aspetti del comportamento sensato.

1. Tenete segreta la ricetta di un forte rimedio che vi riesce bene. Sembra che si possa raccontarlo ad ogni angolo, ma la gente è capace di travisare il suo uso e il suo effetto potrebbe essere completamente diverso, una forte medicina potrebbe diventare un veleno mortale. Una "copia" di una medicina a volte diventa un veleno.


2.Non raccontate della beneficenza che fate. Le opere del bene sono rare, perciò si deve conservarle come un gioiello. Non vantatevi delle opere del bene, perché la superbia è in agguato e potrebbe cancellare tutti gli effetti positivi. Come mai? Il fatto è che un'azione è finita con la fine delle emozioni nella nostra coscienza. E se l'ultima emozione è un vanto, vuol dire che la cosa non ha avuto fine.. tacere delle proprie azioni positive è un buon allenamento per avere delle reazioni ed emozioni giuste.

3.Non si racconta delle proprie gesta, o degli atti di coraggio. Un eroe deve ricordare che il miglior premio è nel suo cuore e nella purificazione; quella potrebbe essere cancellata dal desiderio delle onorificenze. Un vero atto eroico si fa dentro il proprio cuore.

4.Non si parla con tutti del proprio sapere spirituale. Quello possiede vari livelli e deve aprirsi al raggiungimento di un certo livello della purezza. La condivisione di un sapere spirituale di alto livello, anziché portare un beneficio, può mettere una persona in guardia o spaventare. … un sapere spirituale deve anche essere pratico e corrispondere al livello della comprensione delle persone.

5. Non si parla della propria moralità. Possiamo essere dei grandi vegetariani, pacifisti, etc, ma non possiamo avere una moralità perfetta in questo mondo; una persona" normale" compie ogni giorno una qualche forma di violenza: possiamo evitare di commettere i "peccati capitali", ma il nostro stile di vita può comunque provocare le sofferenze di altre forme di vita.

6. Non si deve parlare dei conflitti in famiglia e in generale, della sua vita privata. Meno si parla della famiglia più essa sarà forte. Una lite è una liberazione dall'energia negativa accumulata; se ne parliamo con gli altri, questa energia non si butta via ma ritorna indietro.

7. Non si parla dei propri progetti a lungo termine; state zitti e aspettate che si realizzino. Basta che vengano a sapere di un progetto di qualcuno, e sorgono mille possibilità per impedire la sua realizzazione ...

‎Olga Samarina‎  LA RADIONICA ESOTERICO-SCIENTIFICA RUSSAhttp://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 27 ottobre 2015

Come smettere di incarnarsi sulla Terra in tre mosse - Salvatori Brizzi



http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

Intervento di Salvatore Brizzi al convegno "Voci dai Mondi" organizzato da AnimaEventi.com (Milano, marzo 2015)

Molti ricercatori spirituali non sopportano la vita, cioè la reincarnazione, e non vedono l'ora di "andarsene". In realtà le persone non sopportano la vita perché non sopportano se stesse, e questo si riflette anche all'esterno.

Risvegliarsi significa vedere la bellezza del mondo, percepirne la perfezione. La bellezza si vede col cuore, attraverso una un'emozione superiore che accade sul piano emotivo.

Il pianeta si può abbandonare quando si vede la bellezza in ogni cosa. L'illuminazione è trovarsi bene sulla Terra al punto da non desiderare di andar via, e solo questo consente di non tornare più.

L'accettazione, che non significa accontentarsi né subire, è una chiave fondamentale.

Seconda mossa: ama i tuoi nemici. Perché? Perché il nemico è la persona che più di ogni altro ti aiuta a lavorare su di te in maniera chirurgica, e in questo significa che la sua anima ti sta aiutando profondamente.

I problemi grossi te li fanno vedere solo i "nemici". Il nemico conosce i tuoi punti deboli, i pezzi che mancano. E te li fa vedere. Perché ti ama profondamente.

Terza mossa: vivere nel qui e ora. La capacità cioè di essere presenti. Vivere al di fuori della prigione mentale del ricordo e dell'anticipazione. La mente in genere produce rumore e le persone lo scambiano per pensieri propri.

http://divinetools-raja.blogspot.it/

lunedì 26 ottobre 2015

LA VITA; DOVE SBOCCIANO LE ROSE DELL'AMORE

La vita è una opportunità:

non ha alcuno scopo.
È il terreno in cui sbocciano le rose dell'amore.

L'amore ha un suo valore intrinseco: è privo di scopo e di senso logico. Non ha alcun fine, ha però un significato immenso; esso contiene in sé una gioia infinita, un'estasi particolare.

Ma questi non sono valori logici.

L'amore non è un affare in cui contano gli obiettivi, gli scopi da raggiungere. Nell'amore esiste sempre una certa follia. E cos'è questa follia? La follia esiste, perché non si riesce a spiegare la ragione per cui si ama; non si sa dare una spiegazione logica del proprio amore.

Puoi dire che fai un certo affare perché hai bisogno di soldi: hai bisogno di soldi, perché hai bisogno di una casa; hai bisogno di un riparo; come faresti a vivere senza un tetto?

Nella vita di tutti i giorni, ogni cosa ha uno scopo ben preciso, ma nell'amore... non si possono dare spiegazioni. Puoi semplicemente dire:

"Non so. So soltanto che amare equivale a sperimentare la dimensione,
lo spazio più bello che esista dentro di sé". Ma l'amore non è un fine.

Quello spazio non è cerebrale. Quello spazio non può essere reso un bene di consumo. Quello spazio è un bocciolo di rosa, sopra il quale va a posarsi una goccia di rugiada che risplende come una perla. All'alba, nella brezza del primo mattino, il bocciolo di rosa danza sotto i primi raggi del sole.

L'amore è la danza della tua vita!

Per questo, coloro che non conoscono l'amore, si lasciano sfuggire la danza della vita, perdono l'opportunità di crescere come le rose.

Ecco perché, secondo la mentalità corrente nel mondo, secondo la mente calcolatrice, computerizzata, secondo il matematico, l'economista, il politico,
l'amore è una forma di follia.
Osho

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

domenica 25 ottobre 2015

Grabovoi : tutto dipende da noi

“Nel tempo ho cercato di capire perchè la Legge di attrazione non sembri funzionare con tutti. Sicuramente una buona parte degli insuccessi potrebbe essere dovuta a pensieri negativi che si
intrufolano nella mente a livello inconscio e che spazzano via i programmi positivi, poi la mancanza di vera fede in quello che potremmo ottenere farà il resto. Ma non basta, sin dall’ inizio mi resi conto che doveva esserci un altra spiegazione, per cui ad alcuni il segreto della legge di attrazione non veniva svelato. Questa spiegazione, dopo qualche anno è arrivata , con i numeri del ricercatore accademico russo Grigori Grabovoi. Secondo Grabovoi tutto dipende da noi ed è in noi stessi, il Mondo rappresenta la realtà esteriore , l’ Uomo dotato di anima la realtà interiore , le due realtà non sono altro che strutture informative.
L’ Uomo, inserito nel Mondo, ne influenza i cambiamenti e quindi la realta’ esteriore viene strutturata secondo il consapevole o inconsapevole mondo interiore dell’ Uomo. Per farla breve: siamo noi i creatori e piloti del nostro destino. Grigori Grabovoi ci insegna a guidare , e pone il tassello che mancava: come ho appena accennato la difficoltà principale che si incontra nell’ intraprendere la pratica della legge di attrazione è quella di concentrarsi sull’ obbiettivo senza tutti quei tentennamenti, dubbi, reticenze, che spesso si affollano fra i nostri pensieri seppur non desiderati.
Mantenere il progetto lindo e pulito, vederlo definito, anche per pochi secondi, spesso è di una difficoltà estrema. L’ obbiettivo stesso a volte ci distrae, e non riusciamo a osservarlo in alta definizione, come se fosse presente davanti a noi, effettivamente. I metodi per il pilotaggio della realtà di Grigori Grabovoi sono basati su colori, forme geometriche, numeri, con il quale egli codifica obbiettivi universali che riguardano la salute, il benessere economico, la salvezza per se e per gli altri.
Questi metodi, essendo basati su codici e non su visualizzazioni della realtà, hanno la caratteristica di non coinvolgerci emotivamente nella loro attuazione, e rendono forse più semplice la loro realizzazione. Grabovoi mette a punto un metodo per la ri- armonizzazione di qualsiasi disturbo psicofisico con l’ aiuto di sequenze numeriche, nel suo libro :
“Ricostituzione dell’ organismo umano tramite concentrazione sulle sequenze numeriche”. Mentre ci si concentra su una determinata sequenza numerica si attivano quindi quelle onde energetiche che stimolano il processo di riallineamento alla norma.
Questi metodi sono conseguenti alla messa in pratica di nozioni acquisite grazie ai progressi nello studio della fisica quantistica. L’ Uomo è capace di modificare le vibrazioni, quindi le particelle subatomiche che compongono la materia, sia con semplici parole che con pensieri ed emozioni… una volta innescato il meccanismo tutto è possibile, si puo’ guarire qualsiasi disturbo psico-fisico, dal piu’ banale al piu’ severo, si puo’ ribaltare una cattiva posizione finanziaria, armonizzare i rapporti in famiglia e sul lavoro, stimolare i bambini nello studio, e ancora e ancora, confermando che siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio, e che come il Creatore siamo in grado di cambiare il mondo.

Le serie le trovate sul blog, se vi interessano :-)

Un altro spunto molto interessante l’ho trovata fra le risposte, sempre nel blog, e riguardal’applicazione pratica delle serie. Ve lo riporto.


Metodo per utilizzare i numeri di Grigory Grabovoi. Che cosa sono l’ Ohm dei buddisti, il Padre Nostro cristiano e tutte le giaculatorie recitate a migliaia in ogni ora del giorno e della notte in tutto il mondo? Sono preghiere al Creatore in forma di suono, vibrazione, onda. Queste vibrazioni creano un eco che rimbalza silenzioso verso la ionosfera e raggiunge immediatamente ogni parte del mondo. Che poi queste frequenze entrino in risonanza con ghiandole endorfine, scuotendole, oppure che giungano ad un Creatore regista del fato e del libero arbitrio, o forse che semplicemente avvicinino l ‘Uomo alla completa consapevolezza di essere una scintilla divina in grado di modificare il corso del destino , che sia quel che sia, non è dato a sapere. Che cosa succede usando i numeri di Grigori Grabovoi, mettendoli nel portafoglio, imparandoli a memoria, scandendoli lentamente sottovoce o in macchina mentre si va al lavoro? Ogni numero sussurrato o pensato ha il suo suono e frequenza pulito da ogni deviazione di pensiero, il numero non viene filtrato da pessime associazioni di idee, da inutili elucubrazioni. E’ un numero,e basta. Mentre lo scandiamo abbiamo una immagine essenziale dello scopo che vogliamo ottenere, una breve panoramica completa di tutta l’ essenza del nostro bisogno. Per utilizzare i numeri di Grigori Grabovoi il primo passo da effettuare è quello di arrivare alla consapevolezza di quello che possiamo ottenere, il secondo è quello di ordinare i pensieri. In seguito possiamo scandire la sequenza numerica da sinistra a destra, un numero alla volta, oppure da destra a sinistra, rimanendo concentrati ,focalizzati sulla sequenza adatta alla situazione che stiamo per sanare. Se il “focolaio” su cui vogliamo intervenire è chiaro possiamo concentrarci su questo. La meditazione puo’ durare da pochi secondi ad un paio di minuti, in funzione del livello di influenza che riteniamo opportuno . Dopo ogni focalizzazione è necessario rilassarsi, fare altro, ma la concentrazione puo’ essere rifatta piu’ volte nell’ arco della giornata. Semplice, niente di complicato, nessuna istruzione particolare,i cambiamenti si vedono subito, l’ importante è chiedere un miglioramento per se e per gli altri.. .

“Gli Insegnamenti di Grabovoi:

“Il compito nella vita consiste nel tradurre il sapere dell’anima in una forma logica e di utilizzarla consapevolmente”

“Ogni cosa nel nostro mondo possiede informazioni e queste informazioni possono essere modificate in una direzione positiva. Così facendo cambia anche il mondo in meglio, ovviamente”

“L’uomo é in rapporto diretto e di interscambio con il mondo intero (la realtà esterna),
ed è immerso in un campo informativo, riceve informazioni, le elabora le utilizza, le trasmette”

“Ogni persona é direttamente collegata con il mondo intero, e attraverso i suoi pensieri, i suoi sentimenti, e le sue azioni, crea un cambiamento (allo stesso modo un cambiamento nella realtà esterna comporta un cambiamento della realtà interiore dell’uomo)”

Che cos’è il Pilotaggio della Realtà?

Attraverso la coscienza si crea un ponte che unifica il mondo spirituale con quello materiale. Tramite modificazioni dello stato di coscienza si può cambiare anche la mente e di conseguenza le azioni e gli eventi, dato che l’anima (mondo spirituale) è presente in ogni situazione. Accade quindi che il cambiamento di coscienza attira a sé il cambiamento di tutti gli altri elementi del mondo.
Quando si impara a riportarsi in armonia interiore e nella “Norma” (termine che Grabovoi usa per “Ordine Divino”, come ci ha fatti il Creatore a sua immagine e somiglianza) ripristina contemporaneamente anche il suo ambiente portandolo in armonia con se stesso e viceversa.
Tramite la consapevolezza si ha un’opportunitá unica nel suo genere di cambiare e di trasformare un’informazione negativa (uscita dalla “Norma”) in una positiva (che rientra nell’ “Ordine Divino”).
Questo é ció che Grabovoi chiama PILOTAGGIO DELLA PROPRIA REALTÁ o esercizi di concentrazione e pilotaggio delle informazioni per il ripristino della “Norma”/dell’Ordine.
Tutti gli oggetti, sono uniti tramite rapporti di informazioni, se una relazione viene modificata cambia anche l’intero sistema; noi possiamo dunque “pilotare”/ influenzare attraverso la nostra consapevolezza e la percezione questo sistema informativo dell’uomo.
I suoi insegnamenti sono rivolti a ciò che lui chiama “SALVEZZA GLOBALE E SVILUPPO ARMONICO“.
Questo significa che quanto più spesso verranno utilizzate queste tecniche per la risoluzione dei nostri compiti, tanto meglio ciò risulterà per la salvezza di tutti.”

http://www.heartquake.it/pilotaggio-della-realta/

La tecnica del matematico Grabovoi per ottenere risultati tangibili,riguarda la concentrazione su opportune SEQUENZE NUMERICHE, di cui avremo cura di circondarci, riporle nel portafogli oppure nella patente, carta di identità, borsa ecc… immaginando la sequenza sul proprio posto di lavoro o nella propria abitazione.
Ecco alcuni numeri da sperimentare:
Per la stabilità negli affari commerciali: 212309909
Rapporti di lavoro armonici : 41111963
Trasformazione del negativo in positivo: 1888948
Armonizzazione del presente: 71042
Armonizzazione del futuro: 148721091
Rapporti famigliari armonici: 285555901
Per la normalizzazione delle situazioni finanziarie : 71427321893



I numeri di Grabovoi.
Queste sequenze di numeri sviluppati dal grande scienziato e sensitivo Grigori Grabovoi, vengono utilizzati per armonizzarsi e dirigere la nostra vita nella norma divina, io li uso con i cristalli, i suoni, le forme geometriche della natura, e anche con la cera.
Per chi vuole provare e sperimentare gli effetti, qui sotto troverà una serie di questi numeri.



Buona fortuna.






Alcolismo 148543292
Allergie 45143212
Anemia 48543212
Aneurisma del cuore 9187549
Aneurisma dell’aorta 48543218
Aritmie 8543210
Arresto Cardiaco 8915678
Arterie coronarie 1454210
Arteriosclerosi 54321898
Artrite Reumatoide 8914201
Artrite 8111110
Ascesso 518231415
Asma bronchiale 8943548
Attacco cardiaco 8914325
Avvelenamento acuto 4185412
Avvelenamento cibo da batteri, tossine 5184231
Bronchite Acuta 4812567
Bronchite Cronica 4218910
Calazio 5148582
Calcoli renali 5432143
Calcolosi biliare 148012
Cancro al seno 5432189
Cancro degli organi sessuali esterni 12589121
Cancro dei dotti biliari extra-epatici 5789154
Cancro dei reni 56789108
Cancro del colon 5821435
Cancro del fegato 5891248
Cancro del pancreas 8125891
Cancro della gola 8912567
Cancro della pelle 8148957
Cancro della prostata 4321890
Cancro della tiroide 5814542
Cancro della vescica biliare 8912453
Cancro della vescica 89123459
Cancro delle labbra 1567812
Cancro delle ovaie 4851923
Cancro dello stomaco 8912534
Cancro dell’uretere 5891856
Cardiomiopatie 8421432
Carie 5148584
Cataratta 5189142
Cecità notturna (Nictalopia) 5142842
Cerume orecchie 48145814
Cheratite 518432114
Cirrosi epatica 4812345
Cisti gengivali 514218877
Coliche intestinali 8123457
Coliche renali 4321054
Colite acuta 5432145
Colite cronica 5481238
Colite 8454321
Collasso 8914320
Coma 1111012
Congestione (risoluzione) 52025
Congiuntivite 5184314
Corea 4831485
Costipazione 5484548
Crampi 51245424
Dente, frattura 814454251
Diabete mellito 8819977
Diarrea 5843218
Difetti congeniti del cuore 9995437
Dipendenza dalla nicotina 1414551
Disordini metabolici 1823451
Dispepsia 1112223
Distacco della retina 1851760
Distonia neurovegetativa 8432910
Disturbi del sonno 514248538
Disturbi della digestione 5321482
Disturbi sessuali di origine psichica 2148222
Disturbi sessuali 1818191
Disturbo maniaco depressivo 514218857
Dolore dentale, acuto 5182544
Dolore toracico 82124567
Eczema 548132151
Edema polmonare 54321112
Emicrania 4851485
Emorroidi 58143219
Epatite A e B 5412514
Epatite acuta 58432141
Epatite cronica 5123891
Epatosi 9876512
Epilessia 1484855
Faringite 1858561
Ferite 5148912
Fibroadenoma mammario 4854312
Fibromi 51843216
Fimosi, parafimosi 0180010
Flebotrombosi 1454580
Flemmone 48143128
Foruncolosi 5148385
Fratture 7776551
Gastrite acuta 4567891
Gastrite cronica 5489120
Gastrite 5485674
Gastroenterite 5485674
Gengivite 548432123
Ginecomastia 4831514
Glaucoma 5131482
Glaucoma 5131482
Glossalgia 514852181
Glossite 1484542
Gotta, alluce 8543215
Herpes zoster 51454322
Ictus cerebrale 4818542
Impotenza 8851464
Impotenza 8851464
Infertilità 9918755
Insufficienza cardiaca 8542106
Insufficienza cardiocircolatoria acuta 1895678
Insufficienza Circolatoria 85432102
Insufficienza epatica 8143214
Insufficienza renale acuta 8218882
Insufficienza respiratoria acuta 1257814
Ipersessualità 5414855
Ipertensione arteriosa 8145432
Ipertensione arteriosa 8145432
Ipotensione 8143546
Ipovitaminosi 5154231
Irite 5891231
Linfoma cutaneo 5891243
Linfonodi ingrossati 4845714
Lussazioni 5123145
Mal di testa 4818543
Malattia del tessuto connettivo, diffusa 5485812
Malattie chirurgiche 18574321
Malattie del sangue 1843214
Malattie del sistema circolatorio 1289435
Malattie della pelle e veneree 18584321
Malattie dell’apparato locomotore 514218873
Malattie dell’infanzia 18543218
Malattie infettive 5421427
Malattie mentali 8345444
Malattie ORL – Orecchio Naso Gola 1851432
Malattie professionali 4185481
Malattie renali e delytratto urinario 8941254
Malattie respiratorie 5823214
Malattie reumatiche 8148888
Malattie tumorali 8214351
Mastite 8152142
Mastopatia 84854321
Melanoma 5674321
Meningite 51485431
Mesotelioma 58912434
Mestruazioni dolorose, emorragiche 4815812
Miastenia 9987542
Miocarditi 8432110
Miopia 548132198
Narcolessia 48543216
Neuroblastoma 8914567
Neurodermatite 1484857
Neurologici problemi 148543293
Nevrosi 48154211
Normalizzazione dei parametri di laboratorio 1489991
Normalizzazione dei succhi biliari 514852188
Normalizzazione dei succhi gastrici 5148210
Normalizzazione del sistema sanguigno 148542139
Normalizzazione della biochimica ematica 514832189
Normalizzazione della saliva 514821441
Normalizzazione delle urine 1852155
Obesità, sovrappeso 4812412
Occlusione arteriosa 81543213
Oligofrenia (demenza) 1857422
Orchite 818432151
Orzaiolo 514854249
Osteoartrite deformante 8145812
Otite 55184321
Otomicosi 514832188
Otosclerosi 4814851
Ovaie, infiammazione 5143548
Paralisi faciale 518999955
Parkinson, morbo di 5481421
Perdita dei capelli (calvizie, alopecia) 5484121
Pericardite 9996127
Periodontite 5182821
Periodontosi 58145421
Peritonite 1428543
Piede piatto 1891432
Polipi nasali 5519740
Polipo 4819491
Problemi al collo e alla colonna 5481321
Problemi articolari 5421891
Problemi bocca e denti in generale 1488514
Problemi cardiocircolatori 1454210
Problemi della vista 1891014
Problemi ginecologici 1489145
Prurito cutaneo 1249812
Psoriasi 18543214
Pulpite 1468550
Punture di api e vespe 9189189
Raffreddore comune 5189912
Reumatismi 5481543
Sanguinamento dopo estrazione dentale 8144542
Sanguinamento nasale (Epistassi) 65184321
Sarcoma di Kaposi 8214382
Schizofrenia 1858541
Sclerosi multipla 51843218
Sepsi (acuta) 8914321
Sepsi (cronica) 8145421
Sepsi 58143212
Shock traumatici 1895132
Sinusite 1800124
Spondilite anchilosante 4891201
Stati critici 1258912
Steatosi epatica 5143214
Stomatite 4814854
Tartaro 514852182
Tendinite, tenosinovite 1489154
Tensioni alla testa e al collo 8421432
Tiroide (problemi endocrini) 1823451
Tiroidite 4811111
Tossicodipendenza 5333353
Tracoma 5189523
Trauma agli organi interni 8914319
Traumi ortopedici 1418518
Tromboflebite 1454580
Tromboflebite 1454580
Tumori del cervello (testa e spinali) 5431547
Tumori del seno 9817453
Tumori delle cavità nasali e paranasali 8514256
Tumori delle ghiandole surrenali 5678123
Tumori delle paratiroidi 1548910
Tumori maligni bocca e faringe 1235689
Tumori maligni delle ossa 1234589
Tumori maligni dell’intestino tenue 5485143
Tumori nasofaringei 5678910
Uretrite 1387549
Ustioni 8191111
Uveite 548432198
Vaginismo 5142388
Vene varicose 4831388
Verruche 5148521
Vertigini 514854217
Vitiligine 4812588

blog http://www.cambioilmondo.it/grigori-grabovoi-i-numeri-di-dio/






http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

EGO , LA CAUSA DELLA SOFFERENZA



Inizia a cercare l’ego in te stesso.

Tutte le volte che ti senti infelice, meschino,
chiudi immediatamente gli occhi: cerca di scoprire dove ha origine questa infelicità, e ogni volta scoprirai che il tuo falso centro è entrato in conflitto con qualcuno.
Tuttavia, le cause non stanno al di fuori di te. Il motivo fondamentale
è dentro di te, ma tu guardi sempre al di fuori, chiedi sempre: chi mi rende così infelice?
Chi provoca questa mia rabbia, questa mia angoscia?
Se guardi all’esterno, non lo scoprirai mai. Limitati a chiudere gli occhi
e a guardare sempre dentro di te.
La fonte di ogni miseria, rabbia, angoscia, è nascosta dentro di te:
è il tuo ego.


E se trovi la fonte, sarà facile andare oltre.
Se riesci a vedere che il tuo stesso ego è la causa di ogni sofferenza, preferirai abbandonarlo, perché nessuno può portarsi dietro la causa della propria sofferenza, una volta che la conosce.
~OSHO~


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

QUINTO CHAKRA

CHAKRA 5 --- CORPO SPIRITUALE
Localizzato sulla gola, determina la creatività e la parola. Sta alla base del desiderio di esprimerci, di farci capire dagli altri, di comunicare e di gioire. l'energia del quinto scorre dalla gola lungo le spalle, le braccia e le mani, evocando l'immagine di rami destinati a portare fiori e frutti. Attraverso la gola scorre il suono, le corde vocali fanno vibrare l'aria, nella bocca i suoni si articolano, si trasformano in parole, le parole unificano, informano e trasformano la coscienza. La comunicazione, la possibilità di entrare in contatto gli uni con gli altri attraverso un'onda, una vibrazione e di uscirne modificati, è un profondo mistero. Il mistero dell'Arte, del canto, del suono, della parola, della scultura e della pittura giacciono racchiusi nel chakra della purificazione, dove la materia si proclama simbolo e ascende le sacre altezze dello Spirito. La sua chiusura è tipica delle persone timide e chiuse in se stesse. Possiamo esprimere soltanto ciò che abbiamo in noi stessi, e una delle finalità del quinto Chakra è proprio quella di consentirci un certo spazio interiore, che ci permetta di riflettere sui nostri pensieri e comportamenti. Quando sviluppiamo il Chakra della gola, i nostri pensieri non saranno più dominati dalle emozioni o dalle sensazioni fisiche, il che rende quindi possibile una conoscenza oggettiva. Esso, inoltre, regola l'equilibrio tra la parte fisica e quella spirituale. Il buon funzionamento comporta la capacità di esprimersi e di ascoltare. Se tale chakra è bloccato si tende ad esprimere poco se stessi, a non parlare o ad essere particolarmente timidi. All'opposto, un'eccessiva apertura porta a parlare molto e a dare poco spazio all'ascolto degli altri. Il timbro ed il tono della voce sono manifestazioni delle energie del quinto Chakra: tanto più la voce è armonica, piena e rotonda, tanto più questo centro sarà in equilibrio. Le patologie di tipo psichico che fanno riferimento a vishudda sono tutte riferite alla capacità di comunicare, non solo verso l’esterno, ma anche verso la propria interiorità; è tramite questo Chakra che si realizza la comunicazione tra mente e corpo; perciò le cosiddette malattie psicosomatiche possono anche essere riferite in varia misura alla disfunzione di questo Chakra. E' legato alla ghiandola della tiroide, governano la crescita, lo sviluppo, la stabilità della materia corporea, la materializzazione di tessuti e lo sviluppo delle facoltà intellettive, e quindi permettono all'uomo di esprimere la coscienza. Non a caso nella parte più interna della gola si trovano le corde vocali, sede dei suoni e della parola, cioè dell'espressione cosciente dei concetti. Problemi alla tiroide indicano difficolt' nell'esprimere la propria verità e conseguentemente nel creare la propria vita. Mal di gola, noduli alle corde vocale, laringiti e faringiti ci invitano a essere chiari, onesti e diretti e soprattutto ad avere il coraggio di dire la verità.

Advanced Mind Italia

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

sabato 24 ottobre 2015

MEDITAZIONE GUIDATA DI LUMIRA



http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

Nel 2010 la sciamana russa Lumira ha deciso di non invecchiare più, perché il processo di invecchiamento non le sembrava una cosa naturale. E ha constatato che effettivamente è possibile. Possiamo fermare il nostro processo di invecchiamento e addirittura ringiovanire!

Questo ci è possibile perché noi possiamo cambiare il nostro dna e riprogrammare la struttura delle nostre cellule rigenerandole.

Lumira ci guida in due facili meditazioni per imparare a riconetterci con il nostro corpo e re-imparare a percepirci.

Dimentica tutto quello che pensavi sull’invecchiamento e sulla malattia!
Diventa tu stesso il tuo guaritore e creati una nuova consapevolezza del corpo e dell’anima.

Il programma di esercizio energetico proposto e ideato da Lumira offre una vasta gamma di esercizi facili da applicare mentalmente, fisicamente e spiritualmente per rigenerarsi completamente e connettersi con la propria vera età interiore.

Il processo di invecchiamento viene interrotto, i capelli ritrovano rinnovata elasticità, le rughe scompaiono, così come i chili in eccesso - senza sostanze chimiche o additivi dannosi. Le tecniche di esercizio di Lumira bloccano il codice di ringiovanimento fisico nel nostro DNA consentendoci di fermare e combattere i danni dell’invecchiamento.

Tu hai l’età che ti senti!
Lumira presenta il suo DVD "Giovane per Sempre"

Oggi sul mercato ci sono tantissimi libri di argomento esoterico e le persone continuano a correre da un corso all'altro, ma non è sufficiente leggere tanti libri e frequentare parecchi corsi; devi cambiare e bisogna iniziare a volere davvero dall'interno questo cambiamento e ogni giorno bisogna chiedersi: "Come desidero essere? Come voglio sentirmi?"

Se non abbiamo degli obiettivi interiori non possiamo dirigere indirizzare le energie e manifestare ciò che desideriamo avere.

La mia prima domanda per voi è questa: Come desideri vederti? Come desideri essere? Come desideri sentirti?



Giovane per Sempre
Il Programma per guarire il corpo e fermare l'invecchiamento - Conferenza + Seminario formativo
€ 24.5

venerdì 23 ottobre 2015

Gialal al-Din Rumi rispose

Lo sceicco al-Busti scrisse una lettera piena di contumelie al sufi Gialal al-Din Rumi : “sei un figlio di puttana, un rinnegato, un senza Dio, immerso nei peccati fino agli occhi, ipocrita e bugiardo”. Giaial al-Din gli rispose: ” ti ringrazio per questo tuo giudizio, che – lo sa Iddio Altissimo, che sia sempre benedetto – corrisponde effettivamente alla mia natura. L’Altissimo mi ha fatto così ed io non posso che esercitare la pazienza e la compassione per riuscire ad accettarmi. Spero che anche tu riesca a sopportarmi, e mi appello alla tua misericordia e alla tua preghiera”. Quando lo sceicco ricevette questa risposta, si diede alla vita errante, e nessuno sa dove sia andato a finire.


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

LASCIATELO ANDARE !!!



















http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

martedì 20 ottobre 2015

Che cos’è l’anima


Ormai spero che perlomeno la questione dell’esistenza o meno dell’anima sia da ritenersi un capitolo chiuso e archiviato. L’Anima esiste, non è un’invenzione della religione, non è una prerogativa della Chiesa, non necessita di nessun pastore, sacerdote o rabbino. È un’entità a sé stante integrata e cresciuta dentro un corpo pilotato da una mente in stretto rapporto, ma allo stesso tempo in conflitto, con l’anima stessa. Come può un essere umano spiegarsi se non è il creatore di se stesso? Possiamo limitarci a descriverci per quello che vediamo e conosciamo, ma non andare oltre, poiché non siamo creatori di noi stessi, né di tutto quello che si trova al mondo.

 Conseguentemente a questa riflessione, ritengo che ci sia praticamente impossibile comprendere l’esatto meccanismo del sistema Corpo-Anima-Mente, ma analizzando il tutto in modo distinto possiamo risalire al funzionamento più probabile. Procediamo per gradi: il Corpo non è altro che un veicolo, un contenitore del nostro Io, una macchina insomma che concede a questa entità di sopravvivere nel mondo reale. Come gli astronauti per sopravvivere nello spazio hanno bisogno della loro tuta spaziale, così l’anima ha bisogno di questa “macchina” per muoversi liberamente nella dimensione terrena. Il corpo ha proprie esigenze tutte facenti parte del mondo materiale, quali mangiare, dormire, bere ecc. Cresce in stretto rapporto con l’anima, la quale lo rifornisce dell’energia adatta alle funzioni essenziali, ma per trasmettergli questa energia, ha bisogno di un codificatore che selezioni e orienti questi impulsi energetici nella centrale di smistamento. La centrale di smistamento impulsi non è altro che il cervello, altro fantastico marchingegno che serve per saldare la materia allo spirito.

 Spesso però, per saldare due diversi metalli, c’è la necessità di inserire un terzo metallo, compatibile con entrambi, in modo da fonderlo insieme e ottenere così una saldatura perfetta. Per fare un esempio comprensibile a tutti e non solo ai saldatori esperti, facciamo finta di dover mettere in comunicazione due persone di lingua, usi e abitudini completamente diversi; per di più, queste persone dovranno lavorare insieme a un progetto, uno dovrà dirigerlo, l’altro dovrà realizzarlo materialmente. Bene: la cosa più ovvia è far intervenire una terza persona che capisca entrambe le lingue in modo che chi dovrà realizzare possa comprendere le precise direttive di chi dirige. Questo traduttore non è altri che la Mente, non da intendersi però come cervello, poiché questi è in realtà solo la “mappa” del progetto, ovvero il custode materiale delle nozioni, il block notes dove la mente elabora il suo lavoro di traduttrice. Essa, la mente, cresce e si forma sia con il corpo che con l’anima, si radica nella seconda e condiziona il primo, è la direttrice di ogni azione perché è l’unica che comprende il linguaggio di entrambi.

L’anima è un alieno dentro un corpo terrestre; la mente è lo strumento che fa sì che l’uno non rigetti l’altra, ma che comunichino. Nei secoli passati, il lavoro della mente era perfetto, illustrava i dettagli del progetto e il corpo realizzava le sue più belle opere. Pitture, sculture, poesie, musiche, danze ecc. L’anima è un’entità molto sensibile e adora esprimersi in talenti e virtù, è incline al bene poiché “Goccia Divina” (non tutte, ma questo è un altro argomento) e, come tale, opera per la realizzazione di progetti utili all’umanità e all’universo tutto. È perennemente mossa da uno spirito di fratellanza nei confronti di tutte le creature, poiché consapevole di avere la medesima provenienza. Con il passare del tempo però, la voce dell’anima e, di conseguenza, le direttive per il progetto, sono state sempre più ignorate dalla mente, che ha ritenuto opportuno dirigere lei stessa le opere del corpo senza preoccuparsi minimamente di che genere fossero.

 Mettere in comunicazione la mente con l’anima non è certo un procedimento facile, le due entità crescono insieme e imparano a dialogare attraverso l’educazione, l’etica, la morale. Nel momento in cui mancano questi procedimenti, è più difficile per le due entità comprendersi, e dunque tradurre le indicazioni al corpo: ed ecco il mondo attuale! La mente è distratta, intasata da messaggi inutili e devianti, la materia ha preso il sopravvento sullo spirito e i messaggi dell’anima rimangono una voce lontana in un caos di pensieri relativi al corpo e alle insidie della psiche. La goccia divina, essendo cresciuta con la mente, ma priva dei procedimenti adatti, è di conseguenza anch’essa una vittima delle direttive mentalmente elaborate, una prigioniera dentro un corpo che non l’ascolta perché il traduttore non riesce o non vuole più sentirla, una schiava del bagaglio di esperienze e sentimenti che insieme hanno costruito, non per cattiveria o superficialità, ma soltanto per incapacità di comunicare. Solo nel momento in cui l’anima si libererà dal corpo ripartirà un dialogo con l’Io mentale.

 Questo avviene, ad esempio, con la creazione di scenari e visualizzazioni nel mondo astrale, ma è una fase che dura solo per un breve periodo poiché, quando non ci sarà più bisogno del traduttore, lo spirito inizierà il processo di purificazione proprio per dimenticare tutte le esperienze memorizzate nel periodo di convivenza e, a seconda del superamento di questa sorta di esame che è la vita, l’anima tornerà nell’Assoluto, o nuovamente sui banchi di scuola. A questo punto, sarebbe opportuna una vostra domanda (tanto convincermi che mi avete seguito e capito), e la mente? Che fine fa? Oramai, ridotta a un mero bagaglio di esperienze e ricordi, rimane vacante nella dimensione astrale come energia spirituale, qualcuno la chiama anche spettro o fantasma. Sempre per dimostrami la vostra attenzione, i più svegli dovrebbero farmi una seconda domanda: ma se il fantasma è la mente, l’anima cos’è? Ricordatevi che si parla di energia, di conseguenza una divisione di energia può tranquillamente avvenire senza che nessuna delle due forme cambi il proprio stato.

Riassumendo: l’energia “anima” più “corpo mentale” si stacca dal corpo fisico e finisce nella dimensione astrale; qui, prima di iniziare il processo purificatorio, questa forma energetica di due elementi può tradursi in un fantasma, un’anima errante, o addirittura salire a qualche piano più alto.

Nel momento in cui inizia però il processo di purificazione, parte di questa energia viene presa e dirottata verso altri piani lasciando nell’astrale o in altre dimensioni quel residuo di energia che contiene tutte le informazioni e le esperienze relative agli anni vissuti sulla terra e dentro un corpo. Come se avessi due copie di un cd: uno lo lascio in archivio, l’altro lo porto a formattare.

Dalla vita alla morte, dalla morte alla vita «Dalla Vita alla Morte, dalla Morte alla Vita» recitava una vecchia formula wiccan o, se preferite, stregonesca. Se dunque le amiche streghe fin dai tempi dei tempi consideravano la morte una rinascita, perché ancora ci poniamo il dubbio sull’esistenza di un qualcosa oltre la morte? Purtroppo, l’unica dimensione che conosciamo, o meglio che ricordiamo, è quella terrena, ma il fatto di non aver memoria di altre, non vuol dire che queste non esistano.

Fondamentalmente durante la nostra esistenza fisica, facciamo un po’ come i bambini quando si coprono gli occhi convinti che, non vedendo ciò che li spaventa, automaticamente questo scompaia; anche noi, abbiamo coperto i nostri occhi, ma per essere più preciso direi che li abbiamo distratti. Abbiamo catalogato tutte le esperienze più belle giustificandole come sogni, intuizioni, talenti, virtù, senza per nulla preoccuparsi di comprendere da dove provengono e perché. La scienza o la religione hanno solitamente appagato i nostri dubbi e, tranne qualche raro caso di illuminazione, ci siamo nuovamente immersi a tempo pieno nel caotico mondo creato per lasciarci dormienti e innocui. Una volta liberati del bagaglio fisico, colei che ci suggeriva le scelte migliori, che ci rendeva abili in un’arte, o profondamente altruisti, trova finalmente il suo spazio.

Smette di dover sopportare l’inutile e costante brusio della televisione, di dover respirare la fetida aria dello smog cittadino o, peggio ancora, di avvelenarsi con le sigarette. Arriva dunque il suo momento: niente più invidie o rancori, niente più bestemmie o ipocrisie, fantasticamente libera di dare sfogo alle sue qualità… ahimè però, senza quel indispensabile mezzo con cui poteva realizzarle. Ha bramato durante tutta la vita di poter avere un ruolo maggiore nel piano fisico, ma è rimasta nascosta, ignorata e quando, finalmente, giunge il suo momento si accorge di non aver più mani per dipingere, voce per cantare né gambe per danzare. Non abita più nel mondo dove è cresciuta prigioniera, ma è stata rispedita in un viaggio che la riporterà nella sua terra di origine. Un po’ come un cucciolo di leone nato nella gabbia di uno zoo e riportato da adulto nella sua savana. Istintivamente sa che è il suo ambiente, sente che i profumi gli sono famigliari e, anche se non conosce la giungla, è appagato da un profondo senso di libertà.

 Contemporaneamente, è però spaesato e impaurito, sente la nostalgia dell’ambiente dove è cresciuto e rimpiange qualche volto a cui si era ormai affezionato. Così accade alla nostra anima nel momento in cui viene liberata dal corpo. Libera ma spaesata, felice ma nostalgica, protetta ma spaventata. Più repentino e inaspettato è questo passaggio e più disorientata sarà questa anima. Come il leone, cercherà gli odori che gli erano famigliari, si avvicinerà alle case e alle persone, ma quello ormai non è più il suo mondo e ciò che creerebbe sarebbe solo paura e panico; ed ecco il motivo per cui vorrei insegnarvi a non fare i fantasmi. Compreso che non è il caso di spaventare la gente, al nostro leone non rimane che esplorare il proprio habitat, gustarsene i colori e i profumi, dimenticando quello che è stato il suo mondo fino a quel momento. Potrebbe succedere che, per nostalgia o preoccupazione, gli amici umani di questo leoncino tornino a cercarlo e a chiamarlo in mezzo alla foresta, ma anche se sarà difficile ignorare il richiamo dei sentimenti, io gli consiglierei di proseguire il suo viaggio.

Magari potrebbe giusto concedersi un velato saluto in ambiente onirico, per comunicare che va tutto bene e che è ansioso di scoprire il mondo da solo, per poi proseguire obliando ogni legame con il passato. Qualche lacrima da entrambe le parti, e infine il tempo cancellerà le amarezze causate dal distacco. Se la nostra anima-leoncino continuasse a rispondere ai continui richiami, il nuovo adattamento risulterebbe notevolmente ritardato, mentre dall’altra parte non verrebbe accettata l’idea della perdita, con la conseguenza di un sempre maggior dolore, depressione ecc. La morte non è mai giusta agli occhi degli umani: arriva sempre troppo presto, difficilmente si presenta in modo piacevole e indolore, e tocca sempre alla persona sbagliata… ma è l’esatto scopo della nostra vita ed è un passaggio fondamentale per la nostra crescita spirituale. Dovete smetterla di guardarvi come corpi dove forse dentro c’è qualcosa chiamata anima; imparate a guardarvi come Anime ricoperte da qualcosa chiamato corpo. Quando e se, anche solo in parte, riuscirete a “digerire” questo concetto, il vostro rapporto con la morte e con la vita migliorerà notevolmente.


Ensitiv
dal manuale

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

Manuale per Sopravvivere dopo la Morte
Esperienze di un viaggiatore astrale
Voto medio su 25 recensioni: Buono
€ 12

Manuale per Sopravvivere dopo la Morte

A molti sembrerà già strano parlare di “sopravvivenza dopo la morte” e, più avanti, avremo modo di capire il significato di questa dicitura, ma perché chiamarlo “manuale”? Testi esoterici e spirituali parlano della vita oltre la morte, di anime vaganti in chissà quale luogo o spazio... io lascio a loro tutte le ipotesi più complesse e filosofiche e, semplicemente in base alla mia esperienza, cercherò di rendere alla portata di tutti l’argomento, e tenterò di farlo con questa specie di “manualetto” che, se letto da vivi, vi ritornerà utilissimo da morti.

Per un periodo più o meno lungo, l’Essenza Vitale o se preferite l’Anima, ha una precisa collocazione e porta con sé tutto il bagaglio delle esperienze terrene e della propria cultura.

In questa “Dimensione”, definita da me da ora in poi Astrale e, prima che avvenga il misterioso processo di reincarnazione, giudizio o purificazione (scegliete voi in che cosa credere), l’anima resta in attesa di direttive, un po’ a contatto con il Mondo Reale, un po’ con questo nuovo mondo dove è stata appena proiettata, notevolmente spaesata, ma con una piacevole sensazione di libertà.

Lo scopo di questo testo è capire e conoscere a che cosa vadano incontro le anime quando i corpi subiscono determinati tipi di morte, che cosa provino, che cosa vedano e soprattutto come possano accelerare il percorso verso la purificazione. In quel dato periodo, l’aver letto o meno questo libro farà la differenza.

Sapere come provare a interagire con i propri cari rimasti nel mondo terreno, come non violentarsi nel cercare di ritornare, o come non spaventarsi per l’impossibilità di comunicare, vi garantisco saranno insegnamenti preziosissimi.



Ensitiv svela con una semplicità inaudita il grande mistero che scandisce i giorni della nostra esistenza terrena.

Un libro che racconta le esperienze dirette e gli studi fatti dall’autore attraverso la frequentazione delle Dimensioni Astrali.

La morte accomuna tutti, ma il tipo di morte divide e direziona le anime ed è opportuno essere a conoscenza, fino a che siamo nel corpo, di cosa incontreremo in quel fatidico momento che segna la fine della vita terrena. Un libro semplice pieno di pratici consigli, dove la complessa filosofia delle dottrine spirituali è messa da parte, per dar modo a chiunque di apprendere al meglio il processo di trasformazione successivo alla morte.

Che differenze ci sono tra le esperienze subite dall’anima di un suicida e quella di una persona morta in seguito ad un incidente stradale? Cosa succede all’anima quando si separa dal corpo?

Sono stati scritti centinaia di testi sul mistero della morte, ogni religione ha dato la propria versione ritenendosi custode della verità assoluta, ma questo è il primo libro che spiega i contenuti e i meccanismi che condizionano l’anima nell’immediato futuro dopo il decesso, perché per l’autore la morte non è mai stata un mistero.

Come dovrebbero esserlo tutti i manuali, è un libro di facile lettura alla portata di chiunque abbia la pazienza di leggerlo, pur affrontando concetti profondi e complessi.

In questo libro scoprirai:
Cos’è un viaggio astrale
Come il tipo di morte condiziona il trapasso e la nuova esistenza nel dopo vita
Qual è il rapporto tra le anime e i viventi
I poteri della mente nella dimensione astrale

...e molto altro

Che si voglia o no, la morte accomuna tutti!


Manuale per Sopravvivere dopo la Morte
Esperienze di un viaggiatore astrale
Voto medio su 25 recensioni: Buono
€ 12
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 19 ottobre 2015

CERCANO ALL' ESTERNO BRANDELLI DI PIACERE SICUREZZA O AMORE....


“Un mendicante se ne stava seduto sul ciglio di una strada da più di trent’anni. Un giorno un tale gli passò accanto.

“Hai qualche spicciolo?” mormorò il mendicante, tendendo meccanica- mente il suo berretto da baseball.

“Non ho niente da darti” rispose lo sconosciuto. Poi chiese: “Su che cosa sei seduto?”.

“Non è niente” rispose il mendicante, “solo una vecchia scatola. Ci sono seduto sopra da sempre.”

“Non hai mai guardato dentro?” chiese lo sconosciuto.
“No” rispose il mendicante. “A che pro? Tanto non c’è niente dentro.”

“Dacci un’occhiata” insistette lo sconosciuto.

Il mendicante riuscì a sollevare il coperchio e con meraviglia, incredulità e gioia vide che la scatola era piena d’oro.

Ecco, io sono quello sconosciuto che non ha niente da darti e che ti sprona a guardare dentro.

Non in una scatola, come in questa parabola, ma in un posto molto più vicino: dentro di TE.

“Ma io non sono un mendicante” ti sento ribattere.

Coloro che non hanno ancora trovato la vera ricchezza, che è la gioia radiosa dell’Essere e la profonda pace incrollabile che ne deriva, sono mendicanti, anche se possiedono una grande ricchezza materiale.

Cercano all’esterno brandelli di piacere o appagamento, conferme, sicurezza o amore, quando dentro di loro possiedono un tesoro che non solo comprende tutte queste cose, ma è infinitamente più grande di qualsiasi opportunità possa offrire il mondo.”


breve storia tratta dal libro “Il potere di Adesso” di Eckhart Tolle


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

domenica 18 ottobre 2015

Dicono che durante la nostra vita...abbiamo due grandi amori.

Dicono che durante la nostra vita...abbiamo due grandi amori.
Uno...con il quale ti sposerai o vivrai per sempre..può essere il padre o la madre dei tuoi figli..con questa persona otterrai la massima comprensione..per stare il resto della tua vita insieme.
E dicono..che c’è un secondo grande amore..una persona che perderai per sempre.Qualcuno con cui sei nato collegato..così collegato..che le forze della chimica scappano dalla ragione...e ti impediranno sempre di raggiungere un finale felice.
Fino a che un giorno smetterai di provarci..ti arrenderai...e cercherai un’altra persona che finirai per incontrare.
Però ti assicuro..che non passerà una sola notte senza aver bisogno di un altro suo bacio..o anche di discutere una volta in più.
Tutti sanno di chi sto parlando..perché mentre stai leggendo queste righe..il suo nome ti è venuto in mente.
Ti libererai di lui o di lei..e smetterai di soffrire..finirai per incontrare la pace..però ti assicuro..che non passerà un giorno in cui non desidererai che sia qui per disturbarti.
Perché a volte...si libera più energia discutendo con chi ami..che facendo l’amore con qualcuno che apprezzi.


Paulo Coelho

Antonella Guadagnoli

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

Cos'è il sesso tantrico


"Il tantra è la via naturale, la via normale per arrivare a Dio. L’obiettivo è quello di diventare così completamente istintuale, così senza mente o programmazioni, da immergersi con la natura al livello più alto – la donna scomparire e diventare una porta per raggiungere il livello più alto, e così l’uomo, che dissolvendosi diventa la via per l’esperienza suprema.
Questa è la definizione tantrica della nostra sessualità: il ritorno ad una totale innocenza, all’unità completa e assoluta. L’emozione maggiore non è la ricerca di sensazioni, ma un aspettare silenzioso – totalmente rilassato, senza alcuna programmazione. Si è consapevoli, consapevoli d’essere consapevoli. Si diventa consapevolezza. Si è contenti, ma non esiste alcun contenuto, e per questo si prova una grande bellezza, una beatitudine maggiore.
La persona che ha posto la domanda ha chiesto: “Cos'è il sesso tantrico…un tipo di sesso basato su tecniche particolari?”
Se sei orientato verso le tecniche, perderai il senso del mistero del Tantra, diventerà uno pseudo-Tantra, basato su tecniche, e per via delle tecniche l’ego sarà lì a controllarle. Quindi farai Tantra ma il fare sarà il problema, provocherà l’azione. Il Tantra dovrebbe essere un ‘Non Fare’, non può essere tecnico. Tu puoi imparare le tecniche, una certa respirazione per accrescere l’esperienza durante il coito. Se respiri davvero lentamente, senza alcuna fretta, il coito sarà più lungo ma tu sarai nel controllo. Non sarà selvaggio né innocente, non sarà nemmeno meditazione, sarà mente – come potrebbe essere meditazione? Non puoi nemmeno respirare velocemente, devi mantenere lenta la respirazione – se la respirazione è lenta l’eiaculazione prenderà tempo: perché avvenga l’eiaculazione, il respiro deve essere veloce e caotico. Questa è una tecnica, ma non è Tantra.
Il Tantra non è tecnica, ma preghiera. Non è mentalmente orientato, ma è rilassamento nel cuore, ricordalo. Sul tantra sono stati scritti così tanti libri, tutti parlano di tecniche, mentre il vero Tantra non ha niente a che fare con le tecniche. Il vero Tantra non può essere scritto, il vero Tantra deve essere assimilato. Come assorbire il Tantra? Devi trasformare in modo radicale il tuo approccio nei confronti del sesso.
Prega con la tua donna, canta con lei, gioca con la tua donna, danza con lei, senza alcun’idea del sesso. Non andare avanti, pensando, “Quando si andrà a letto?” Dimenticati del letto, fai altro e perditi in quello che fai. L’amore apparirà da questo tuo perderti, improvvisamente vedrai che stai facendo l’amore senza farlo. Succede, sarai posseduto, quindi avrai la tua prima esperienza di Tantra – posseduto da qualcosa più grande di te. Stavate ballando o cantando insieme, intonando mantra o pregando o meditando insieme, e improvvisamente vi siete accorti di muovervi in uno spazio tutto nuovo. Voi non sapete, quando avete iniziato a fare l’amore né lo ricordate. In questo sarai posseduto dall’energia tantrica e per la prima volta avrai vissuto un’esperienza non – tecnica."
Osho, This Very Body the Buddha, Talk #8


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

sabato 17 ottobre 2015

OSHO, SEI MAI STATO INNAMORATO?

Io sono sempre in amore
Dovrò spiegartelo, altrimenti mi fraintenderai.
Esistono due tipi di amore.
Uno è infatuazione biologica.
Ci cadi, e diventa difficile uscirne.
E' come un qualsiasi fosso; caderci è facile,
ma uscirne è molto difficile a meno che un altro fosso ti aiuti.
Non sono mai stato in quel tipo di amore biologico.
L'amore biologico è una relazione.
Esiste un altro tipo di amore che non è una relazione.
In breve si può dire: io sono amore.
A chiunque venga da me ho solo amore da offrire.
Non ho nient'altro da offrire, ed ho amato milioni di persone.
L'amore biologico prima o poi ti fa impazzire.
Vai da qualsiasi psichiatra, o psicoanalista e vedrai le vittime dell'amore biologico.
Suicidi, stupri, omicidi, ogni sorta di crimine è commesso a causa dell'amore biologico.
La meditazione aiuta l'amore a liberarsi dalla biologia.
Allora è come una fragranza.
La senti, è cuore a cuore.
E non c'è il problema della gelosia.
Ora così tante persone mi amano ed io amo così tante persone e non c'è gelosia.
Poichè l'amore biologico è minuscolo, il risultato sarà minuscolo.
Se lo dai ad una persona non puoi darlo ad un altro.
Nel momento che tu sei amore, sei infinito come il cielo,
puoi riempire l'intero universo con il tuo amore senza perdere nulla.
Così io sono sempre in amore.
Amo i miei amici,
amo i miei nemici.
Perfino se non c'è nessuno continuo ad irradiare il mio amore.
E’ come respirare per me.
E la religiosità è diritto di nascita di ognuno.
La puoi rivendicare o non rivendicare.
Se tutte le persone del mondo rivendicassero la loro religiosità,
la loro più alta consapevolezza,
allora l'intero mondo diventerebbe una valle di Dei- non solo Kulu Manali.
Quando mi chiedi se credo nella reincarnazione, ti rispondo che non credo in nulla.
Sono contro ogni credenza, ma so che la reincarnazione esiste.
Non è una mia credenza; è un mio sapere, ma non forzerò nessuno a crederci solo perché lo so.
Ti ispirerò soltanto a trovarla per conto tuo, e a meno che tu non l'abbia trovata, non crederci.


( OSHO. INTERVISTA CON LA SIG. GUPTA, SUN MAGAZINE, VERSIONE PER GIOVANI)
Ma Sammoda Patrizia Belisario FB

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

IL CANTO DELLA VERITA'- IL RISVEGLIO DEGLI DEI




Il Canto della Verità - Il Risveglio degli Dei from AquilaSenzaNido on Vimeo.

Ogni essere vivente nell’Universo emette un campo elettromagnetico ben definito e misurabile che costituisce il suo campo di energia. Ogni campo di energia contiene un campo di consapevolezza che, in funzione dello stato evolutivo di ciascuno, varia sulla scala dell’essere per frequenza vibratoria: dallo stato di dolore e sopravvivenza di una coscienza vittimistica e separata, allo stato di Gioia e Libertà di una Coscienza Universale. Come le stelle si differenziano per luminosità, il livello e l’intensità di ciascun Campo di Luce costituisce il suo Stato d’Essere. In sostanza: ciascuno E’ la Luce che emana o E’ la Luce che non emana. Il mondo è creato in ogni istante dalla concezione coscienziale che hai di te stesso e del mondo. E’ una tua immagine. E’ l’ombra riflessa del tuo attuale Stato d’Essere. Tu non puoi amare gli altri o il mondo nemmeno volendo perché, in Realtà, esiste solo l’Uno. Pertanto non puoi amare e perdonare niente e nessuno la fuori ma, attraverso il mondo, puoi amare e perdonare te stesso, il tuo dolore e la tua sofferenza. Così, attraverso la molteplicità delle scelte individuali, tra le dinamiche delle Leggi Universali, lungo il vortice dello spazio e del tempo, tra le vite e le morti, l’Uno si specchia con il tutto, il Reale con l’illusione e il Cerchio si chiude: Essere o Non Essere.

L'Evoluzione implica delle scelte sempre più mature e responsabili, proporzionate alla volontà e alla passione di Essere. Solo se sei disposto a sacrificare tutte le zavorre e il ritratto immaginario che hai di te stesso, a scendere nelle profondità di tutto ciò che non ti permette di manifestare ciò che Sei e ti consacri con anima, spirito, mente e corpo al tuo processo di evoluzione, puoi conoscere, comprendere, discernere ciò che Sei da ciò che pensi di essere. Puoi trascendere le identità fantasma con l’integrità di essere un Uomo Reale e puoi svendere ogni ruolo e ogni regno per riconquistare la Regalità e il Regno. Ogni condizione è una straordinaria opportunità perché tutto in Realtà E’ LUCE! Scegliete di essere Umani e Divini Adesso, nell’unico istante che potrete mai vivere. E la prossima volta che qualcuno vorrà giudicare chi siete e quello che fate, o vi remerà contro con buonismo o con rabbia, o spazzerà via tutto quello che pensate di aver fatto o avrete perso ciò che pensavate di possedere, corretegli incontro Riconoscetevi e Ringraziatelo! e mentre la vostra anima sceglierà a quale dardo sposarsi per primo, siate innamorati. Offrite il Cuore, non il corpo... siate VIVI per la prima volta! Non c’è maggior onore e gratitudine per un Sognatore, un Creatore, un Sovrano, un Folle, un Amante, un Guerriero o qualunque altra espressione consapevole dell'Amore, del rendere VIVI coloro che sono morti.

Aquila
umaniindivenire.com

Advanced mind institute italia

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 16 ottobre 2015

SE AMATE UNA ROSA CERCATE DI NON AMARLA, SE NON L'AMATE CERCATE DI AMARLA




http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

MEDITAZIONE DEL LABIRINTO con musica di Gurdjieff




Una meditazione semplice ed efficace per "allineare" i tre centri della macchina biologica umana in poco più di 3 minuti..
La meditazione non è un qualcosa di orientale o di strano, in questo esercizio basta osservare attentamente il movimento della sfera che si muove all'andata dall'esterno sino al centro del labirinto, e al ritorno da esso in periferia per attingere alle nostre più alte risorse: intuito, serenità, benessere.

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 15 ottobre 2015

LE ABITUDINI DEGLI SFORTUNATI



- Sopportare ciò che non piace
- Comunicare con le persone che abbassano l'autostima
- Preoccuparsi di ciò che diranno gli altri
- Cercare di tenere tutto sotto controllo
- Andare con la corrente scegliendo le strade più facili
- Non dimostrare la propria opinione, né i sentimenti
- Avere paura di rischiare
- Pensare agli altri e non a se stesso
- Cercare di piacere a tutti
- Dimenticarsi dei genitori e dei propri cari
- Passare il tempo libero tra le 4 mura
- Avere fretta
- Rimproverare se stessi
- Dirsi "non posso" preparandosi agli insuccessi
- Fare paragoni tra se stesso e gli altri
- Pensare solo al futuro
- Fissarsi sul passato
- Lamentarsi della vita
- Avere paura di sbagliare
- Avere i rancori
- Comprare e conservare cose inutili
- Fare tutto da soli
- Cercare di essere perfetto
- Addossare la responsabilità agli altri
- Dare delle promesse che non potrà mantenere
- Pensare alle disgrazie
- Ripetere i propri errori
- Invidiare
- Tenere il broncio.



https://www.facebook.com/parapsychologys

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 13 ottobre 2015

Le cose che ho imparato…


Ho imparato
Che crescere
non significa solo fare l’anniversario
Che il silenzio
è la miglior risposta quando si sente una stupidaggine
Che lavorare
non significa solo guadagnare soldi
Che gli amici
si conquistano mostrando chi realmente siamo
Che i veri amici
stanno con noi fino alla fine
Che le cose peggiori
spesso si nascondono
attraverso una buona apparenza
Che la natura
è la cosa più bella di questa vita
Che quando penso di sapere tutto
ancora non so’ niente
Che un solo giorno
può essere più importante di molti anni
Che si può conversare con le stelle
Che ci si può confessare alla luna
Che si può viaggiare nell’infinito
Che è salutare sentire buone parole
Che anche ad essere gentili fa bene alla salute
Che è necessario sognare
Che si può essere bambini tutta la vita
Che il nostro essere è libero
Che Dio non vieta nulla ...


William Shakespeare


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

L'ONDA DELLA FORTUNA


Contiene gli audio completi delle 2 tecniche, in streaming e in download, per ascoltare l'audio anche separatamente e autonomamente dall'ebook.

Queste tecniche ti permetteranno, unendo visualizzazione avanzata, respirazione e pressione su specifici punti energetici, di focalizzare la tua energia nel settore dello spazio delle varianti che scegli tu, quello cioè che ti permetterà di vivere da questo momento in poi a cavallo dell'onda della fortuna.

Svilupperai perciò una potente narrazione di te stesso lungo le linee sempre favorevoli che sceglierai tu. Ciò ti permetterà di sintonizzarti, a livello subconscio, sulla frequenza dell'onda della fortuna e creare il futuro che vuoi tu nella massima libertà che ti spetta di diritto, se sei disposto a crederci fino in fondo e ad agire, giorno dopo giorno, lavorando con tenacia, perseveranza e fede, per realizzare la realtà della variante che hai creato.

Nota: Questa serie non è stata in alcun modo autorizzata dal creatore del Transurfing Vadim Zeland e non ha alcun rapporto né diretto né tanto meno ufficiale con i titoli scritti da Zeland. Sulla base del suo insegnamento, cercando di seguirne fedelmente l'impostazione filosofica, scientifica e spirituale, l'autore di questa serie ha sviluppato tecniche guidate di visualizzazione avanzata, di respirazione e di bilanciamento subconscio per far sì che ognuno possa sviluppare individualmente e mettere in pratica ogni giorno il potere che ognuno di noi possiede come potenzialità di creare e vivere la propria realtà.


eBook - Transurfing. L'Onda della Fortuna
2 tecniche guidate
€ 0.99
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

La Musica di Gurdjieff


Nel corso dei suoi lunghi viaggi alla ricerca della conoscenza, Gurdjieff incontro’ la musica di differenti culture. Quando nel 1924 si stabilizzo’ a Fontaineblau presso il Priure’, trascrisse con l’aiuto del compositore e discepolo Thomas De Hartmann la musica che aveva conosciuto durante i suoi viaggi adattandola al pianoforte o all’orchestra. Per tre anni lavorarono insieme e di questo periodo esistono resoconti dello stesso De Hartmann nel suo libro “La nostra vita con Mr.Gurdjieff”. Fu un periodo molto prolifico in cui quasi ogni giorno i due collaboravano nella creazione nuovi pezzi.

L'Armonium dove Gurdjieff suonava
La musica di Gurdjieff non ha eguali in tutta la musica che si puo’ incontrare.
Per prima cosa bisogna pensare che e’ musica scritta da un uomo risvegliato e ha come obiettivo quello di creare uno stato interiore che ha nulla a che fare con stati mentali o emozionali quali quelli che solitamente conosciamo.
L’unico scopo Della vita di Gurdjieff e’ stato quello di aiutare l’umanita’ a risvegliarsi e anche la musica e’ parte di questo obiettivo.
La musica di Gurdjieff non la si puo’ capire cosi' come si cerca di capire la musica di Mozart o di Chopin. Infatti non si tratta di una musica da capire. E’ una musica senza punti di riferimento riconoscibili mentalmente ed emozionalmente. E’ una musica che sembra venire da lontano, molto lontano, dalla profondita' dell'essere, a volte di una semplicita’ straordinaria. Ma in questa semplicita’ si percepisce una completezza ed una essenzialita’ che sembra trascendere la storia. E’ una musica che parla all’essenza e attiva cio’ che di piu profondo c’e’ nell’essere umano. Una volta un mio amico che ha una particolare sensibilita’ verso la musica mi disse : “Questa musica e’ come se mi destrutturasse a livello cellulare e poi mi ricostruisse in una maniera che prima non conoscevo o che per lo meno mi ero dimenticato”.

La musica cosi’ come i Movimenti e i suoi scritti vengono dalla stessa fonte e confluiscono tutti in un stesso punto : aiutare l’uomo a risvegliarsi. Gurdjieff aveva compreso che non si puo’ agire in maniera diretta ed e’ come se tutto cio’ che ha fatto nella sua vita non fosse altro che una spinta verso il centro dell’essere umano.

Vorrei riportare qui sotto una illuminante conversazione che Helen Adie, pianista e discepola di Gurdjieff, ebbe con uno studente. Credo che sia il migliore approccio di come porsi rispetto all’ascolto di questa straordinaria musica.
Studente : Quando provo ad osservare I mie feelings, divento confuso e non riesco a focalizzarmi cosi’ come quando ascolto la musica di Gurdjieff.
Mrs. Adie: Anni fa tu dicesti che trovavi difficile ascoltare questa musica, che non la capivi, che non produceva nessun effetto su di te. Forse in qualche modo tu provi a seguirla con la mente. Hai la stessa difficolta’ con tutti gli altri tipi di musica o solamente con questa? 

Studente: Mi e’ stato detto che non ho orecchio musicale. 
Mrs. Adie: Si, in qualche modo e’ piu’ facile ascoltare questa musica se non hai orecchio musicale perche’ le persone cercheranno qualcosa che non troveranno : una linea convenzionale di qualche tipo, una forma convenzionale. Non c’e’ assolutamente nessuna forma convenzionale. Bene, tu prova solo a ricevere le impressioni della musica senza cercare di interpretarla per te stesso, tu non puoi. Forse senti che non stai ricevendo nulla perche’ non lo puoi definire a te stesso. Non dici a te stesso : “E’ deliziosa” tutto il tempo, o “Non mi piace”. Ricevila e lascia tutto il resto. Questo significa che tu ascolti. Tu ascolti. Lascia che le vibrazioni del suono agiscano su di te. Non andare in nessuna direzione. Se provi a pensare alla musica, tu crei barriere. Allora prova ad essere libero dai pensieri. Molte persone trovano che ha un potente effetto sui loro feelings, anche sui loro corpi. Ma non provare a pensare alla musica troppo perche’ I tuoi pensieri, come I pensieri di chiunque, non sono di uno standard sufficente per pensare su di essa. Non e’ fatta per pensare. E’ fatta per dare certe impressioni definite. Tu sai come Gurdjieff parla della musica oggettiva, dice che se ha un effetto, allora ha sempre lo stesso effetto. La gente non e’ che e’ daccordo o in disaccordo. O non la ricevono o, se la ricevono, ha lo stesso effetto. Ti ho risposto?

Studente: Si

http://gurdjieffsacreddances.com/5.html

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

il Signore per l’eternità

“Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo
e risolto il segreto della mia anima:
Io sono QUELLO a cui rivolgevo
le preghiere, QUELLO a cui
chiedevo aiuto. Sono QUELLO
che ho cercato. Sono la stessa
vetta della MIA montagna.
Guardo la creazione come
una pagina del MIO stesso libro.
Sono infatti l’UNICO che produce
i molti, dalla stessa sostanza
che prendo da ME. Poiché
TUTTO è ME, non vi sono due,
la creazione è ME STESSO,
dappertutto. Quello che concedo
a ME stesso, lo prendo da ME
stesso e lo do a ME stesso,
l’UNICO, poiché sono il Padre
ed il Figlio. Quanto a quello
che voglio, non vedo altro
che i MIEI desideri, che
sgorgano da ME. Sono
infatti il conoscitore,
il conosciuto, il soggetto,
il governante ed il trono.
Tre in UNO è quello che
sono e l’inferno è solo
un argine che ho messo
al MIO stesso fiume,
allorché sognavo
durante un incubo.
Sognai che non ero
il SOLO unico e così
IO stesso iniziai il dubbio,
che fece il suo corso,
finché non mi svegliai.
Trovai così che IO avevo
scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio,
riprendo di sicuro
il MIO trono e governo
il MIO regno che è ME stesso,
il Signore per l’eternità.”


ANTICO TESTO EGIZIO INTAGLIATO
SULLA PORTA D'UN SACRO SITO

Daniele  Penna FB

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

La Corrente dei Sentimenti dal Cuore

“Non siamo abituati a pensare alla Personalità in termini di Energia: ma le due cose non possono essere disgiunte.
La quantità di energia che un individuo impiega e il modo in cui la impiega determina necessariamente la sua personalità e si riflette in essa.”
Alexander Lowen
Se lascerai che il tuo cuore liberi energia per il tuo corpo, la tua vita si riempirà di positività:
  • I tuoi Piedi e le tue Gambe ti renderanno Sicuro ed Equilibrato.
  • Il tuo Sesso parlerà la lingua dell’Estasi.
  • Dal tuo Ventre si esprimerà il Piacere.
  • Il tuo Cuore dimorerà nella casa dell’Amore e della Speranza.
  • Le tue Spalle e il tuo Collo ti permetteranno di Aprirti, Protenderti, Affermarti.
  • I tuoi Occhi e la tua Testa ti porteranno alla Spiritualità.
Sensazioni, Sentimenti ed Emozioni sono la percezione di movimenti che avvengono all’interno di un corpo relativamente fluido.
Quando qualcosa va ad inficiare il fluire libero dell’energia del corpo, il blocco si rifletterà nella psiche e nel comportamento.
  • Occhi tesi ti faranno entrare nei dubbi e nel senso di colpa e i tuoi giudici interni avranno la meglio su di te.
  • Se bloccherai il tuo Collo, con la Testa e la parte alta delle Spalle, i tuoi pensieri diverranno negativi e facilmente avvertirai ostilità e tratterrai i tuoi movimenti spontanei.
  • Se è il tuo Torace a bloccarsi, contenitore del tuo Cuore, sarai ipersensibile, tendente all’odio o alla disperazione.
  • Bloccando il tuo Ventre resterai bloccato nel dolore e nel pianto.
  • Se bloccherai i tuoi Genitali ti perderai nella perversione.
  • Bloccando le articolazioni dei tuoi Piedi e delle tue Gambe ti sentirai senza Radici ed instabile.
http://www.psicoluce.it/la-corrente-dei-sentimenti-dal-cuore/

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

articolo correlato
http://divinetools-raja.blogspot.it/2015/10/sbloccare-i-blocchi-con-la-bioenergetica.html

libro gratuito su scribd gratuito bioenergetica di alexander Lowen
http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/psiche/bioenergetica.pdf